Gen 31

Usare la tecnologia per migliorarsi al fine di sopravvivere

Quale sarà il futuro dell'umanità? Come saremo tra 100 anni? O 1000 anni? O, addirittura, 100.000 anni?

Beh, vedendo la società attuale il futuro non sembra essere molto roseo vedendo ciò che succede ogni giorno. Siamo una civiltà tecnolpgica che vede alternarsi innovazioni su innovazioni ormai in breve tempo. Siamo "armati" di cellulari che fanno tutto o di social in cui ognuno può dire la propria (uhm) :roll:

La tecnologia è utile a seconda di come la si usa. Un coltello può essere usato per tagliare un pacco ma può essere usato anche per uccidere. Insomma la tecnolgia non ha colpe e solo l'uso che se ne fa. Quale scelta per la tecnologia? Strumento per uccidere o per migliorarsi ancor di più? Io spero che l'opzione che l'umanità scega sia la seconda.

Leggendo riviste scientifiche ci sono tante di quelle promesse che se attuate si potrà davvero sopravvivere al meglio.
Una in particolare sembra fantascientifica ma ve la cito perchè a mio avviso interessante: la possibilità di impiantare chip nel cervello per migliorare le capacità cognitive. Pensate che supergeni in giro tutti i giorni :mrgreen:

Con il miglioramento delle cure per alcune malattie, si prevede che l'uomo entro pochi decenni vivrà fino a 150 anni. Non mi pare cosa da poco.

Secondo me ci proiettiamo al futuro pensando un pò a quello che siamo oggi e non pensando che la tecnologia avanza e quindi cose impossibili oggi potrebbero essere possibili domani. Per questo invito a non essere pessimisti ma a ricercare quello spiraglio di luce che ci renda in grado di migliorarci per sopravvivere al meglio.

Se poi si è cosi stupidi da farci fuori con le nostre stesse mani, allora l'intelligenza non è servita a niente e non è una garanzia di sopravvivenza a lungo termine. Meglio essere batteri a questo punto. Semplici ma vincenti.

Io sono fiducioso che prima o poi il sistema solare sarà alla nostra portata e magari anche i viaggi interstellari. Magari si scopriranno metodi che neanchè ci sogniamo ora e che ci permetteranno di farlo. In fondo la tecnologia spaziale a solo una 60 anni. 1000 anni non possono essere sufficienti per uno sviluppo adeguato?

Se la tecnologia servirà a migliorarsi perchè non usarla?
Oggi siamo in grado di entrare nel DNA e nei suoi meccanismi. A titolo di informazione e senza entrare nei discorsi etici e invito chi commenta di non entrare nel merito dell'etica, manipolare il DNA sarebbe utile ad affrontare carestie, evitare il rigetto di trapianti, ricostruire interi organi da sostituire se danneggiati da un tumore, curare i tumori. Insomma il miglioramento è dietro l'angolo. Poi l'etica ci deve essere per evitare il cattivo uso.

I climi cambieranno, la tettonica a zolle farà il suo corso. Siamo pronti a tutto questo?
In un documentario si afferma che fra un miliardo di anni l'uomo, se esisterà ancora, sarà costretto a vivere sottoterra e potrà uscire di notte per via dell'aumento di intensità del sole che porterà le temperature medie del pianeta di innalzarsi di 70 gradi.
Avere un corpo in grado di resistere al calore e alle radiazioni sarebbe davvero buono per la sopravvivenza.

Io non oso pensare, fra solo 1000 anni, a che livelli tecnologici l'uomo potrà arrivare. Se sfrutterà al meglio le sue potenzialità per migliorarsi egli sopravviverà, altrimenti è giusto che si estingua. In fondo la vita sulla Terra non sentirà la sua mancanza e tutto procederà come se nulla fosse successo. L'uomo potrebbe essere solo un passeggero temporaneo nel treno dell'evoluzione?

Secondo voi, un'eventuale civiltà aliena avrà gli stessi problemi che ci poniamo noi oggi?

6 commenti

  1. caro Peppe,

    il tuo articolo sembra essere stato inserito proprio secondo una regola concordata a priori (e invece non c'è stato contatto preliminare). Questo è un piccolo grande mistero del Circolo: spesso e volentieri uno di noi  pubblica qualcosa che va in perfetto accordo con qualcosa che un altro sta ancora scrivendo... Chiamatelo se volete...ENTANGLEMENT !!! Forse abbiamo scoperto che la MQ funziona anche sui corpi macroscopici! Qui, tutto può capitare... :mrgreen:

    Mi spiego meglio: la prossima avventura di astericcio & co. dovrebbe svolgersi su un mondo che rispecchia molte cose dette da te...

    La potenza del pensiero... :-P

  2. Barbariccio & Daniccia

    Ecco... tanta fatica per scrivere il racconto su Newton, quasi pronto per la pubblicazione, e se n'è già dimenticato... :cry:

    Potenza della memoria corta???

    :mrgreen:

     

  3. ma come? Io ho fatto riferimento a TUTTI gli articoli, uno scrigno delle sette (anzi otto, per adesso) perle!!! :(

  4. Barbariccio & Daniccia

    Sei bravo a riprenderti in corner... :-P  :-P

  5. Ma che dite? Ricordatevi che io conosco Astericcio da più tempo di voi... :wink:

  6. Beh... visto che mi si accusa velatamente di non conoscere abbastanza Astericcio, eccovi la sua vera storia... appena pubblicata. E se non vi piacciono le storie sdolcinate... non leggetela,ma è solo la verità! :mrgreen:

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.