Gen 8

M42

Questo è forse l'oggetto più spettacolare del nostro cielo, ogni volta che prendo il telescopio non posso fare a meno di ammirarla e di fotografarla... La bellissima Nebulosa di Orione spicca tra le stelle della spada del cacciatore ed ogni volta rapisce il mio sguardo. Come disse il grande Camille Flammarion, che amo sempre citare nelle mie descrizioni:

"Come contemplare questa magnifica Nebulosa di Orione, senza provare una profonda emozione, senza ammirare quest'opera gigante della natura? Bisognerebbe, per rimanere impassibili, guardare senza vedere, o meglio occorrerebbe possedere degli occhi che più non vedono, un cervello che più non pensa, un cuore che non batte più. Il fioco raggio che ci giunge da si remota plaga ci mette temporaneamente in comunicazione con queste strane creazioni, e le passioni della vita terrena rimangono assopite e dominate dall'ascendente che la contemplazione celeste esercita sull'anima nostra.
Malgrado l'abisso inscandagliabile che separa la nostra dimora da quelle remote regioni, si sente che lassù esistono dei focolari di luce, dei centri di movimento; fuori di noi non è il vuoto, non è il deserto, c'è qualche cosa...."

Una magia sempre attuale e alla portata di chi, come noi, ama provare emozioni, con gli occhi vuole vedere e con il "proprio" cervello vuole pensare...

Giorgia Hofer

somma 30 pose m42 piccola firma aac

5 commenti

  1. giorgio

    Bravissima come sempre, ma come sempre avara dati tecnici.

  2. Alvermag

    Una sola parola: magnifica!

  3. Paolo

    Splendida immagine di uno splendido soggetto.. e pensare che quella “nube molecolare” è un grossa incubatrice da cui nasceranno nuove stelle..

    Un'immagine che arriva dal passato (poco più di 1300 anni fa in tempo terricolo) che indica come sorgerà il futuro...

    Paolo

  4. cara Giorgia,
    splendida come sempre l'immagine, ma soprattutto la reazione emotiva che ci collega a qualcosa di ben più elevato. Senza volere esagerare, ovviamente, la differenza sta nel come si vede la Gioconda: per i tanti è una magnifica foto, per i pochi è la Natura che diventa persona e sorride della propria presa di coscienza. Un baratro...

    caro Giorgio,
    non è quindi difficile capire perché da noi i dati tecnici sono di importanza risibile... Non è l'immagine la prima attrice, ma quello che scatena nell'animo e nella mente (che è poi la stessa cosa...).

    caro Paolo,

    "Un'immagine che arriva dal passato e che indica come sorgerà il futuro..."

    Se non copi (e sono sicuro di NO), stai proprio diventando il punto di riferimento letterario e filosofico del circolo 8-O :-P Grazie!

  5. gioyhofer

    Vi ringrazio tutti.
    Giorgio, ha ragione Enzo quando dice che per noi la cosa importante è la sensazione che suscita la visione degli oggetti celesti, e non tanto l'aspetto tecnico.
    Questi dati si possono trovare facilmente su internet, e si scostano veramente poco da come faccio io, ti assicuro che non uso nessuna tecnica particolare o che non è ancora stata inventata.

    :)

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.