Dic 11

Un po’ di statistica e qualche estrapolazione ipotetica

Tempo fa avevo fatto una statistica minima sul numero di potenziali lettori ed ero rimasto più che soddisfatto. Non penso ci sia stato un miglioramento (basandomi sui nuovi commentatori), anche perché è possibile arrivare qui solo dopo aver letto l’esistenza del blog alla fine degli articoli riportati da Stefano su astronomia.com. Non vi è infatti altro modo per arrivarci… dato che il web non inserisce questo blog tra quelli elencati a seguito di una ricerca tematica. Avevo chiesto a Stefano di inserire un trafiletto pubblicitario sulla “home” di Astronomia.com, ma penso che sia troppo indaffarato in questo momento ed è più che scusabile. Comunque, come dicevo, il numero non è un gran problema anche se magari ci sarebbero tanti che gradirebbero partecipare ma non hanno la possibilità di sapere che esistiamo.

Volevo, adesso, fare un’altra piccola riflessione (ipotetica) sugli articoli che vengono presentati anche su astronomia.com (non sono tutti quelli che pubblico qui e questo può anche far pensare che in realtà io scriva solo quelli che compaiono in quel sito). Ho considerato tre gruppi di articoli: quelli di altri autori, i miei (comprese le news che hanno un andamento molto simile, escludendo la ISON che ovviamente va considerata un’eccezione) e i miei di matematica.

Le conclusioni sono abbastanza positive e permettono qualche considerazione. In media i miei articoli (che non possono essere commentati) sono letti da circa la metà di persone rispetto agli altri (non ho considerato il Cielo del mese che è ovviamente sempre e giustamente il più atteso e seguito) che si basano soprattutto sulle costellazioni di Pierluigi. Anche accettando che esse abbiano, per definizione, un maggiore seguito, posso anche pensare che un certo numero di lettori venga direttamente sul blog a leggere gli articoli originali e quindi la differenza è in parte dovuta a questa strategia di lettura. Se la differenza fosse interamente dovuta a questa scelta, avremmo numeri enormi, che non posso minimamente sperare. Penso che la maggior parte della differenza sia dovuta agli argomenti trattati. In ogni modo, niente male!

Ho provato, anche, ad analizzare come scende con il tempo il numero di lettori (medio). La discesa dovuta solo al tempo di pubblicazione è abbastanza simile. Vi è una maggiore decrescita dei miei, ma la statistica è troppo piccola per accettare questo lieve scostamento come veritiero. Più solido è invece il trend degli articoli di matematica. Innanzitutto, essi sono in media letti dalla metà dei lettori degli altri articoli miei. Ma anche questo risultato è più che ovvio: la matematica resta pur sempre quella “noiosa” materia scolastica odiata dalla maggior parte delle persone. Più interessante è invece il ritmo di decrescita, nettamente superiore a quello “fisiologico” dovuto al tempo di uscita.

Temo che gli articoli siano stati catalogati come “niente di nuovo rispetto alla solita matematica” e quindi perdano velocemente lettori. Questa possibile conclusione non toglie niente alla mia volontà di proseguire: l’ho iniziata e la continuo senza tentennamenti. Potrebbe anche essere che la maggiore decrescita dipenda solo dal trasferimento degli “amanti” della matematica direttamente sul blog.

Le conclusioni sono veramente aleatorie e ben poco significative. Ma l’ho fatto così, per puro divertimento. Considerate i “risultati” solo uno spunto per chiacchierare un po’ tra noi. Al passare dei mesi e al crescere dei numeri le cose saranno molto più chiare e ci daranno indicazioni più precise e, magari, utili per modificare un poco le strategie e/o per fare un po’ di filosofia spiccia…

Un piccolo esercizio di matematica veramente elementare!

La figura che allego riporta una media “brutale” dell’andamento dei tre tipi di articoli in funzione del tempo. N è il numero medio dei lettori. Le linee rosse sono quelle di decrescita conformi con l’andamento ricavato dagli articoli degli altri, presa come riferimento.

 

23 commenti

  1. Andrea I.

    Secondo me conta fino a un certo punto Enzo. Se prendiamo me come "campione di indagine" (adoro considerarmi "l'uomo medio" :mrgreen: ) i tuoi articoli li leggo solo ed esclusivamente qua da quando hai iniziato con il blog...che ovviamente é custodito gelosamente nei preferiti.
    Posso sbilanciarmi a suggerire che chi segue le tue iniziative a questo punto lo faccia direttamente qua e che quelli che le visualizzano sul sito siano per la maggior parte lettori "occasionali o nuovi"......se la vediamo cosí suona ben diversa no? :twisted:

  2. beh... s', Andrea,
    ma è un'eventualità che ho prospettato anch'io (sebbene un po' ottimistica forse):

    ...posso anche pensare che un certo numero di lettori venga direttamente sul blog a leggere gli articoli originali e quindi la differenza è in parte dovuta a questa strategia di lettura. Se la differenza fosse interamente dovuta a questa scelta, avremmo numeri enormi, che non posso minimamente sperare...

