lacomics.org
postyourgirls.webcam
22/09/14

Anche le lumache contro il GW *

La lumaca rediviva
La lumaca rediviva

Il nome dell’attore principale di questa storia abbastanza buffa (anche se molto indicativa su come vengono pubblicate certe ricerche utili solo alla propaganda) è Rhachistia aldabrae, una piccola lumaca dell’isola corallina di Aldabra, nelle Seychelles. Un lavoro scientifico di Justin Gerlach, risalente a sette anni fa e pubblicato su Biology Letters  della Royal Society (prestigiosa rivista  specialistica) annunciava con sommo dispiacere che si era estinta. La conclusione più importante era, però, che la causa dell’estinzione era una e una sola: il riscaldamento globale. Tanto rumore per una piccolo lumaca? Beh… sì, a tal punto che nel 2013 un’altro lavoro “scientifico” dello stesso giornale citava l’estinzione come uno degli esempi più significativi  della distruzione della biosfera causata dal GW indotto dall’uomo.

Una notizia che l’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), la mente scientifica delle Nazioni Unite sul problema GW (in fondo una sua … creatura), non poteva farsi scappare e che ha usato come una delle prove più evidenti del “galoppare” frenetico del GW nel rapporto di quest’anno. In particolare ha detto: “L’estinzione delle specie future sono un rischio enorme, dato che le conseguenze dei cambiamenti climatici sono potenzialmente severe, estese e irreversibili”. Insomma la lumachina stava soppiantando gli orsi polari che continuano a vivere in ottima salute e crescono di numero, alla faccia delle Cassandre climatiche (speriamo che non li abbattano volontariamente come quelli del Trentino…).

Il fatto è che nel 2007 quattro scienziati di grande nome (ma evidentemente poco “allineati”), tra cui Clive Humber, professore di biologia all’Università di Oxford e una vera autorità sulla fauna peculiare di Aldabra, avevano espressamente detto che l’estinzione della lumaca era una conclusione errata.  Essi scrissero all’editore della rivista dicendo che l’autore del lavoro, Justin Gerlach, aveva sbagliato nell’affermare che le ricerche eseguite sulla lumaca erano state “decisive” e “complete”. Essi aggiunsero che l’autore aveva usato un metodo errato per confermare il declino della lumaca e che aveva esagerato nel valutare la riduzione della pioggia.

In un articolo che confutava quel lavoro, essi scrissero: “La maggior parte dell’habitat della lumaca è virtualmente inaccessibile e non è mai stato visitato. E’ assurdo dichiarare l’animale estinto dopo un buco di dieci anni nelle registrazioni eseguite sull’isola. Noi prevediamo di trovarla nuovamente non appena le risorse lo permetteranno.”

La rivista rifiutò la pubblicazione di questo articolo, dicendo che era stato rigettato seguendo le indicazioni di due “referee” anonimi. Tuttavia, solo questa settimana la Royal Society ha ammesso, dopo che The Times ha sollevato il problema, che i due referee che hanno rifiutato l’articolo di Humber e colleghi erano gli stessi che avevano accettato quello di Gerlach. Una cosa antiscientifica senza precedenti! La Società ha comunicato che ora sta seguendo una diversa strategia per il rifiuto dei lavori… meglio tardi che mai… però…

Come preannunciato da Humber la lumaca è riapparsa di nuovo ed egli ha nuovamente scritto alla rivista, chiedendo, finalmente, di eliminare l’articolo di Gerlach (non solo sbagliato nelle modalità di studio, ma anche -e soprattutto- smentito dalla realtà) e di pubblicare il loro. Parlando a The Times, Humber ha detto: “Gridare al lupo al lupo, riguardo al cambiamento climatico non fa che distogliere l’attenzione dai veri motivi che causano le estinzioni, come la distruzione degli habitat e l’introduzione di specie invasive”.

Conclusione? La rivista ha continuato a negare la pubblicazione di Humber perché giudicata “troppo vecchia”. Al limite l’avrebbe potuta riconsiderare solo aggiungendo qualche nuova informazione. Insomma, volevano un alibi per non ammettere il grave errore compiuto nel rifiutare una critica basata su dati di fatto inconfutabili. Humber, giustamente, ha risposto che non ve ne era alcun bisogno, dato che il lavoro originario era più che sufficientemente accurato.

Laconico e leggermente spudorato il commento di Gerlach: “Sì, vi erano degli errori , ma il concetto di fondo era giusto dato che la popolazione delle lumache è sicuramente in diminuzione” Senza portare prove, ovviamente… Insomma, l’importante è che il GW resti in sella a tutti i costi anche se si fonda su prove che un po’ alla volta vengono sgretolate dai fatti.

La lumaca sarà un animale piccolo, ma questa storia di pseudo-scienza è veramente ancora più … piccola.

