Mar 3

Dopo gli orsi anche i pinguini… povero riscaldamento globale!

Ricercatori poco inclini alle regole del GW hanno scoperto 751527 coppie di pinguini di Adelia (più di quelli che abitano il resto dell’Antartide) nelle Danger Islands (Isole del Pericolo). Essi includono la terza e la quarta più grande colonia di pinguini di Adelia del mondo.
Fonte: Michael Polito, © Louisiana State University

Cosa c’è di meglio del far vedere un orso agonizzante o un pinguino morente su una desolata distesa di ghiaccio (ops… terriccio con tracce di neve) per dare credito alla terribile azione distruttiva del riscaldamento globale (sì, proprio quello che sta bloccando treni, strade, scuole, teste di rapa, ecc. in questi giorni… avete notato che il farfallino si è eclissato?) Ci sentiamo tutti un po’ colpevoli e apriamo volentieri le tasche per rifornire la criminalità organizzata che sta perfino preferendo le energie alternative alla droga e alla spazzatura..

Feb 17

Gli orsi polari aumentano (alla faccia delle cassandre animaliste).

PIC FROM THOMAS KOKTA / CATERS NEWS (Pictured: POLAR BEAR WITH TRIPLETS) - A lucky photographer has managed to photograph these adorable images that of the playful first moments in the lives of young polar bear cubs. It is believed less than 500 people have been lucky enough to witness baby polar bears when they emerge from their dens in the wild. But wildlife snapper Thomas Kokta, from Issaquah in Washington, USA, has been shooting polar bear families for the past few years carefully learning their first moves. Thomas, who travels to Manitoba, Canada, to locate these families, has witnessed not only the cuteness of baby polar bears firsthand, but also the extremely rare phenomenon of a mother bear that has given birth to surviving triplets. SEE CATERS COPY

Non sono un’attivista animalista, ma amo e, soprattutto, rispetto gli animali e le loro caratteristiche naturali (non i cani addestrati a saltare o anche peggio o le foche col pallone sul naso o le orche tenute in piscine di pochi metri). Sono quindi contentissimo per la notizia giunta dai centri di ricerca ufficiali per il controllo degli orsi polari: la loro popolazione continua a crescere (e non poco) alla faccia delle cassandre del GW e del WWF.