Articoli di Fisica Articoli di Matematica

 

I papallicoli sono i più grandi esperti di storia papalliana esistenti. Hanno trascorso anni e anni a studiare, recandosi anche in loco, gli usi, i costumi e le tradizioni di questo fantastico popolo alieno. Sono riusciti a comprendere lo spirito papalliano più profondo e, addirittura, a immedesimarsi nei pensieri dei loro amici galattici.

Non crediate che sia stata un’impresa facile: i papalliani usano un linguaggio completamente diverso dal nostro, fatto di segnali visivi quasi impercettibili e non vi dico quanto sia difficile e complicato riuscire a “leggere” i loro manoscritti. La chiave per superare questo enorme ostacolo iniziale ha preso il nome di pietra di Papalrosetta, scoperta all’interno di un meteorite e decodificata dal Prof. PapalEnzo che ha, così, aperto le porte alla conoscenza di quel pianeta dove le leggi fisiche sono facilmente comprensibili perché si verificano condizioni ambientali molto particolari. La grande esperienza in materia e una capacità divulgativa fuori dal comune, inoltre, gli hanno consentito di trasferire ad altri la curiosità di sapere di più e di studiare questi strani, simpatici e miti personaggi.

Riassumendo brevemente il carattere papalliano, possiamo dire che sono ben lontani da essere dei “sempliciotti”. Loro hanno una conoscenza della fisica estremamente avanzata e proprio per questo si divertono e gioiscono a usare quella di base in tutte le occasioni. L'intero papalpopolo la conosce e si diverte con essa, nessuno escluso e, fin da piccoli, la curiosità e la sete di conoscenza sono fonti inesauribili da cui attingere per praticare sempre nuovi giochi.

I papallicoli hanno sposato in pieno questo particolare atteggiamento e propongono a tutti e a tutte di partecipare a questo esperimento all'insegna della semplicità, da non confondere con la banalità.

Un esperimento che non pone particolari limiti di età, l'unico vero limite è rappresentato dall'assenza di curiosità ma, ahimè, questa è una malattia difficilmente curabile persino su Papalla..

Non ci resta, quindi, che augurarvi di divertirvi con loro e... che Papalla sia con tutti noi!!