Mar 17

Basta con la paura del confronto: per l’Universo siamo tutti uguali !

Questo circolo sta decisamente crescendo come numero di lettori. Nel giro di pochi mesi siamo passati da una media giornaliera di 500 lettori a circa 750, e mediamente ognuno di loro legge 10 articoli al giorno. Sono stati anche aggiunti argomenti e metodi di presentazione diversi dalle semplici “lezioni”, toccando temi che vanno dall’arte alla letteratura, alla filosofia, alla storia,  spesso e volentieri conditi con molta ironia, una parola meravigliosa troppo poco conosciuta ai giorni nostri.

Tuttavia, riceviamo pochi commenti e spesso sempre dei soliti ultra affezionati e/o collaboratori ufficiali. Potremmo concludere che i lettori hanno voglia di imparare e di divertirsi, ma non vogliono interagire. E’ un peccato, dato che questo Circolo non vorrebbe essere una specie di scuola in cui qualcuno insegna e altri imparano in silenzio, ma un luogo dove interagire, collaborare per far sì che la voglia di imparare cresca sempre di più, alla faccia dei media che vogliono imporci notizie e metodi da ingoiare a scatola chiusa (e molto spesso del tutto sbagliati o manipolati).

Capiamo che molti abbiano poco tempo a disposizione e dedicarsi a quiz o a passaggi matematici troppo complessi si scontri con il lavoro e gli altri impegni personali. Queste poche righe sono quindi una semplice richiesta di aiuto per migliorarci e per riuscire a stabilire un colloquio senza timori e senza sentirsi inferiori per colpa del tempo limitato.

Vi chiediamo perciò poche frasi, anche telegrafiche che ci facciano capire dove dirigerci, cosa approfondire meglio e cosa tralasciare, cosa aumentare e cosa diminuire (ma non ci offenderemo se ci farete sentire la vostra voce per dirci che va bene così!). In questo circolo c’è la possibilità di dire la propria e di chiedere apertamente, senza la paura di un maestro pronto a dar voti. Nella realtà di oggi, dove bisogna solo sentire ciò che preparano per noi gli esperti (spesso falsi e prezzolati) scelti dai media (e non solo), questo angolo di “sapere”, il più variegato possibile, rappresenta un gesto di libertà e democrazia, aperto a tutti. Approfittatene e fateci sapere le vostre idee e i vostri interessi. Non abbiate paura a essere anche molto critici. Ci fareste solo un piacere, dato che tutto viene fatto senza alcun fine di lucro (lo sappiamo, sembra impossibile in questi tempi!), come dimostra la mancanza assoluta di sponsor o di pubblicità.

Chi collabora lo fa solo e soltanto per il piacere di condividere le proprie conoscenze, piccole o grandi che siano. Urliamo il nostro motto: “Uno per tutti e tutti per uno contro l’ignoranza galoppante e la mancanza di qualsiasi valore sociale e umano”.

L’Universo è meraviglioso ed è di TUTTI e TUTTI noi siamo Universo. Il Cosmo non stila classifiche, per lui tutto ciò che lo compone ha la stessa importanza, dal microscopico elettrone alla più grande galassia.

Forza ragazze e ragazzi, trovate pochi minuti per farci sapere cosa preferite o cosa preferireste conoscere…

risposta

26 commenti

  1. Monica

    Ho conosciuto questo sito solo da pochi giorni, giusto il tempo per rendermi conto, anche grazie a tutti i link presenti negli articoli, di aver trovato una miniera d'oro! Però è un po' troppo presto per esprimere giudizi e fare richieste.

    Quello che ho letto per ora, l'ho trovato interessante e alla portata di tutti, in particolare le news astronomiche in cui stelle, pianeti, galassie e asteroidi vengono trattati come fossero "di famiglia", ma anche i racconti di Vincensus e di Mauritius mi hanno stuzzicato parecchio: ironici e pungenti, ma anche ricchi di spunti di riflessione, quei pochi che ho letto.

    Dubito che affronterò, almeno per ora, gli argomenti più tecnici, come la relatività o la matematica pura, ma chissà, forse un domani...

    Spiazzanti ma degne d'attenzione le posizioni su materia oscura e riscaldamento globale, dovrò leggere di più per farmi un'idea, poi casomai chiederò.

    Insomma, per ora non chiedo niente e continuo a leggere, comunque complimenti, quello che ho visto fino ad ora mi piace molto!

