Gen 29

Incontro celeste... e penso a Galileo.

E' la sera del 27 gennaio e tutto è pronto per riprendere la Luna e Giove in una bellissima configurazione celeste al limite dell'orizzonte. Osservando una congiunzione come questa, dove proprio la Luna e Giove sono vicissimi, non posso fare altro che pensare a Galileo; è grazie a lui se ho e abbiamo la piena consapevolezza di ciò che si osserva.

Il primo uomo che ha rivolto il suo "perspicillum" verso questi corpi del nostro sistema solare, colui che ha sfruttato uno strumento nato per la guerra donandogli un fine più nobile, ha ampliato la nostra visuale dell'universo in modo straordinario.

Prima di lui gli uomini guardavano il mondo e vedevano una cosa, dopo il suo passaggio ne videro un'altra. Sono questi i grandi uomini, coloro che grazie alla loro mente ed al loro coraggio riescono a cambiare il corso degli eventi e la concezione di tutto quello che ci sta attorno.

Giorgia Hofer

Giove e la Luna distanti appena 2 gradi
Giove e la Luna distanti appena 2 gradi

6 commenti

  1. cara Giorgina,

    normalmente le scoperte scientifiche si trasformano in armi... Galileo è riuscito a fare il contrario. Grandissimo anche se fosse solo per questo!

    Bellissima foto e bellissimo pensiero :-P

    Chiedo troppo? Una bella immagine dei 5 pianeti 5, ognuno con una cima dolomitica sotto di lui? Si riesce?  :-o

  2. Daniela

    Tempo fa ho avuto il privilegio di visitare Villa Il Gioiello, situata nei pressi dell'osservatorio fiorentino di Arcetri, dove Galileo ha trascorso molti anni della sua vita, fino alla morte, accudito dalla figlia suor Celeste.

    Aver rivissuto, grazie ad una compagnia di attori veramente bravi, il processo da parte dell'Inquisizione e calpestato lo stesso giardino nel quale lui si fermava ore ad osservare il cielo, credetemi, mi ha procurato un'emozione indimenticabile.

     

  3. peppe

    deve essere davvero emozionante vivere in mezzo alla natura selvaggia delle montagne...ti invidio un pò Giorgia

  4. gioyhofer

    Grazie a tutti, troppo gentili.

    Enzo, per domani mattina ho in programma di salire al Passo Tre Croci per riprendere questo bellissimo allineamento, vedrò di fare il possibile te lo assicuro.

    Che bello Daniela, piacerebbe anche a me visitare i luoghi del grande scienziato pisano una volta. :) Deve essere una sensazione unica.

    Si Peppe, vivere quassù è molto bello, lontano dal cemento dei palazzi cittadini. Per un periodo ho vissuto anch'io lontano da qui, questo mi ha fatto capire  ed apprezzare ancora di più la vita in montagna.

  5. La vera intelligenza credo sia la consapevolezza di ciò che ci circonda,la paura ci assale quando capiamo che questa consapevolezza è veramente poca cosa,chiusa all'interno di un attimo.Per fortuna la gioia della scoperta se pur piccola,è gratis e appagante a prescindere!

  6. Daniela

    Se dovessero organizzare di nuovo un evento del genere, Giorgia, ti informerò senz'altro.

    Villa Il Gioiello, purtroppo, non è aperta al pubblico (è di proprietà dell'Università e viene usata per incontri e conferenze) e quella è stata un'occasione per ora unica. Comunque ricevo continuamente le newsletter di quella compagnia di attori, specializzata nel far visitare luoghi storici facendo rivivere i personaggi che li hanno abitati, non si sa mai...

    P.S. Stupendo il titolo che hai dato al tuo articolo... specialmente se lo leggi pensando che Celeste era il nome della figlia di Galileo  :wink:

     

     

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.