L’articolo di The Times QUI

Meno male che in certe Nazioni i giornalisti non hanno paura di dire le cose come stanno. Dopo l’Australia (ricordate) anche l’Inghilterra fa il suo dovere (ma lo ha fatto da molto tempo, bisogna ammetterlo). Ovviamente, qui in Italia non ne sapremo niente e si dirà che le Seychelles stanno scomparendo per colpa del GW (umano naturalmente, pause permettendo…). Quasi, quasi ci vado in vacanza e mi porto un paio di Rhachistia aldabrae come ricordo…

unnamed

57 commenti

  1. Mario Fiori

    Che vuoi fare caro Enzo, oggi la ricerca si fa sui giornali e televisioni, non certo sul campo e nei laboratori.
    Poveri noi :(

  2. Libero

    Perchè, secondo questo blog, il "riscaldamento globale umano" è solo un'invenzione dell'ONU? Che interessi, secondo voi, ci sarebbero dietro? Io non l'ho ancora capito dove starebbe la fregatura... :(

  3. gioyhofer

    Ciao Libero,
    gli interessi che ci sono dietro sono molteplici, e sono sempre economici.
    Per dirne un paio
    1) Carbon Tax: È uno strumento di politica fiscale secondo il quale ogni tonnellata di inquinamento da anidride carbonica rilasciata dai combustibili fossili sarà soggetto ad un’aliquota fissata dal governo. Dato che è indirizzata contro un comportamento negativo, è classificata come tassa. C'è da dire però che ogni azienda che produce CO2 dovrebbe rimanere entro certi limiti di emissione, per esempio 10 unità. Mettiamo di avere due aziende: L'azienda A produce produce 8 unità, l'azienda B 12. Per non eccedere con le emissioni l'azienda B compra le 2 unità in eccesso all'azienda A.
    2) Le nuove auto montano tutte sistemi Euro 5 o euro 6. Tra qualche anno le euro 4 non saranno più ammesse perchè giudicate troppo inquinanti, con il risultato che noi dovremmo adeguarci e comprare vetture più nuove.
    A me sembra tanto che al governo non importi di limitare l'inquinamento, l'importante è che venga tassato in qualche modo.

  4. caro Libero,
    ne ho parlato e scritto svariate volte. Basta pensare agli enormi interessi legati alle energie (cosiddette) alternative imbrigliate in giochi mafiosi, politici e finanziari (chi paga per i pannelli solari venduti a basso costo?). E poi ci sono le lobby ecologiste e i finanziamenti datigli per ricerche che di scientifico hanno niente. Comunque sono domande a cui ho risposto molte volte... :wink:

  5. Libero

    Non sono molto convinto di quello che mi dite.
    Posso capire che il riscaldamento globale non sia interamente dovuto all'attività umana, ma che di inquinamento ce ne sia molto e che di certo meno ne produciamo e meglio è per la nostra SALUTE, questo non credo possiamo metterlo in dubbio.
    Basta un pò di comune buon senso per capirlo, o vi è tanto difficile per voi?
    O vi piace respirare gas di scarico auto o industriali quando fate una passeggiata in centro a fare shopping?

  6. caro Libero,
    magari siamo un po' lenti di comprendonio, ma sappiamo benissimo che una cosa sono gli inquinanti e un'altra cosa è la CO2. Mai sentito parlare di fotosintesi...? Ti consiglio vivamente di informarti a riguardo: il GW è colpa della CO2, così dicono i sapienti ed è proprio quello che noi stiamo confutando con prove scientifiche e non con atti di fede pilotati dai media.

  7. Libero

    Da quando in qua l'anidride carbonica fa bene alla salute o non provoca effetto serra (vi siete scordati di Venere)?
    Perchè per voi deve per forza esserci il complotto??

  8. Libero

    Fotosintesi? Adesso va a finire che tutta la CO2 esistente sul pianeta è colpa delle piante...Mah!

  9. Mario Fiori

    No Libero non è colpa delle piante , anzi la mangiano come e più di quanto noi mangiamo il pane e ...buon per loro non ingrassano ma vivono alte, magre e...vegete.
    Non credo proprio che i frequentatori di questo sito abbiano intenzione di respirare idrocarburi (a... tra l'altro il metano, quello si che provoca un profondo effetto serra e le piante non mi sembra lo gradiscono), di distruggere le foreste in modo discriminato o di accanirsi ferocemente verso tutti gli altri esseri viventi che popolano il nostro Pianeta. Quindi sono tutti ecologisti direi, solo che ,forse , non piace loro essere presi in giro da quei signori che pensano al dinero ed agli affari in genere e magari predicano bene con la CO2 e razzolano male con idrocarburi, piante, animali, rifiuti sparsi ovunque e... naturalmente con la povertà di molti popoli della Terra. Per quanto riguarda Venere vogliamo parlare della distanza diversa dal Sole, di una geologia diversa e così via: così come, all'inverso, per l'altro fratello Marte peraltro anche più piccolo, cosa non indifferente.

  10. SuperMagoAlex

    Libero il GW (che si è fermato da una ventina d'anni) è una grande presa per i fondelli messa in scena dalle lobby eco-mafiose con l'appoggio dei governi per spillare soldi ai contribuenti.
    I modelli che utilizzano sono tutt'altro che scientifici, non tengono conto di molteplici fattori (ad esempio l'attività solare) ed i dati vengono opportunamente taroccati per verificare le loro infauste previsioni.

  11. Libero

    Premesso che non parteggio per nessuno, le vs. affermazioni (anche pesanti, parlate addirittura di "mafia") credo debbano essere efficacemente ed abbondantemente provate!

  12. caro Libero,
    vedo chiaramente che la tua visione della faccenda è pesantemente influenzata dalla divulgazione mediatica che ne fa la TV e molti giornali in genere. Inoltre, la tua preparazione a riguardo è molto lacunosa. Essere di parere contrario ci sta, ma prima bisognerebbe essere informati...