    Ah, forse una cosa ci sarebbe...  l'intervista a Vincenzo fatta da PapalScherzone mi è piaciuta molto, perché non ne fate un'altra per approfondire qualche aspetto della sua carriera professionale? Chissà quante cose ha ancora da raccontare... magari qualche aneddoto particolarmente allegro o triste o gratificante... non so, fate voi!

    Grazie!

     

  2. cara Monica,

    ti ringrazia tutto la staff... Sai, qualcuno di noi sarà anche un po' vecchiotto, ma almeno garantiamo una sicurezza: quello che facciamo lo facciamo per gli altri e non per metterci in mostra o per racimolare alti numeri di lettori per avere sponsor e quattrini. A noi interessa solo condividere le conoscenze, cercando di fare le cose per il meglio con grande umiltà culturale... Qui non si nasconde mai la polvere sotto il tappeto... :-P

  3. cara Monica... dimenticavo...

    La vita di un astronomo è piena di aneddoti, ma io li ho già sviscerati quasi tutti a quel "briccone" di Scherzy. Comunque, se me ne viene qualcuno in mente, non ancora raccontato, ti prometto che subirò la sua "tortura"... :roll:  :-P

  4. PapalScherzone

    Cara Monica,

    forse, un giorno legherò il "mio" Enzone alla sedia e lo costringerò a rilasciarmi un'altra intervista (chissà quanti scheletri nel cassetto :-P  ), nel frattempo, anche se lui non te l'ha voluto dire (non so se per modestia o vergogna :mrgreen:  ), potrai approfondire la sua conoscenza leggendo QUESTO e seguendo la catena dei link che ti porterà alle puntate successive della sua vera storia, peraltro non ancora terminata, infatti ci sono ancora alcune puntate che saranno presto pubblicate, piene di scottanti rivelazioni! Sai, tra le tante cose, qui si fa anche gossip :lol:

    Buon divertimento!

    :-D

  5. Mario Fiori

    Forza ragazzi fatevi sentire e vedere , almeno in questo articolo. Da  vecchio frequentatore e commentatore mi unisco in questo invito accorato. Leggete, leggete e commentate e ve lo dice uno che proprio ora ha vari impegni che lo bloccano e lo frenano, ma leggo e leggo.

    Cara Monica intanto benvenuta e poi ti consglio di frequentare e chiedere, informarsi e commentare , senza paura di sbagliare, te lo dice uno appassionato di Astronomia e di Scienza fin da piccolo che, portato dalla vita in altri lidi (comunque contento lostesso) ma  sempre affascinato dall'Universo e che, pur capendo il giusto ed annaspando, si butta .

    Carissima Monica approfondisci la conoscenza di Enzo e  sappi che , se avrai anche l'onore di conoscerlo di persona conoscerai, appunto, la Persona, con la sua giocosità, la sua semplicità, la sua preparazione e la sua signorilità.

  6. Paolo salvini

    Caro Vincenzo, ho scoperto questo blog da qualche mese ... e l'ho trovato subito stupendo: finalmente un blog scientifico nel vero senso della parola.

    Mi sono anche cimentato in qualche quiz (tra quelli piu' semplici), che ho trovato molto stimolanti. Il mio lavoro mi impedisce di essere assiduo come vorrei...

    Il blog a mio parere e' gia' perfetto cosi... ma ti butto li un'idea per una rubrica che forse potrebbe essere interessante per i tanti che come me amano la fantascienza, non molto  distante dal tema del blog.

    Lasciando perdere i film bambineschi alla Guerre Stellari, ogni qualche mese esce un film che ha l'ambizione di raccontare una storia futuristica nello spazio, cercando di riprodurre le cose come dovrebbero essere (tipo "the Martian" o "Gravity"... ) spesso pero' anche questi film descrivono situazioni improbabili (o fanno errori marchiani), che solo una mente preparata riesce a rilevare. Sarebbe interessante smascherare ed analizzare questi errori, senza voler metter in croce nessun regista (spesso le esigenze narrative hanno il sopravvento), ma spiegando invece come sarebbero andate le cose se ci si fosse attenuti alle leggi della fisica...

    Ti ci vedrei cioe' nel ruolo di mythbuster delle finzioni cinematografiche spacciate per "realistiche" ...

    Giusto per farti un paio di esempi (sperando tu abbia visto i film): in The martian lui si taglia un dito della tuta per generare la propulsione sfruttando la pressione interna, secondo me non si puo'... oltre che metterti a girare su te stesso, credo se ti tagli la tuta ti scoppiano i timpani ... o no ?

    In Gravity lui, acchiappato alla deriva nello spazio  dice che deve essere lasciato andare, ma perche' ? la quantita' di moto era gia' stata smaltita...

