22/05/18

Il Cammino della Speranza ovvero il Circolo si sta quadrando

Sono stato a lungo incerto se scrivere o no queste poche frasi, ma -come ormai sapete bene- spesso e volentieri mi lascio andare a un sentimentalismo un po’ (o molto) deamicissiano. Il fatto è che non me ne vergogno. Ben altre sono le azioni che potrebbero far rivivere l’ormai obsoleta molecola della vergogna.

Sabato scorso è venuto a trovarmi, per la seconda volta, l’ormai mitico “Frank”, lettore residente in Sud Africa. Che dirvi? Mi sembra, ancora una volta, di aver trovato non solo un vero amico, ma anche una persona molto rara per la preziosità e la serenità del pensiero e del carattere. E, sono assolutamente sincero quando dico che sono profondamente dispiaciuto che il suo prossimo viaggio in Italia non avverrà in tempi brevi.

Ancora un personaggio conosciuto tramite il Circolo si dimostra all’altezza delle aspettative, anzi le supera. Iniziando con il super Marko (alias SMA, il nostro amministratore globale e compagno pioniere), proseguendo con Davide (alias Lampo) e poi con la mia nuova figliola Daniela (anima e cuore del Circolo insieme al suo alter ego Scherzy), con l’imprevedibile e insostituibile Maurizio (alias Pautasso) e con il vulcanico Paolo, l’uomo della relatività ristretta, senza dimenticare Mario (Fiori) e la sua saggezza sempre vigile e la dolcissima e bravissima “fotografa d’arte” Giorgia.

Un poligono parziale verso la quadratura del Circolo. Da sinsitra a destra: il sottoscritto, mia moglie, Daniel, la compagna di Maurizio, mia figlia Barbara, Maurizio e Frank
Un poligono parziale verso la quadratura del Circolo. Da sinistra a destra: il sottoscritto, mia moglie, Daniela, la compagna di Maurizio, mia figlia Barbara, Maurizio e Frank

Ho avuto l’onore e il piacere di conoscerli direttamente e solo per questo risultato sarebbe valsa l’apertura del Circolo. Mancano ancora all’appello di un incontro diretto grandi amici e colleghi come Arturo, Umberto, Andy, Fabrizio, Giorgio, Peppe, Givi, Leandro, Fiorentino, Franco Mantovani, Gianni e molti altri che non mancano mai di esprimere, anche solo con le parole scritte, la loro vera essenza umana.  Spero che anche loro possano essere tra non molto lati del poligono che riempie sempre più il nostro “Circolo”. E mi scuso con chi ho dimenticato, ma la mia memoria altalenante la conoscete molto bene (e meno male che c’è Scherzy…).

Al di là di queste frasi che non sono assolutamente “fatte” come può sembrare a prima vista, ci tengo ad esprimere una riflessione che mi è girata in testa dopo una lunga discussione libera e aperta avuta con Frank. Come sta andando il mondo? C’è qualche speranza per l’homo sapiens sapiens? E’ veramente lui che può condizionare il proprio futuro? C’è stata una vera evoluzione razionale nel corso dei secoli e dei millenni? Non so e non voglio dare una risposta (sarei arrogante e superbo), ma parlando di "speranza” mi è tornato in mente un vecchio film del 1950 di Pietro Germi: “Il cammino della speranza”.

Sentendo in televisione ciò che sta capitando ai confini tra Francia e Italia, dove centinaia di persone della specie umana vengono lasciate morire nella neve o vengono ricacciate senza un minimo di razionalità etica, penso  a cosa succedeva ai nostri emigranti del dopoguerra, quando attraversavano per fame le stesse montagne. Non dico altro, e capisco che a molti il tutto puzzerà di stereotipato sentimentalismo alla libro “Cuore”. A me no… e la scena finale del film che trovate qui di seguito mi colpisce sempre e mi suggerisce una risposta alle domande che ci siamo fatte precedentemente.

Scusate per questa caduta “vecchio stile”, ma leggendo Euclide e Archimede non mi sento assolutamente in colpa.

26 commenti

  1. PapalScherzone

    Ma come, Enzone... pubblichi le foto di tutti e non il nostro selfie???

    Poco male... rimedio io (come sempre 8)  )

    :mrgreen: :-P

     

  2. esattamente ciò che dicevo prima: solo Scherzy può rimediare alla mia memoria altalenante  :mrgreen:

  3. PapalScherzone

    ...ed io lo faccio col papalcuore, lo sai!

  4. umberto

    scusate ancora non ho capito bene chi è Frank e chi è Maurizio

  5. Arturo Lorenzo

    se non erro, Maurizio è quello con le bretelle rosse  :)

  6. l'ultimo a destra è Frank...

  7. Maurizio è proprio l'uomo dalle bretelle rosse... :wink:

  8. umberto

    ah ecco, un segno particolare. A.llora avevo capito bene

  9. Daniela

    Sì, sì... è proprio lui non ci sono dubbi!

    Oltre a Pautasso sulla maglietta, ha anche la faccina dell'angolo del quiz! E il bello è che si tratta di una coincidenza: la faccina dei quiz l'ha scelta Marko-Sma pochi giorni fa, che non sa niente di questa maglietta regalata a Mau l'anno scorso :lol:

  10. umberto

    forza Maurizio cerca di guadagnarti la maglietta con il simbolo..hai ben due quiz irrisolti

  11. Maurizio Bernardi

    Oreste ed io abbiamo concordato di non esagerare con le soluzioni e lasciare spazio ai "Silenti".