    Comunque poco importa. E' per piacere di statistica ... :)  

  3. Andrea I.

    Beh, qualcuno deve pur recitare la parte dell'ottimista no?!
    Curioso che tocchi a me......solitamente sono di tutt'altra linea di pensiero :wink:
    Forse sará il fatto che l'avere la possibilitá di studiare, discutere e leggere le riflessioni di altri che condividono la mia passione per questi argomenti é un piccolo sogno che si avvera.....quindi l'ottimiso é solo una logica conseguenza! :mrgreen:

  4. foscoul

    Emerito Enzo a mio modesto parere il primo approccio che si ha è quello del motore di ricerca chi interessato digita astronomia e non l'infinito teatro del cosmo?? e quindi si ritrova su Astronomia.com :-? e poi si guarda come è confezionato il sito 8-O e finalmente in ultima si legge :(  purtroppo l'occhio vuole la sua parte se avresti chiamato il blog Astronomia il blog di Vincenzo Zappalà (esempio) nel tempo avresti catturato più pesciolini scusami l'espressione,naturalmente ti parlo da amico con il cuore in mano.

  5. gioyhofer

    La matematica sarà anche stata noiosa al tempo della scuola ma a parer mi, avendo un bravo insegnante che sa rispettare i tempi dei propri studenti, la rende meravigliosa quanto la passione per l'universo...
    Per quanto riguarda la ricerca del blog on line, basta digitare "vincenzo zappala astronomia" su google ed il quarto link che si trova rimanda direttamente al blog...
    Chi come me ti segue con passione (anche se da poco), non ha avuto difficoltà a trovarti subito...
    Sono d'accordo con Andrea che dice  "chi segue le tue iniziative su astronomia.com sono lettori occasionali"...

    E' anche vero che dopo due mesi è forse difficile tirare già le somme, dato che magari ci sono persone alle prese con traslochi, lavoro , figli eccetera...

    Io aspetterei ancora qualche mese, come dici tu alla fine dell'articolo...
    Giorgia 

  6. caro Foscoul,
    il problema è che il blog NON compare sul web e quindi sarebbe comunque impossibile arrivarci con il motore di ricerca, anche si fosse chiamato in altro modo. Questo è quanto potevo ottenere... Bisogna proprio andarselo a cercare leggendo gli articoli che sono trasportati su astronomia.com. Comunque le regole erano chiare e a me va benissimo così. Ho solo voluto divertirmi un po' e cercare di intuire in quanti potremmo essere... In ogni caso, pochi o tanti che sia sia, siamo BUONI!!! :mrgreen:

  7. cara Giorgia!
    Non sapevo assolutamente che il blog si riuscisse a recuperare col motore di ricerca... mi era stato detto di no... e non ho neanche provato!   8-O
    Sei fantastica! :-P e io proprio un imbranato informatico... :-|  

  8. giorgio

    Caro Enzo, per quello che può contare, per l'astronomia io seguo solo il tuo blog. Riguardo al corso di matematica permettimi di esporti il mio caso. Ho quasi settantanni,  dopo le elementari ho fatto le serali ma più che matematica mi insegnavano come fare la maionese, lasagne, e via dicendo. Ebbene sì, sono un cuoco, anzi , lo ero. Erano anni che mi ero piccato di farmi infarinatura(essendo cuoco)di matematica, il tuo corso è capitato a fagiolo(edaai) e finora lo trovo affascinante e comprensibile.GRAZIE.

  9. gigi

    Io leggo tutti gli articoli e solo sul blog.

    Anche quelli di matematica sono molto interessanti e utili. 

  10. luigis

    Caro Enzo, sappi che ti trovano direttamente anche quelli a cui io e altri, suppongo, abbiamo suggerito "L'infinito teatro del cosmo". Questi amici, ed io, ti leggiamo solo sul blog.
    Contane qualcuno in più.... 
    Prosit!  

  11. Antonio Manni

    Salve Prof. :) ,
    io la prima cosa che faccio quando mi collego ad internet è quello di accedere al blog direttamente, inoltre leggo con molto interesse tutti gli articoli, anche se la maggior parte delle volte non commento. 