    Ciao. Paolo.

  7. Monica

    Grazie Mario, raccolgo volentieri il tuo invito, quel poco che sono riuscita a leggere mi piace molto, specialmente la vera storia di Vincensus che mi ha consigliato PapalScherzone: il video al termine della puntata 3 è fantastico, solo una persona semplice, giocosa e signorile oltre che preparata può fare una cosa del genere senza cadere nel grottesco. Quindi un grazie anche a PapalScherzone e, ovviamente, a Vincenzo!

    Continuerò a leggere e a commentare sicuramente!

  8. caro Paolo, ti ringrazio così come ringrazio sia Mariolino che Monica. Anche a me piace la fantascienza, ma non so quanto sia che non vedo più un film... Speriamo che tra i collaboratori qualcuno lo faccia e si possa impostare la rubrica che dici tu.

    dunque... se si rompe la tuta, la pressione esterna è così debole che scoppieremmo (ogni tanto è stato fatto vedere correttamente). Sulla quantità di moto bisogna vedere se il bloccarlo era riuscito a eliminarla del tutto. Se, invece, continuava ad averne a sufficienza si sarebbe potuto portare con sé il salvatore...

  9. givi

    Come già sai apprezzo tutti gli argomenti che proponete, anche se alcuni sono un po' duri, continuate così.

    Io commento poco ma ci sono sempre.   :mrgreen:

  10. Daniela

    Caro Givi,

    quello che hai detto mi ha fatto sorgere la curiosità di verificare quante volte commenti e posso dirti che, nell'ultimo anno (da marzo 2016), lo hai fatto trenta volte: una media di 2,5 commenti al mese (di solito dai 2 ai 4, con una pausa estiva da giugno a settembre).

    Guardando le statistiche, si può stimare che questo circolo abbia circa 2.500/3.000 lettori attivi di cui almeno 1.500 super-fidelizzati che si collegano tutti i giorni o, al massimo, ogni due: se tutti questi 1.500 commentassero "poco" come te, il povero prof. diventerebbe matto a gestire 4.250 commenti al mese, ovvero circa 140 al giorno (giusto? non ho la calcolatrice sotto mano...).

    Quindi a te sembra di commentare poco, ma in realtà, il tuo è un ritmo di tutto rispetto (specialmente considerando che segui il circolo fin dal suo inizio e Enzo anche da prima), basterebbero altri dieci lettori/commentatori come te per dare la "giusta" movimentazione ai commenti.

    Continua così e, se ne hai voglia, incrementa pure il ritmo, non credo che ci capiterà mai di dover installare un semaforo per regolare il traffico dei commentatori!

    Grazie per il tuo contributo!

    :-D

  11. E se non ci fosse Daniela come faremmo? Lo dico sul serio, ragazzi... Chi credete che cerchi e inserisca tutti i link negli articoli? Per non parlare della scelta e dell'abbellimento dei racconti, della stesura con Barbara delle avventure dei nostri amici ricci e tanto altro... Grazie Daniela... sei un MITO!!! :-P

  12. Daniela

    Un mito che sbaglia i conti... 1.500 x 2,5 fa 3.750!!

    :lol:

  13. meno male... così si può fare... e poi possiamo permetterci di sbagliare un poco anche noi e senza usare celestia... :mrgreen:  :mrgreen:

  14. Gianni Bolzonella

    Tutto evolve e si modifica.Questo comunque è un sito scientifico che sconfina in varia umanità,come si diceva tempo fa.Succede tra colleghi che lavorano,ma ogni tanto si concedono qualche salutare pausa,che li fa soggetti di una comunità.Quello che vorrei non cambiasse mai è la sensazione di avere a che fare con un ambiente pulito,signorile,senza baccano e fumi da osteria."La fuori",sento di continuo gridare,insultare,troppi spingono quel recinto in rovina,che è il mondo come lo abbiamo conosciuto finora,senza avere niente in mente per sostituirlo.Il salto scientifico-tecnologico che stiamo vivendo è come la rivoluzione industriale e l'invenzione della radio messe insieme.Occorrerebbero classi dirigenti lungimiranti,per gestire una mole di cambiamenti radicali,in tutti i campi del sapere,dell'etica,delle norme e delle leggi,degli scenari geopolitici che si sfaldano e si rimescolano.Ci sono troppe cose e istituzioni che si considerano immutabili e che saranno sepolti dagli avvenimenti molto presto,non necessariamente in modo indolore.Abbiamo troppi paraocchi etico-culturali che si sono sedimentati,viviamo in un altro spazio,gli oggetti che là si trovano sono diversi e quelli che sembrano vecchi hanno cambiato natura.