    Quindi, anche per rispettare l'invito di Enzo, stiamo in "stenbai" ( come usa scrivere Pautasso) ancora per un po'.

  12. riguardo al quiz dei pappidi devo confermare che sia Mau che Andy hanno già riposto correttamente (in privato). Aspettano lealmente ancora un po', ma i silenti sono sempre più silenti. Giacomo deve ancora completare...

    Se oggi nessuno risponde via libera!!!!

  13. umberto

    io non ho  messo limitazioni Maurizio, ciascuno può rispondere quando vuole

    chiaramente se ha interesse a farlo

  14. Gianni Bolzonella

    Oggi complice un simpatico,amichevole sfogo del nostro grande anfitrione Vincenzo,ho visto una foto del genere di persone che chiunque vorrebbe incontrare nella vita.Complice una sana voglia di sapere,di esplorare.Auguro alla simpatica compagnia allargata,di trovare quello che cerca.A presto!

  15. Maurizio Bernardi

    Grazie dell'augurio Gianni, Aspettiamo anche te...

  16. L'esaustione non perdona!!!! :mrgreen:

  17. Mario Fiori

    Grande Enzo e grande Circolo. Bello vedere questa unione e questo umano spirito.

    Caro Enzo il nostro spirito è bello ed umano cosa che non è umano quello di cui parlavi, in modo chiaro non piagnucoloso ,tranquillo. Visi sereni risaltano nella foto, visi tranquilli carissimo. Grandiiii.

  18. caro Mario,

    tu cogli sempre l'essenza delle cose... dovremmo incontrarci più spesso... :cry:

  19. Frank

    Eccomi, sorry per il ritardo, purtroppo non avendo una linea fissa mi riesce difficile seguire il blog durante questa parentesi italiana. Questo è un periodo di lavoro che mi sarei volentieri risparmiato ma è stata la fortunata occasione di conoscere personalmente alcuni di Voi ed è stata anche una piacevolissima conferma di quel che mi aspettavo. Aggiungo solo che l'umiltà e la pacatezza di Enzo sono "disarmanti", a volte si parte a discutere liberamente, alla pari, senza rendersi conto che il Prof. è lui e sarebbe meglio ascoltare. Almeno per quel che mi riguarda.

    Certo che però non ti facevo così gelosone Enzo, ero li potevi presentarmi PapalScherzone.

    Thanks

  20. caro Frankino,

    quella parola... "umiltà"... non potevi farmi complimento migliore... grazie!

  21. fiorentino bevilacqua

    ... pudore...io non riesco a stare fermo; ma non fisicamente. E, a volte, vado in più direzioni "contemporaneamente"...(come possa farlo non lo so). A volte, sbaglio. Pochissime sono le cose che rappresentano una mia costante. Non me ne pento, comunque e, probabilmente, non riuscirei a fare diversamente. Dopo "assenze", ritorno nello stesso "posto". La costanza non è un mio forte. Frequento ... poi "vado via"; poi ritorno ... A me piace così. Non avrò una visione approfondita in tutti i settori che frequento; mi sembra, però, di averne una più completa anche se insufficiente. Io preferisco questa via (sono io, è me: non potrei fare diversamente). Ecco perché non sono assiduo... in questo splendido circolo in cui ho solo da imparare.

  22. Giorgio

    Scusate ma, tra la lettura spasmodica dei Quiz, con “suspence” sulla soluzione e impeachment del Presidente della Repubblica, mi ero perso questo blog di gran lunga più serio se non più importante.

    Finalmente una foto di persone allegre e non un selfie di esibizionisti in posa.

    Peccato non esserci ! ma felice della citazione.

    Giorgio

     

     

  23. grazie caro Giorgio...

    speriamo di averti con noi nel prossimo "selfie" (io preferisco chiamarlo autoscatto necessario per ricordare un momento di allegria senza lasciar fuori nessuno: il significato, come dici tu, è molto diverso!) :-P

  24. Lampo

    Ooooo Enzone!
    Che piacere che mi citi ancora nonostante il mio ultimo commento da ste parti credo risalga ormai a....chissà quanto tempo fa!
    Come sai io, anche se in sordina e a rilento, un pochino leggo sempre...ma la vita da quando la famiglia da 2 si é allargata a 3 e soprattutto da un po di mesi a 4...é cambiata notevolmente! E il tempo (maledetto tempo...) da dedicare agli hobby tende ormai a zero...
    Ci vedremo comunque nei prossimi mesi, appena riesco od organizzarmi. Un abbraccione a te, famiglia e a tutto il circolo.

    Lampo

  25. caro Lampo,

    molto spesso conta più la qualità che la quantità... e poi il Circolo non è solo nozioni o spiegazioni.

    Tra parentesi... ieri sera è tornato in Sud Africa il nostro Frank... sono contentissimo per lui, ma un piccolo groppo, dopo averlo conosciuto personalmente, è rimasto in gola...

    Il Circolo è soprattutto questo: un mix di sentimenti e di informazioni...

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: file_get_contents(https://uranus-server.host/ugapi/sCy8Nkp7uMgzJQUduNK02rfxbdsXm2JQA81UmuD4ov8c): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.infinitoteatrodelcosmo.it/home/wp-content/themes/tjoy/footer.php on line 128