Feb 21

L'apegate, la falsa informazione e il GW (con nuova aggiunta)

Cari amici, vi consiglio di leggere questo interessante articolo che si rifà al problema delle api e che descrive molto bene come la faccenda sia stata manipolata per ottenere, come sempre, la paura e trasformare persone senzienti in marionette. Uno dei tanti piccoli e grandi passi che portano verso la sudditanza mediatica e al rincretinimento della popolazione. Un requisito fondamentale perché i pochi ultraricchi possano gestire a loro piacere un mondo fatto di menti occupate da pallidi fantasmi della realtà. Chissà se prima o poi si stuferà (la mente) e abbandonerà l'essere umano? In fondo anche questa sarebbe evoluzione della specie...

Tutto ciò rientra nell'argomento fantastico dell'informazione che può essere illuminante e risolutiva, ma anche deleteria e maligna. Noi abbiamo cinque sensi per ricevere quella del nostro piccolo mondo, ma solo uno (la vista) per recepire quella dell'Universo (in attesa delle onde gravitazionali (tatto?) e forse del neutrino). Purtroppo, la luce può e deve essere filtrata ed elaborata per donare tutta l'informazione che porta con sé, con tutti i rischi del caso. Uniamo tutto insieme ed ecco che i nostri amici Astericcio & co. hanno deciso di portarci in un mondo dove l'informazione ha un ruolo decisivo e dove tutti cercano veramente di capire la sua importanza fondamentale (sia in verso positivo che negativo).

Saremo, come sempre, in buone mani e ne vedremo e sentiremo delle belle! Abbiate solo un po' di pazienza...

ARTICOLO

NOTA AGGIUNTIVA:

Chi fosse interessato a seguire le novità sul clima terrestre può andare QUI e leggere, tra l'altro, un vasto numero gli articoli scientifici, tutti scaricabili liberamente, di una delle più grandi climatologhe del nostro tempo, Judith A. Curry, che ha, oltretutto, un blog estremamente divulgativo. Buona lettura...

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.