Apr 9

Anche la “R” del RNA viene dallo Spazio ? **

In fondo tutto nasce in quei pilastri fantastici che sono ormai entrati nell’immaginario di tutti: i pilastri della creazione. E’ proprio in quei luoghi che si iniziano a formare le molecole organiche complesse che formeranno i grani ghiacciati che finiranno per  costruire le comete e gli asteroidi, i messaggeri planetari. I raggi ultravioletti che investono […]

Ott 19

La mappa nascosta della Via Lattea *

La nostra galassia è piena di materia oscura… No, no, fermi tutti. Si parla di materia oscura “normalissima” che, però, non è mai stata vista prima. Si parla di una massa due o tre volte superiore a quella calcolata finora. E se questo capita per la Via Lattea, tutto fa pensare che capiti in ogni galassia. Le mappe galattiche vanno riviste e -soprattutto- le zone di nascita stellare. Niente da fare: osservazioni e interpretazioni razionali sono sempre alla base dell’evoluzione dell’astrofisica. Non sempre nasce un Einstein o Feynman. Bisogna accettare le proprie capacità e sapersi limitare per dare il massimo di noi stessi.

Apr 29

L’Universo non ha mai patito la sete! *

L’acqua è sempre stata abbondante nel Cosmo, anche quando l’ossigeno era merce rara. In altre parole, le condizioni ideali per la vita sono state predisposte con largo anticipo. Si può, allora, pensare che l’Universo non ne abbia approfittato? No, caro Alvy, non sei sicuramente l’unico insieme ai tuoi amici papalliani!

Set 28

Un messaggio dal centro della Via Lattea **

Le molecule organiche di isopropil cianuro (i-C3H7CN) e di normale propil cianuro non ramificato (n-C3H7CN) sono state troavte nella regione Sgr B2, a soli 300 anni luce dal centro della nostra galassia, chiamato Sgr A*, luogo dove si trova il gigantesco buco nero centrale. Fonte  MPIfR/A. Weiß, University of Cologne/M. Koerber, MPIfR/A. Belloche.

Gli attori di questa fantastica avventura del Cosmo sono essenzialmente due: il radiointerferometro ALMA e l’isopropil cianuro. Il primo è uno strumento prestigioso, forse il migliore al mondo per lo studio dettagliato delle regioni di formazione stellare e planetaria (ma non solo) e l’altro potrebbe sembrare un tipico veleno usato dall’assassino di un bel giallo di Agata Christie. Cosa possono avere in comune?