    La CO2, come dice bene Mario, è il CIBO delle piante e non puoi certo considerarlo un inquinante. Senza di lei non ci sarebbe la vita, noi compresi. L'aumento di questi ultimi anni è ancora ben assorbito dai mari e dalla vegetazione (che, anzi, sta proliferando in modo meraviglioso). Nella storia della Terra essa ha raggiunto valori incredibilmente più alti, solo a causa dei vulcani... eppure la vita non ha subito conseguenze (le cause delle estinzioni sono ben altre...).
    Tuttavia, ciò che è stato ormai provato scientificamente è che non vi è correlazione tra CO2 e temperatura, almeno fino a che i valori della CO2 rimangono dell'ordine attuale o anche parecchio più grandi. Quindi, il riscaldamento globale (se mai vi è veramente stato e di che livello) è causa di altro, come l'attività solare, le grandi correnti oceaniche e molti altri fattori globali che i modelli dell'IPCC non hanno mai tenuto in conto, presentandosi, quindi, come errati e soprattutto falsi (mentono, sapendo di mentire).

    Altro grave errore che commetti è il dire: "Guardate Venere". Se tu avessi letto gli articoli che ho scritto a riguardo sapresti che Venere è diventata quello che è a causa del vapor d'acqua dei suoi ex-oceani e non certo per la CO2. Una volta che il vapor d'acqua (il vero gas serra!) ha portato la temperatura ai valori attuali, esso è stato un po' alla volta trascinato via dal vento solare e ha lasciato il compito alla CO2 di provenienza vulcanica di mantenere la temperatura costante (non vi erano né oceani né piante a poterla ridurre e riciclare...). La CO2 è troppo pesante perché il vento solare la trascini via...

    Poi parli di "complotto"... Se un complotto esiste tutte le volte che si falsificano dati e si incute paura nell'uomo per fini ben diversi da quelli che si vorrebbero far credere, allora, in questo senso, il complotto c'è e come.

    Infine, la mafia e gli interessi nascosti...

    Due rapidi esempi:

    1) mai sentito parlare della mafia delle pale eoliche. Non c'è pala eolica che non abbia dietro la presenza della mafia (basta leggere attentamente i giornali). E non c'è pala eolica che non costi di più di ciò che produce (oltre a essere un vero inquinamento per la bellezza di un paesaggio).
    2) incentivi per i pannelli solari. Chi credi che paghi per tenere i prezzi bassi e per le campagne pubblicitarie? Noi, nella nostra bolletta sulla luce e attraverso le eco-tasse. La Germania, dopo essere stata paladina (a parole) verso il solare, ha cominciato a tagliare gli incentivi. Molte fabbriche di pannelli hanno chiuso, dato che ben pochi potevano sostenere i veri prezzi del solare. Conclusione? La Germania ha incrementato e continua a incrementare sempre più l'uso del carbone (anche di pessima qualità), molto più deleterio del petrolio. Insomma: non gliene importa niente dell'aria che si respira, ma è stata tutta una questione economica-finanziaria. Appena si è rotto un certo guadagno, la nemica CO2 è diventata del tutto indifferente. Se non è malafede questa!

    Vi è poi un problema molto più importante e profondo:

    La corsa sfrenata verso il GW "a tutti i costi" è spinta dai fondi che vengono dati solo a ricerche che portino a questo risultato. La cosa veramente grave è che chi ha idee veramente innovative per risolvere il problema energetico futuro (il petrolio finirà ben prima che la CO2 diventi minimamente pericolosa) non è finanziato e deve dirigersi verso ricerche "ufficiali" pro GW, se vuole ottenere fondi per la ricerca. Una selezione anti energie innovative e solo a favore di quelle che ormai hanno i piedi ben inseriti nel circolo globale in cui le mafie ci sguazzano a piacere.
    Ultimamente poi si è aggiunta la guerra dello shale-gas che ha reso gli USA praticamente indipendenti dall'Oriente. Prova a pensare alla crisi Ucraina (e al gas russo) sotto questo punto di vista. Gli USA, adesso, hanno molto gas da vendere all'Europa, anche senza il bisogno della Russia...
    Ricordati che entrambe le guerre mondiali sono nate per la Crimea: il vero fulcro della produzione petrolifera europea.

    Ti consiglio, caro Libero, di leggere articoli non strumentalizzati e non sentire le solite tiritere. Sapresti, ad esempio, che il minimo solare ci sta trascinando verso un periodo di freddo che -tra pochi anni- ci farà dimenticare il GW e magari ci saranno nuovi slogan del tipo. "Viva il carbone!!!"

    Io ho scritto tanto e ho sempre riportato le fonti... magari converrebbe prima leggere e poi criticare (anche con frasi un poco ingiuriose...), non ti pare? Quantomeno hai dimostrato che molte cose NON le sapevi: parli di CO2 prodotta dalle piante e di Venere riscaldata dalla CO2. No, chi non sa sei proprio tu... prova a cercare nel sito e vedrai che entrambi i problemi sono stati trattati ampiamente.

    Poi, ovviamente, ognuno rimane con le proprie idee... :wink:

  13. All'amico Libero, oltre a quello già detto da Enzo ed altri, vorrei aggiungere questo: se il GW non è utilizzato per fare affari e coprire grossi interessi economici, perchè i Rockefeller abbandonano il petrolio e si buttano a capofitto verso le energie rinnovabili (http://www.repubblica.it/economia/2014/09/22/news/rockfeller_petrolio-96382552/ )?
    Inoltre, è stato detto che gli ultimi due mesi di luglio e agosto sono stati i più caldi dal 1880. Guarda caso il NOAA dà i record di temperatura sugli oceani (http://www.ncdc.noaa.gov/sotc/service/global/map-percentile-mntp/201408.gif).
    Qualcuno mi dice come si poteva monitorare la temperatura superficiale degli oceani in modo adeguato senza l'uso dei satelliti? Se va bene, dati affidabili ci sono da 30 - 40 anni, non di più. E allora, si valutano eventi che si sviluppano su scale molto più grandi con dati di un lasso di tempo breve?
    Hai mai letto sui giornali che è stato ricostruito il ciclo solare degli ultimi 3000 anni, e che l'attuale sembra essere una punta eccezionale di attività solare, mai registrata prima in questo lasso di tempo?
    Chissà com'è, ma queste notizie vengono sempre occultate dai giornali.... :-?