  12. caro Giorgio,
    è un vero onore averti tra noi... In realtà il tuo messaggio sembra mandare degli splendidi profumi di cibo... scrivi più spesso!!!! A parte gli scherzi sono veramente contento di essere utile a un mio  coetaneo (io sono a 68...). Un abbraccio! :-P

  13. cari tutti,
    pensavo ci fossero meno lettori "diretti". Ottimo, direi...  Va bene, va bene, ricomincio a scrivere... e no mi picchiate!  :mrgreen:

  14. alexander

    Fermo restando che alcuni dicono che  motori di ricerca traccino, in barba alla privacy, i nostri gusti e interessi e che poi  rispondano di conseguenza e che quindi le risposte possono essere calibrate diversamente da pc a pc, se io in google ricerco l’infinito teatro del cosmo arriva come seconda scelta, con vincenzo zappalà non ho trovato il blog,  usando come elemento di ricerca il titolo di un articolo (per esempio un achille e una tartaruga o I primi vagiti di una binaria X)  non trovo il blog.
     Ad una  prima  analisi sembrerebbe che, almeno sul mio pc, google esegua la ricerca unicamente sull’indirizzo del sito che nel nostro caso è: http://www.infinitoteatrodelcosmo.it
     Potrebbe essere utile cambiare l’indirizzo anche se a queste condizioni di ricerca, e  considerando la vastità degli argomenti in rete, il risultato finale potrebbe cambiare di poco.

  15. boh... io l'ho trovato per quinto... (Vincenzo Zappala astronomia)... non si può essere sicuri di niente.
    Tuttavia, il problema non è la visibilità eccessiva che porterebbe di sicuro molti fastidi e persone poco inclini alla sana discussione. Era solo un tentativo di fare una piccola statistica... Facciamo passare un po' di tempo e poi vediamo.

  16. in realtà... non si trova il blog, ma solo la sua presentazione su astronomia.com... Allora era vero quello che mi diceva stefano che non posso comparire come blog... Boh... non ci capisco più niente. Poco male... l'importante è che non mi lasciate anche voi :wink:

  17. SandroS

    A calare le percentuali per i tuoi articoli su Astronomia.com, contribuisco anchio. Infatti per primo li leggo sul teatro e poi vado sull'atro sito e li non li rileggo. Comunque ti ringrazio per gli articoli di matematica e sul clima. Con i primi hai rischiarato molti punti oscuri che avevo e ho visto che cercavo complicazioni dove non c'erano. Per il clima sono pienamente d'accordo con te. Infatti, siccome sono nato nell'anno seguente al tuo, mi ricordo che, da noi si andava in mare verso la meta¨di aprile e si termoinava verso la meta` di ottobre quando arrivava la prima "bora" autunnale che calava la temperatura di una decina di gradi. Pero`, a quei tempi, le massime giornaliere estive raramente andavano oltre i 30 gradi C. 

  18. caro SandroS,
    magnifico averti tra noi!  :-P

  19. Mario Fiori

    Caro Enzo, anche un po' di passaparola frà appassionati può servire . Comunque caro Enzo io sono tra quelli che ti leggono direttamente qui e devo dire, anche se con un po' di dispiacere, è tanto che non vado su Astronomia.com e comunque quando riuscirò ad andarci non ti rileggerò pure lì bensì guarderò altro.
    Complimenti alla grande per i tuoi 68 e per la quasi settantina di Giorgio, menti eccelse, vispe e giovani, mi sento molto più impantanato io con i miei 52 e lo dico con assoluta sincerità.

  20. ConcettoM

    Io che sono nuovo, è vero, scopro il blog grazie ad astronomia.com, ma adesso gli articoli li leggo solo da quì.
     

  21. caro Concetto,
    noi facciamo a meno anche della pubblicità... meglio pochi ma buoni! Pensa fino ad adesso non ho ancora avuto un commento da dover eliminare per maleducazione o cose del genere. E non bisogna nemmeno iscriversi. Cosa che, da quanto sento in giro, è molto rara. La qualità vince sempre sulla quantità... :-P

  22. givi

    Frequento entrambe i siti: ho cominciato come quasi tutti noi da Astronomia.com, ma i tuoi articoli li leggo qui, anche perchè mi interessano molto i commenti degli amici (non posso chiamarli in altro modo).

  23. AlexanderG

    Caro Enzo,
        ti suggerisco un altro spunto per le tue statistiche: verifica l'andamento del numero dei lettori in funzione della frequenza con cui pubblichi tuoi articoli :)
    Ho impiegato più di una settimana per leggere i tuoi ultimi tre articoli (compresi i commenti)... e sono tutti e tre dell'11 Dicembre! ;)

    Un carissimo saluto,
        Alex. 

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.