28/06/15

Batteri nella tempesta solare *

Vi ricordate l’articoletto (QUI)  in  cui si parlava di batteri inviati nell’alta atmosfera in condizioni simili allo spazio interplanetario o quasi? Ebbene, i primi risultati, ancora provvisori, indicano che non solo i batteri sono sopravvissuti, ma hanno anche subito rapide mutazioni, tutte da investigare. La causa deve trovarsi nell’alta esposizione ai raggi cosmici, dato che il Sole era del tutto quieto.

Si è subito passati a una fase successiva: inviare i batteri durante una tempesta solare particolarmente violenta. Così è stato fatto il 22 giugno quando si sono osservate aurore fino alla California e all’Arizona. Bene, vedremo come si comporteranno i nostri batteri e fino a quando resteranno ancora “nostri”…

6 commenti

  1. Alvermag

    Sarebbe straordinario se qualcuno tornasse indietro dotato delle mutazioni genetiche idonee a scatenare epidemie incontrollate ed incontrollabili sulla Terra :cry:

    Ci avranno pensato? :roll: :roll:

  2. peppe

    alvy non suggerire :mrgreen:

  3. Andromeda di Crichton????? :roll: :twisted: 8-O

  4. Daniela

    ...preferisco il meno sanguinario vettore virale di "Inferno" di Dan Brown che, perlomeno, preferisce la "prevenzione" alla "cura"! :-|

  5. Mario Fiori

    Aldilà della letteratura fantascientifica , fantapolitica o che altro vogliamo, se i batteri mutano le singole cellule degli astronauti che fanno? Come spesso ha detto Enzo. Continuo a pensare che si potrebbe semprer esplorare ma studiamo ben bene come proteggersi altrmenti da cosa nasce "la Cosa" :mrgreen: :(

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.