  14. Gianluca Tomassini

    Libero, tempo fa la pensavo esattamente come te, ma poi leggendo il blog del prof. Zappalà, ho cambiato idea.
    La visione del Prof. , a mio parere molto più ampia, è il punto di vista dell'astronomo: non si può paragonare l'influenza che ha il sole, la posizione e le variazioni dell'orbita della terra con l'apporto delle attività umane sul clima. C'è una enorme sproporzione tra le forze in gioco.
    Può darsi che l'attività umana sia una delle forze, ma è come uno spillo sulla pelle dell'elefante. C'è poi il problema dei dati di pochi anni per eventi che si misurano su scale molto maggiori, come dice Red. Come possiamo dire che c'è il surriscaldamento globale se la nostra finestra temporale è al massimo di 100 anni e le variazioni avvengono in minimo 10000 anni? ...forse siamo un tantino presuntuosi.

    Altro discorso è l'enorme problema dell'inquinamento, ma questo è un problema umano e delle specie animali/vegetali attuali, la terra ha dimostrato più volte in passato di sapersi riprendere da catastrofi ben più devastanti, quindi lasciamo perdere le frasi ad effetto "stiamo uccidendo la madre terra": la madre terra se ne sbatte allegramente di noi.

    Non dico che non si debba o si possa fare niente ma quella del GW è la classica visione antropocentrica che non ha niente a che fare con la scienza, è diventata una questione politica/economica.

    Detto questo, non sono d'accordo con il prof. quando dice che le pale eoliche inquinano il paesaggio: i tralicci dell'alta tensione sono più brutti e ce ne sono ovunque, preferirei le pale.

  15. eliocame

    Da più parti con i dati di borexino sui neutrini provenienti dal sole si è concluso che in 100.000 anni l'attività del sole non è cambiata. A rigor di logica si dovrebbe concludere che tra 100.000 anni avremo la stessa radiazione fotonica di 'oggi'. Sempre con i dati di borexino sui geoneutrini si minimizza l'impatto termico del decadimento radioattivo all'interno della terra. Avrei piacere un commento 'critico' del professore sull'argomento.

  16. caro Gianluca,
    sicuramente i tralicci non sono belli e li odio altrettanto... ma vedere enormi pale eoliche in riva al mare o da sfondo a qualche castello toscano mi fa rizzare i capelli in testa. Spero proprio che malgrado tutto si riesca a trovare un'energia veramente meno intrusiva e che pale e tralicci vengano smantellati... Sognare è bello! :mrgreen:

  17. scusa Eliocamo...
    l'argomento lo sollevi riguardo al riscaldamento globale? Altrimenti è del tutto fuori tema.
    Nel primo caso, vuoi intendere che il Sole è rimasto identico a se stesso e che quindi non ha influenzato il clima? Beh... in questo caso direi proprio che non vi è nessun legame. L'esperimento riguarda ciò che capita all'interno del Sole, mentre l'attività che regola il clima è quella superficiale. Come li spieghi, altrimenti, il ciclo solare e le variazioni del ciclo solare? E, oltretutto, il fatto che fino a 40000 anni fa vivevamo in un epoca glaciale?

    E' una mia estrapolazione del tuo intendimento... se vi erano altri motivi, fammelo sapere, ma non inseriamo domande che non c'entrano con l'argomento... se no facciamo grande confusione :wink:

  18. Libero

    Ma come il sole è al suo minimo storico ed è colpa sua il riscaldamento globale...siete contraddittori...In ogni caso non credo proprio che all'ONU siano tutti mafiosi...Anche sono SOLO vostre ipotesi!
    Nè più nè meno delle ipotesi degli altri...(per questo vi definisco complottisti)...
    Peraltro un astronomo non può avere la pretesa di sapere tutto di tutto e di tutti...

  19. @eliocame: Mi sa che hai capito male. Borexino rileva i neutrini prodotti ORA dalla fusione nucleare che si sviluppa nel nucleo del Sole ORA. L'energia prodotta ORA giungerà alla superficie solare solo tra 100mila anni. Quindi, borexino ci dà informazioni sull'attuale tasso di fusione nucleare nel Sole, ma non ci dice NULLA sull'energia che viene emessa ORA dal Sole, che è frutto di reazioni avvenute 100mila anni fa. Niente previsioni e niente dati storici, quindi...

    @Libero: Mi sa che hai frainteso. L'attuale ciclo solare è tra i più deboli tra quelli misurati dal 1755, ma viene dopo una serie di cicli piuttosto intensi. Tra l'altro, come ti ho riferito, l'attività precedente all'attuale ciclo 24 sembra sia stata un'eccezione rispetto a quanto verificatosi negli ultimi 3000 anni. Aspetta che l'accumulo di calore dovuto ai cicli precedenti si dissipi, e poi ne riparliamo....

