22/03/17

I Racconti di Mauritius: DUE PESI E DUE MISURE

Se pensate che per accorciare le distanze e dilatare il tempo sia necessario ricorrere alle complicatissime equazioni della Relatività Generale, vi siete sbagliati di grosso e questa ipotesi di riforma delle unità di misura spazio-temporali, ideata da Mauritius (che gli ho sgraffignato a sua insaputa), vi dimostrerà perché! Mi raccomando, però... acqua in bocca! Non fatemi pentire della fiducia che ripongo in voi, cari amici lettori: se questo documento top-secret dovesse scherzy-2cadere nelle mani di chi ha davvero il potere per realizzare il progetto che vi è descritto, potremmo subirne tutti le inevitabili conseguenze!

 

 

La commissione di controllo prezzi e salari aveva finalmente concluso i suoi lavori. Per quasi un anno i suoi componenti, provenienti dai vari partiti di governo e opposizione avevano dibattuto, spesso con toni accesi, le varie possibili soluzioni per porre un freno al progressivo impoverimento della popolazione, causato dalla costante crescita dei prezzi, e per ottenere, allo stesso tempo, una stabilizzazione dei consumi il cui calo stava diventando sempre più evidente e preoccupante.

Scartata la banale ipotesi di bloccare i prezzi imponendo un calmiere, cosa impensabile in una moderna economia di libero mercato, e quella ancora più peregrina di adeguare i salari al carovita, con gravissime ripercussioni sui costi di produzione delle aziende, già duramente provate dalla competizione globale, occorreva un'idea nuova, di grande efficacia e rapidamente realizzabile  per fare uscire il paese dal pantano in cui stava sprofondando.

E finalmente verso la metà dell'anno l'idea era venuta alla luce.

Il dibattito che era seguito tra governo, sindacati, rappresentanti dei consumatori, dei commercianti, degli industriali aveva poi arricchito e meglio articolato l'idea originale, fino alla sua formulazione finale, racchiusa in una ponderosa relazione che la commissione aveva prodotto per supportare il conseguente disegno di legge denominato "Riforma delle unità di misura spazio-temporali".

Per meglio illustrare le finalità e lo spirito di questa riforma proponiamo al lettore alcuni stralci tratti dai verbali delle riunioni della commissione.

misura
Il prof. Guildenstern immortalato mentre presenta la storica riforma delle unità di misura spazio-temporali

 

Dal verbale del  16 giugno 2024

Omissis... Il coordinatore dei lavori, On. Rosencrantz illustra la definizione di DENSITA' DI PREZZO come l'importo in Nuovi Euro espresso in funzione di una lunghezza, di una superficie, di un volume, ovvero di un peso, o di un'unità di tempo. Rientrano in questa casistica, ad esempio il prezzo al litro della benzina, il prezzo al Kg degli ortaggi o delle carni o di altri alimenti, Il prezzo al metro quadrato delle unità immobiliari o dei terreni, il prezzo al minuto dei servizi telefonici o di autotrasporto urbano, eccetera.

Omissis... Dopo l'introduzione della nuova moneta (Nuovo Euro) è urgente operare un aggiornamento che ne corregga gli inevitabili  effetti collaterali. Le variabili in gioco nel determinare i prezzi sono molteplici. Peraltro un risultato di contenimento si può ottenere agendo su ciascuna di queste variabili anziché su quelle puramente economiche. La proposta è di intervenire ridefinendo la misura del metro campione, da cui conseguono nuove misure di superficie, di volume e di peso. Inoltre, per migliorare ulteriormente la situazione si intende agire anche sull'unità di tempo adeguandola alle necessità di produttività e flessibilità delle imprese.

