8/12/16

Riscaldamento globale? Forse sì, ma ridendo a crepapelle! *

Il riscaldamento globale, sempre che ci sia , è legato essenzialmente ai gas serra, come ormai ci hanno insegnato perfettamente  i media. E’ un dato di fatto che nessuna ricerca scientifica sembra riuscire a scalfire, malgrado le prove tardino ad arrivare. Un piacere sottile della catastrofe incombente… Se riscaldamento globale deve essere, allora, è molto meglio affrontarlo ridendo e sembra proprio che questo sia ciò che ci riserva il futuro.

L’ossido di diazoto, noto anche come monossido di azoto o protossido di azoto, ha formula chimica N2O ed è famoso per un altro nome molto più comune: gas esilarante. Charlot lo ha usato in un suo piccolo capolavoro (Charlot, falso dentista).

Il problema, però, è un altro… il nostro gas è anche un potentissimo gas serra. Pensate che è 300 volte più potente dell’anidride carbonica (che sia destinato a diventare il nuovo nemico pubblico numero uno?). Mi si dirà subito: “Sì, ma quello che conta è quanto ce n’è in atmosfera…”. Proprio qui sta il punto dolente della situazione.

Innanzitutto si è osservato che a partire dall’era industriale esso è aumentato di ben 120 volte (l’uomo è proprio un assassino della Terra!). Il fatto divertente (siamo in tema) è che chi se la spassa a produrlo a ritmo crescente è un batterio dal nome molto simpatico: Nitrosomonas europaea. Non chiedetemi i particolari… ma il succo è che riesce a farlo trasformando l’ammoniaca. Dategli molti composti dell’azoto e il batterio vi riempirà di gas esilarante. Il fatto è che i fertilizzanti usati per le produzioni dei cereali (come il mais) sono proprio il cibo preferito dai nostri batteri. In parole povere, l’atmosfera è letteralmente aggredita da questo composto che oltre ad agire come gas serra, riduce drasticamente lo scudo di ozono.

Purtroppo l’agricoltura serve a dare da mangiare alla popolazione terrestre e il serpente si morde la coda: più coltivazioni, più composti dell’azoto, più cibo per il Nitrosomona, più caldo e meno ozono. Un bel guaio…

L’unica cosa da fare è inserire qualche altra sostanza in modo da neutralizzare gli effetti del nostro affamato batterio. Ovviamente, inserendo un altro composto succederà sicuramente qualcosa di nuovo. L’ideale sarebbe bloccare le coltivazioni e mangiare… pietre. Altro che vegani… ci vogliono proprio i sassariani. Sarà questo il nostro destino?

Nell’attesa di passare all’azione, una grande consolazione: invece della povera CO2 ce la prenderemo con l’ossido di azoto, ma lo faremo ridendo a crepapelle.

Articolo originale QUI

Non ridete... mi raccomando! Questo è proprio il batterio che ci farà "bollire" ridendo...
Non ridete... mi raccomando! Questo è proprio il batterio che ci farà "bollire" ridendo...

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.