  20. alexander

    libero, scusa se te lo dico ma secondo me dovresti avere un atteggiamento o pò più aperto a idee diverse dalle tue, soprattutto quelle esposte da vincenzo che ha decenni di esperienza a livello scientifico
    Poi essendo un planetologo (oltre a astronomo e matematico) qualcosa di pianeti conoscerà no?
    Inoltre non è solo lui, anche red che è un chimico ti dice che quello che leggiamo sui giornali quotidianamente potrebbe non essere vero.
    Infondo l'uomo comune il più delle volte non ha i mezzi ne le conoscenze per entrare dentro certi argomenti (io per primo).

    Ti stupisce che ci possa essere una montatura? a me no, basta guardare in italia i teatrini della politica per vedere che all'opinione pubblica viene mandato continuamente una serie continua di bugie che a furia di ripeterle sembrano quasi diventar vere...

    Io non sono appassionato di questo argomento ne chiedo a nessuno di modificare la propria opinione, però senza essere troppo aggressivi, secondo me è meglio valutare bene ogni ipotesi e non crearsi preconcetti inutili....

  21. Andrea.Andrea

    Ciao Libero,
    prova a mettere in discussione le tue idee partendo dall'accettare che in fondo non possiedi il modello definitivo della climatologia in stile sacro graal.
    Qua non siamo complottisti alla scia chimica o alla Nibiru.
    Dietro la CO2 c'è un mondo di tasse e finanziamenti.
    La relazione tra la quantità di CO2 prodotta dall'uomo e il riscaldamento globale NON è provata.
    I dati a sostegno sono forzati, aspetti legati all'attività solare,vulcanica o oceanica ecc sono trascurati, poco compresi e aggiungiamo che la climatologia è davvero molto complessa......... ma i soldi continuano a mungerli.
    Dai, sarebbe come credere che Big Pharma ha come scopo il benessere collettivo in primis.
    L'informazione sussidiata e a libro paga non può essere attendibile e super partes rispetto ad interessi macroscopici.
    Soprattutto in paesi di tipo italiota.
    Ciao!

  22. Libero

    Vedo che siete tutti disfattisti e che amate gettare ne fango il paese ed il mondo dove vivete...Voi stessi affermate che "potrebbero" essere andate cosi come dite voi, buttando giù una ipotesi alla pari delle ipotesi che invece pretendete di confutare. Ma una ipotesi non si confuta con un'altra ipotesi!!!
    Quindi come non ci sono prove a sostegno dell'ONU così non ne avete voi!
    Questa si chiama realtà. Ipotesi per ipotesi, nessuno di voi ha la certezza in tasca, giusto?!
    Poi x chi ce l'ha con la Big Pharma, la prossima volta che dovrai curarti una brutta influenza...evita di assumere medicine...!
    Così come chi parla di mafia all'ONU...beh allora smettete di pagare le tasse o cambiate paese...o magari pianeta!
    E' facile parlare e fare i professoroni, ma nemmeno voi potete esser certi delle vostre affermazioni (meglio dire accuse di mafia). Persino il Big Bang è una ipotesi non dimostrata eppure la propinate a tutti come fosse vangelo!
    Specie la scienza astronomica poi che praticamente è fatta al 99% di ipotesi ancora da dimostrare...
    Quindi, meditate bene prima di parlare come depositari della verità assoluta!

  23. caro Libero,
    come dice il tuo stesso "nome" sei libero di scegliere ciò che vuoi leggere e ciò che vuoi credere. Io ho sempre portato ipotesi confermate da prove scientifiche. Tu stai attaccandoti a cose dette dai media senza portare prove. Non sai cosa sono i minimi e massimi solari, il legame tra minimi e grande freddo del 1700 e non solo. Non hai idea di cosa sia la CO2, considerandola un'inquinante. Vedi complotti dappertutto: il vero complotto è la bufala del GW. Noi cerchiamo di ricondurlo alla realtà scientifica, ma non inventandoci qualcosa (nessuno sa tutto di tutto) bensì affidandoci ai veri esperti e non ai quaquaraquà televisivi. L'unica differenza è questa.

    A questo punto ti invito caldamente, visto il modo che usi, non in linea con il nostro blog, di dirigerti verso altri blog catastrofisti. Ne troverai a iosa. Non piangeremo la tua perdita!

    Se, invece, in fondo in fondo, hai voglia di imparare qualcosa, puoi anche restare, ma devi cambiare sistema di discussione... Noi vogliamo serenità, lucidità, prove e riferimenti. Di dati di fatto e di predicatori non ne abbiamo bisogno...

    Scegli tu... sei LIBERO di farlo, ovviamente! :mrgreen:

  24. Lampo

    Poi sulle prima pagine dei giornali leggi "Renzi all'Onu: "Sui cambiamenti climatici non c'è più tempo da perdere" e ti cadono le braccia...che tristezza.

    Libero, secondo me ti hanno già risposto in troppi e troppo educatamente. Ti sei presentato con toni arroganti e irrispettosi, hanno provato in più di un commento a presentarti il GW sotto un altro punto di vista e tu con il paraocchi hai sempre ripetuto le stesse cose senza volontà di provare ad instaurare un discorso costruttivo...e in più, a differenza della maggior parte della gente di questo blog, hai dimostrato assoluta ignoranza in materia. Abbi almeno il pudore di documentarti e di andare a leggerti le decine e decine di articoli scritti a riguardo. E anche quando ti sarai documentato e avrai acquisito qualche competenza in più in materia, sarai comunque invitato a proporti con un tono più garbato e meno presuntuoso.

    Buona giornata.