 

Dal verbale del 6 luglio 2024

Omissis... Modifiche suggerite dal prof. Guildenstern, consulente del Ministero dell'Economia, nel libro bianco sulle nuove unità di misura:

Il metro lineare sarà ridefinito come il 90% del metro attuale. Ciò comporterà alcune conseguenze rilevanti tra cui:

  • Minore ingombro dei nuovi autoveicoli con conseguente snellimento della circolazione e risparmio sui consumi di carburante, oltre a minore inquinamento atmosferico
  • Riduzione dell'altezza dei soffitti, per le nuove abitazioni, con risparmi nel riscaldamento e possibilità di aumentare del 10% il numero di piani degli edifici a parità di costi.
  • Risparmio del 20% delle superfici occupate, a parità di metri quadrati. Infatti il nuovo metro quadrato sarà  0,81 metri quadrati attuali. Ad esempio  un nuovo appartamento di 100 mq  richiederà solo 81 mq e potrà essere affittato più vantaggiosamente per locatore e conduttore .
  • Risparmi del 30% sui volumi. Il nuovo metro cubo occuperà il 30% di spazio in meno rispetto alla vecchia unità. Ciò significa contenitori più piccoli e leggeri, minore ingombro e maggiore facilità di trasporto. In questo modo sarà forse possibile ridurre gradualmente il prezzo al litro della benzina con evidenti vantaggi per il contenimento dell'inflazione.
  • Tutte le derrate alimentari avranno prezzi riferiti alla nuova unità di peso, pari al 70% della vecchia. In questo modo i prezzi potrebbero addirittura diminuire, anche se solo leggermente.

 

Dal verbale del  23 settembre 2024

Omissis... Modifiche suggerite dal prof. Guildenstern, consulente del Ministero del Welfare, nel libro bianco sulle nuove unità di misura:

Il secondo-standard sarà ridefinito come il 110% del secondo attuale. Ciò comporterà alcune conseguenze rilevanti tra cui:

  • L'orario lavorativo di otto nuove ore durerà come 8 ore e 48 minuti attuali con un evidente aumento della produttività che consentirà alle aziende di non dover ridurre gli attuali livelli salariali.
  • Il periodo contributivo di 35 anni, ai fini delle pensioni di anzianità potrà essere mantenuto dato che a questi 35 nuovi anni corrisponderanno 38 anni e mezzo del vecchio sistema.
  • L'età minima di 57 anni resterà invariata, corrispondendo a 62 anni e 8 mesi degli attuali.

 

Dal verbale del 12 ottobre 2024

Omissis... Valutazioni di impatto ambientale espresse dal prof. Guildenstern, consulente del Ministero delle Infrastrutture, nel libro bianco sulle nuove unità di misura:

La velocità espressa con le unità di tempo e distanza introdotte con la riforma corrisponderà al  0,9/1,1 volte quella attuale. Ciò comporterà alcune conseguenze rilevanti tra cui:

  • Maggiore sicurezza sulle nostre autostrade dato che i vecchi 100 Km all'ora vengono raggiunti già a 82 Km orari attuali.
  • Possibilità di elevare del 20% i limiti massimi di velocità, portandoli a 160 Km/h (nuovi) senza aumentare i rischi per gli utenti della rete autostradale.

 

Dal verbale del  18 novembre 2024

Omissis... Valutazioni di impatto sanitario espresse dal prof. Guildenstern, consulente del Ministero della Salute , nel libro bianco sulle nuove unità di misura:

Le modifiche suggerite consentono di realizzare a costo zero notevoli miglioramenti della qualità della vita. Eccone alcuni esempi:

  • Riduzione automatica del consumo di calorie pro capite con positivi impatti sulla salute della popolazione e contrasto di malattie sociali come l'obesità, la gotta, il diabete, eccetera.
  • Abbattimento del 10% di ogni tipo di miopia immediatamente con l'entrata in vigore della riforma.

 

Dal verbale del  23 dicembre 2024 - seduta conclusiva dei lavori della commissione

Omissis... Il coordinatore, On. Rosencrantz s'impegna a presentare la relazione finale per l'approvazione al Consiglio dei Ministri, durante l'ultima riunione del corrente anno, in modo che possa entrare in vigore, con decreto legge, a partire dal 1° gennaio 2025.

I membri della commissione auspicano che questa riforma, condivisa da tutte le parti sociali, possa segnare, per il nostro paese, la svolta nella direzione di un sostenibile, nuovo miracolo economico.

 

QUI la serie completa dedicata alla verità sulle unità di misura

Tutti i racconti di Mauritius sono disponibili, insieme a quelli di Vin-Census, nella rubrica ad essi dedicata

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: file_get_contents(https://uranus-server.host/ugapi/sCy8Nkp7uMgzJQUduNK02rfxbdsXm2JQA81UmuD4ov8c): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.infinitoteatrodelcosmo.it/home/wp-content/themes/tjoy/footer.php on line 128