  15. Daniela

    "Quello che vorrei non cambiasse mai è la sensazione di avere a che fare con un ambiente pulito, signorile, senza baccano e fumi da osteria. "Là fuori" sento di continuo gridare, insultare..."

    Condivido e sottoscrivo al 100%, caro Gianni! E stai pur certo che il baccano resterà sempre fuori da questa porta... quelle poche volte che ha provato ad entrare, ha fatto presto dietro-front perché si è reso conto che qui non c'è pane per i suoi denti!  :wink:

  16. non posso che concordare con Dany... è più forte di noi cercare di "vivere" davvero e non far finta.... :wink:

  17. givi

    Se non ci fosse Daniela dovremmo inventarla.  :mrgreen:

    Per lei un "Grazie" anche per l'attenzione che ci riserva.

  18. Maria Pia

    Carissimi,
    credo che non ci sia altro modo di iniziare il commento che con un Grazie enorme, questo blog è qualcosa di stupefacente.

    Mi scuso per non aver mai commentato prima, seguo il blog da parecchi mesi ormai, sono stata sul punto di farlo in più di un'occasione ma mi sono sentita un po' intimidita visto che mi sa che sono tra le più piccole a leggere i vostri articoli (ho 17 anni) e ci sono tantissime cose che devo ancora imparare quindi il più delle volte non mi sento all'altezza, con questo post mi avete dato la spinta giusta... abito in Uruguay, un piccolo paese nel Sudamerica, ma ho vissuto la mia infanzia in Italia... nei mesi scorsi ho dovuto studiare per degli esami speciali per prendere la maturità prima del dovuto e questo blog mi ha salvato la vita. Mi sono letta in un paio di giorni tutta la serie di articoli sulla matematica che mi sono stati di grandissimo aiuto e così anche un sacco di articoli su fisica. Non avete idea di quanto sia importante per qualcuno come me avere accesso a dell'informazione così interessante, ben scritta e comprensibile. Da grande mi piacerebbe fare l'astrofisica, devo dire che ho in mente l'idea solo da poco più di un anno (da quando ho ripreso a guardare Star Trek, devo ammetterlo ahah) ma più leggo i vostri articoli e scopro cose nuove, più mi viene voglia di studiare questa disciplina talmente affascinante! Tra qualche mese mi sa che tornerò in Italia, spero di poter andare presto in università.

    Avete chiesto la nostra opinione, quindi vediamo se riesco ad esprimermi... il vostro blog è assolutamente perfetto, si vede che questo lavoro per voi è una passione e quando le cose si fanno con amore e non come se fosse un peso, non possono venire che bene. Ogni singolo articolo è estremamente interessante, e poi ce n'è per tutti i gusti, oggi ho dato di nuovo un'occhiata a tutte le rubriche perché ero un po' rimasta indietro e davvero sono una più bella dell'altra.

    Ciò che trovo di più interessante, ed unico, riguardo vostri articoli, è il modo in cui le cose vengono spiegate. Mi rivolgo soprattutto a Lei, Prof. Zappalà, la capacità che ha di insegnare gli argomenti più complessi con estrema semplicità mi fa venir voglia di continuare a studiare all'infinito, come mescola diverse discipline e concetti in un insieme di informazioni ben comprensibili e sempre interessanti... ma ancora più affascinante di questo è il modo in cui parla dell'Universo, con perenne ammirazione e meraviglia, condivido tantissimo la sua filosofia e le sue parole mi colpono nel profondo...

    Tutto ciò che posso dirvi è di continuare così, perché davvero il vostro lavoro è prezioso e sono sicura che tante persone, come me, non vi hanno mai scritto perché magari non sapevano cosa dire o non ne hanno avuto il tempo, ma lo apprezzano moltissimo. È bello sapere che c'è un sito sul quale si può trovare dell'informazione così esatta e completa, ciò che fate è ispiratore per molte persone che grazie a voi hanno capito quanto sia bella l'astrofisica e possono imparare su di essa tutto quello che vogliono.

    Quindi mi scuso per non aver mai commentato e d'ora in poi cercherò di essere un po' più attiva, è bello sapere di potersi comunicare con persone che sanno talmente tanto e che di norma mi sarebbero sembrate irraggiungibili, in un ambiente così rilassato ed amichevole... spero di essere riuscita ad esprimere tutto il mio apprezzo per il vostro lavoro ed ancora tanti, tanti complimenti a tutti coloro che contribuiscono in questo bellissimo ed Infinito Teatro del Cosmo...