  25. A me piacerebbe invece parlare di dati ed avere una visione un peletto più dubbiosa sia da una parte che dall'altra. La mia idea è che il riscaldamento globale non dipende soltanto dalla produzione antropica della CO2 come vorrebero far crederci, ma probabilmente negli ultimi 50 anni un ruolo anche se piccolo lo abbiamo avuto. Si può discutere se è il caso di ridurre le emissioni di CO2 (secondo me sì ma per motivi politici non certo ambientali) ma quello che non si può mettere in dubbio come fa l'articolo del professor Zappalà è che il GW non esiste, e che è una cosa motata ad arte dall'intera comunità scientifica per favorire le ecomafie, bhè se questa è la vostra posizione io dico che è delirante... ognuno la pensa come vuole ci mancherebbe!

  26. caro Marco,
    ti invito a leggere le decine di articoli che ho scritto a riguardo. Solo così capirai qual'è la mia posizione e quella di gran parte della vera climatologia. Il GW vi è stato (minore di quanto si voglia far credere), si è fermato ed è probabilmente dovuto al 90% a cause naturali non ancora studiate in dettaglio (sicuramente non dall'IPCC che aveva un solo scopo finale). La sovrapposizione con un massimo solare è più che indicativo. Il fatto che bisognerebbe discutere scientificamente sul clima è sempre stato uno dei miei concetti base. Pregherei i fautori più o meno accaniti del GW di informarsi bene su quanto ho cercato di divulgare in anni e anni, prima di trarre conclusioni del tutto errate e fuorvianti... Ricordo, inoltre, che non sono ricerche PERSONALI (non sono un climatologo), ma di scienziati di ogni parte del mondo. Come planetologo penso di saper riconoscere le ricerche serie da quelle mediatiche e indirizzate politicamente.

    Critiche costruttive e informate vanno benissimo. Critiche buttate lì senza sapere o conoscere, solo perché sembra un peccato mortale andare contro i media... NON le possiamo accettare...

    Poi, come dici tu, ognuno è libero di pensarla come vuole, ma non di dire cose inesatte (almeno in questo piccolo blog). Ti sei chiesto come mai non accetto anch'io supinamente le informazioni mediatiche? Pensi che abbia interessi finanziari? Non potresti pensare, invece, che sia mosso solo da interessi scientifici?

  27. Io ho letto già abbastanza per capire che tu stesso riporti solo studi di comodo per dimostrare che il GW in realtà è un invenzione dei media, una manipolazione ad arte dei dati per far credere che esiste quando in realtà non esiste. Se vuoi ti invio i link dei tuoi precedenti articoli che facevano intendere questo più o meno velatamente.
    Poi non capisco questo accanimento contro le rinnovabili come fossero il male assoluto. Ammesso e concesso che non ci sia la necessità di ridurre l'inquinamento da CO2, ma veramente pensate sia sostenibile girare ancora con le auto a comustibili fossili? Veramente non vi rendete conto che in metropoli di 20 e passa milioni di abitanti in cui la gente vede il cielo 1 volta al mese e muore di malattie respiratorie, non sarebbe una manna dal cielo andare di elettrico? Come fate a ignorare questo aspetto? Come fate a parlare solo di pianeta Terra e non di "abitanti del pianeta Terra"?!
    Veramente non riuscite a capire l'importanza di emanciparsi dalle fonti fossili, nelle mani di 4 odiosi dittatori da Putin in giù... come fate a non sognare una società che non ha bisogno di pagare per scaldarsi, per cucinare, per muoversi, non più schiava dei balzelli statali come se fosse normale pagare una cosa che la natura ci offre gratuitamente?

  28. Mi spiace Marco,
    se questo è quello che hai capito della mia azione di giusto equilibrio tra le parti SCIENTIFICHE in causa, non posso e non voglio continuare... Insomma, NO COMMENT
    Arrivederci e segui pure siti che amino il catastrofismo a tutti costi, soprattutto se non è scientifico!!!
    Bye bye... :wink:

  29. Alberto De Luca

    Io non introdurrei nella discussione anche i nostri sogni-utopie (energia pulita e gratis per tutti!!), altrimenti inizierei a parlare anche di pensare seriamente a colonizzare un altro pianeta fuori dal nostro sistema solare! Ribadirei pochi concetti che a me sembrano chiari: 1) le “rinnovabili” NON saranno mai “alternative” poiché anche se ne aumentassimo l’efficienza non mi daranno mai la quantità necessaria di energia quale quella che oggi consumiamo e soprattutto nel modo in cui ne abbiamo bisogno cioè ORA e SUBITO ( solito esempio per tutti, banale ma immediato, del treno che va anche nelle giornate senza vento e di notte ). Pensiamo che in Germania la potenza eolica installata è addirittura superiore a quella nucleare ma quest’ultima da’ il 25% dell’energia consumata dal quel paese rispetto al 6% data, in maniera incostante quindi inaffidabile, della prima. Ciò porta con se anche che a parità d’energia ottenuta l’eolico costa il doppio del nucleare. 2) Calcoli fatti, e anche relativamente semplici da controllare, il risparmio sul consumo del petrolio assicurato dalle rinnovabili ( aumentando eolico e solare e non l’idroelettrico che nel nostro paese non ha grandi margini di ulteriore sfruttamento) è irrisorio e capace di spostare massimo di qualche mese l’esaurimento del petrolio disponibile (“picco del petrolio”…) 3) Non confondiamo le argomentazioni sull’inquinamento (c’è qualcuno in questo blog che vuole vivere di aria inquinata?) con il discorso che viene fatto sull’effetto della CO2 sul clima. Non devo usare argomenti infondati a favore della mia causa anche perché quando la bufala sarà sotto gli occhi di tutti, ne avrà a risentire anche la parte più nobile dei miei intenti!

  30. caro Alberto,
    hai parlato come un libro stampato!!!
    Aggiungerei il problema crescente dello shale gas e dei suoi impatti sull'equilibrio mondiale. L'Ucraina è solo il primo segno... Inoltre, la germania sta sempre più ridirigendosi verso il carbone... ma nessuno lo viene a sapere, ovviamente. Per il resto concordo in pieno!!!

    Commento al commento: sai quando la CO2 finirà di essere il diavolo del secolo? Quando comincerà a fare freddo e i media cominceranno a dire che i cambiamenti climatici vanno nei due sensi. Gli stessi "esperti" di oggi si tramuteranno negli "esperti" di domani, cambiando il GW in GC. La politica insegna che i trasformismi sono cosa di tutti i giorni. Già negli anni 70 si era detto che bisognava fare qualcosa per bloccare il continuo raffreddamento (sì, proprio così... avevo anche mostrato le pagine dei giornali dell'epoca) e si era ipotizzato di cospargere la calotta polare artica (troppo ghiacciata) con polvere di carbone! Gli esperti di allora sono gli stessi che sono a capo dell'IPCC... se non è una truffa questa!!! :twisted:

  31. Caro Alberto hai parlato come uno che è rimasto un po' indietro con il progresso tencologico e usa dei dati vecchi per trarre delle conclusioni sbagliate.
    Diverso tempo fa commentando un altro altricolo avevo riportato un calcolo economico per una famiglia che volesse passare al solare+fotovoltaico con tanto di link da dove rifornirsi ai prezzi che citavo, calcolo che dimostrava 2 cose:

    1. Le fonti rinnovabili convengono già oggi anche senza incentivi statali.
    2. L'unica cosa che manca ad oggi è un sistema economico ed efficente per gestire il surplus di produzione, ma direi che manca poco visto che le nanotcnologie applicate agli accumulatori sono dietro l'angolo.
    Ma se la mia posizione (supportata da dati che volutamente ignorate) è sgradita preferisco tacere ed evitare lo scontro con gente che ha già deciso qual'è la propria posizione sulle rinnovabili.
    Ottimo sito di astronomia comuque! :wink:

  32. ovviamente i tuoi conti valgono anche per i paesi del terzo e quarto mondo. Devono solo usare i pannelli e avranno tutta l'energia che non gli abbiamo mai dato! Direi che il raccontino è perfetto per questa visione egocentrica del mondo! Chi se ne frega degli altri????
    E che dici dello shale gas e del ritorno al carbone della germania e della chiusura delle fabbriche di pannelli non appena hanno ridotto gli incentivi? temo che non siamo noi a essere rimasti indietro...
    Sai, il GW sta diventando sempre più una questione astronomica, dato che il Sole sta riprendendo il ruolo che si è cercato invano di negargli per tanti anni... Prima o poi anche i poteri forti dovranno prenderne atto.

  33. Alberto De Luca

    Accumulare energia in surplus da eolico e solare per poi darlo ad industrie, treni, aerei, ...!?
    Vorrei solo che questo blog rimanesse il luogo ideale per discussioni serene (sotto la guida di un "grande" Vincenzo) lasciando fuori posizioni rese spesso irrazionali da forvianti preconcetti politici presenti in ciascuno di noi (in me per primo) !
    Lo sbaglio semmai l'ho fatto col " da' " invece di "dà" :oops: :wink:

  34. Michael

    Ma la smettiamo di far perdere tempo a Vincenzo in queste discussioni? :D A me interessano notizie e infarinature a sfondo astronomico... e così me lo tenete troppo occupato. :lol:
    Comunque, da parte mia, in questo argomento ho da dire una sola cosa: io sui social network, in questi ultimi 3 mesi, ho letto solamente gente che si lamentava che l'estate quest'anno non è mai arrivata. :roll:

  35. Libero

    Grande Marco...qui tutti si sentono perseguitati dalle ecomafie: siete anche voi che andate a votare i membri dei governi che, secondo questo blog, sono tutti (eco)mafiosi!
    Quanto vorrei che il sole vi desse torto in futuro........Abbiate almeno l'umiltà di affermare che - come sono ipotesi (forse infondate...ho detto "forse") - quelle dei vari governi, sono IPOTESI anche le vostre!
    Quello che dà più fastidio è la arrogante sicurezza con cui parlate.
    Siete davvero straconvinti che sia tutto questione di mafia? Non potrebbe essere mera incompetenza? E poi voi che parlate con certezza del futuro perchè anzichè subire e stare nascosti in questo piccolo blog non vi candidate voi al posto dello stupido renzi?
    Tutti bravi ad accusare, vero?
    Eppure chissà perchè le auto elettriche le vogliamo tutti...

  36. Alvermag

    Condivido - c'era da dirlo? - quanto scritto da Michael.
    Non perdiamo tempo con queste menate, porca miseria, intanto che oziamo l'universo si sta espandendo ..... :mrgreen:

  37. "ovviamente i tuoi conti valgono anche per i paesi del terzo e quarto mondo."