    Un abbraccio forte a tutti.
    Maria.

  19. cara Maria Pia,

    il tuo commento è talmente ricco di valori, di pensiero e di maturità che non posso cavarmela con un grazie...

    Meno male che mi basta scrivere perché il groppo in gola che mi è venuto mi impedirebbe di parlare: 17 anni e saper scrivere e riflettere così bene merita una platea più grande e una risposta molto più articolata. Ho deciso (e spero che tu non te la prenda) di buttare giù qualche riga e qualche riflessione sul tuo commento che può essere visto da tanti lati e tutti sorprendentemente positivi. Vado a scrivere un articoletto a te dedicato, come risposta allargata per il tuo magnifico regalo... a dopo!

    Un bacione da un nonno italiano che hai fatto commuovere!

  20. PER TUTTI

    Insomma... niente da fare!

    I silenziosi vogliono restare silenziosi... Nemmeno un breve cenno, un "ci sono anch'io" o anche meno... Non c'è bisogno di iscriversi, basta scrivere il commento e lanciarsi nel... Circolo! Eppure, nessuno se la sente, se non i soliti noti... pazienza... (è comunque una comunicazione letta da molti e quindi...).

    Tuttavia, ci ha permesso di conoscere Maria Pia e già solo questo risultato è stato fantastico. Chissà quante altre Maria Pia o Mario Pio (qualcuno si ricorderà il personaggio di Sordi alla radio) ci sono, ma forse hanno paura di esporsi in un blog che potrebbe causargli chissà quali problemi alla privacy o chissà che rischi di bullismo o di insulti. No, non siamo in facebook o in twitter... siamo tra persone per bene che vogliono solo comunicare e condividere la conoscenza e le emozioni. Scusate la "parolaccia"... cerchiamo di fare CULTURA a tutto tondo (vi assicuro che non è ancora stata vietata da nessuna legge). E' triste sapere che il mondo di oggi fa così tanta paura da bloccare qualsiasi tentativo di condivisione tra persone che ancora sanno usare il cervello e  l'ironia.

    Il tempo che manca? Sicuramente sì... ma se pensiamo a quello perso a guardare il cellulare e ai pochi secondi necessari a mandarci un commento, un consiglio, un suggerimento... non penso proprio che sia un valido motivo.

    Paura di apparire poco esperto? Questa è proprio una "balla"... siamo tutti ignoranti e abbiamo tutti voglia di imparare...

    Va beh... lascio ancora in evidenza questa richiesta e poi la toglierò ... e mi rassegnerò all'idea che sia più facile trovare persone che insultano su facebook che non trovare persone che ancora si sentano disponibili a contattarci per rendere sempre migliore il nostro Circolo. Un brutto mondo che temo possa ancora peggiorare... Sono proprio un illuso!!!!

  21. givi

    WOW! La nuova schermata!!!

    (Postato qui perchè non saprei dove).

  22. Daniela

    Eh sì, è proprio bella!

    Anche se un po' sfocata per la bassa risoluzione, il messaggio che trasmette è chiaro e forte e ben rappresenta lo spirito di chi si affeziona a questo Circolo.

    E' grazie alla piccola grande Maria se abbiamo quell'immagine, ma ancora non sa come l'abbiamo usata! Speriamo che le piaccia l'idea!!

    :-D

  23. Maria Pia

    L'ho vista ieri l'immagine, è che non sapevo dove commentare perché i vostri commenti mi erano arrivati all'email ma non li trovavo qui... dovevo premere "newer comments"... pazienza che devo ancora imparareeee

    L'idea mi piace moltissimo, è davvero bella e sta benissimo nel blog! Chi l'avrebbe immaginato che quell'immagine trovata tempo fa sarebbe finita qui? Mi ha fatto tanto piacere vederla, grazie a voi per averla usata :wink:

  24. Cara Maria Pia,

    grazie a te!

    Vogliamo cercare di rendere più visibile la pila di libri, riducendo l'immagine  e aggiungendo qualcosa intorno... Comunque, per adesso va bene così. Consideriamolo un ponte tra l'Italia e l'Uruguay!

    un bacione

     

  25. Maria Pia

    Caro Enzo,

    sì concordo, penso che sarebbe carino e sono certa che ci riuscirete, comunque l'idea del ponte è bellissima, siamo tanto lontani ma mi fate sentire vicinissima!

    Bacioni

  26. lontani Maria Pia? Siamo solo su un granellino di polvere e nemmeno agli antipodi. Pensiamo alle distanze cosmiche e ci sentiremo abbracciati!!!! :mrgreen:

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.