    Valgono per una famiglia occidentale, non certo per una africana o indiana che ha la corrente 2h al giorno perchè il sistema di produzione dei loro stati non può soddisfare il fabbisogno nazionale. (Certo che se qualche onlus educhi questi poveri a sfruttare le fonti rinnovabili in maniera economica gli sta facendo un gran bene perchè li sta emancipando dalla schiavitù di un acquisto necessario al loro benessere e costoso e insostenibile per le loro scarse finanze familiari)
    Queste nazioni continueranno ad affidarsi ai combustibili fossili ovviamente, ma qual'è il problema? Sono il modo più veloce ed economico per far sviluppare l'economia di una nazione, ma quando questa ne ha abbastanza per fare un investimento a medio termine che la porti a ridurre (azzerare) la spesa energetica questo investimento mi sembra logico oltre che conveniente!

    "E che dici dello shale gas e del ritorno al carbone della germania"

    Cita le fonti per piacere, perchè questa sa di bufala bella e buona, in un contesto macro-economico è facile sottolineare alcuni indicatori e ignorarne altri. A me risulta che la Germania nei primi 3 mesi del 2014 abbia soddisfatto il suo fabbisogno energetico per oltre il 27% da fonti rinnovabili (http://www.renewablesinternational.net/germanys-record-renewable-performance/150/537/78770/) con picchi orari del 70%!! E parliamo della Germania che è una superpotenza mondiale con industrie pesanti che producono e consumano più del doppio dell'Italia (http://didattica.uniroma2.it/assets/uploads/corsi/144713/energia_statistiche.pdf)

    Ad ogni modo se fosse vero protebbe significare che in una fase di sforzo economico causato dall'investimento iniziale per la conversione alle rinnovabili, abbiano deciso di alleggerire un po' la spesa con quello che si ritrovavano in casa e a buon mercato, ma questo non vuol dire che ci sia stato un dietrofront (vedi i dati che ti ho linkato su)

    e della chiusura delle fabbriche di pannelli non appena hanno ridotto gli incentivi?

    Il fatto che abbiano chiuso fabbriche di pannelli è ininfluente o comunque poco significativo, l'unica cosa che potrebbe significare è che adesso è più conveniente comprarli in Cina i pannelli piuttosto che produrli in casa. Ed è la causa di un errato approccio di sviluppo basato sugli incentivi che hanno drogato il mercato del fotovoltaico, che comunque si regge da solo anche senza incentivi. Ti basta sapere che un pannello da 250w costa 100€ di celle fotovoltaiche (assemblarle in una struttura può costarne altre 20€) e produce giornalmente 1,5kW di energia che al valore medio dei nostri gestori fanno 0,45€ al giorno, questo vuol dire che già in 9 mesi di produzione l'investimento iniziale è stato compensato. Alla luce di questi calcoli, dimmi tu se non è remunerativo vendere pannelli fotovoltaici e ancor più acquistarli. Se hanno chiuso le fabbrice europee, più che altro credo sia il solito fenomeno della delocalizzazione causato dal costo della manodopera come succede in altri contesti e non certo a una scarsa convenienza di questo business!

    Sicuramente il GW è causato in massima parte dall'attività solare e mi fa piacere che esistano siti di approfondimento come questo che sottolineino questo aspetto fino ad ora sottovalutato!

  38. eliocame

    Mi scuso se sono stato laconico. Mi riferisco al GW. I neutrini ci arrivano in tempo quasi reale, la radiazione solare con 100.000 anni di ritardo. Se non ho capito male io, nei media la notizia ha preso questa piega: i due valori, dei neutrini e dei fotoni, sono in accordo, quindi da 100.000 anni a questa parte il 'calore' del sole non è cambiato. La conclusione è perlomeno tendenziosa. Cito due link, ma ce ne solo altri.
    http://news-town.it/cultura-e-societa/4516-scienza-il-sole-visto-in-tempo-reale-da-borexino-l-esperimento-condotto-ai-laboratori-infn-del-gran-sasso.html
    e http://www.scienzainrete.it/contenuto/articolo/gioacchino-ranucci/viaggio-nel-cuore-del-sole-ecco-come-funziona-borexino/settemb
    Il che è diverso dal dire che la reazione solare è stabile perché va ancora a idrogeno.

  39. Lampo

    @Marco

    " Ti basta sapere che un pannello da 250w costa 100€ di celle fotovoltaiche (assemblarle in una struttura può costarne altre 20€) e produce giornalmente 1,5kW di energia che al valore medio dei nostri gestori fanno 0,45€ al giorno, questo vuol dire che già in 9 mesi di produzione l’investimento iniziale è stato compensato."

    A parte che l'energia si misura in kWh...comunque sia non ti sembra un tantino approssimativo come conto? Va bene voler difendere il fotovoltaico ma per arrivare a dire che si ripaga in 9 mesi ce ne vuole...forse dovresti considerare anche l'energia necessaria per produrre i pannelli, il costo degli inverter, il costo e l'energia per smantellare i pannelli stessi a fine vita ecc...tutte cose che ti fa comodo non considerare. Quello che non volete capire è che anche per noi BENVENGANO le energie rinnovabili! Ma che siano davvero rinnovabili e che siano davvero in grado di di sostituire le vecchie fonti di energia...ma non quelle che servono sostanzialmente ad ad arricchire alcune lobby spacciandole invece come la soluzione in grado di evitare che il nostro pianeta e la razza umana stessa sia spazzata via dall'accumulo di CO2. Perchè il fotovoltaico fino ad oggi è stato conveniente solo grazie agli incentivi statali, e tali incentivi non vengono prodotti dal silicio mono o policristallino delle celle fotovoltaiche...gli incentivi sono finanziati da noi stessi in bolletta, quindi nel 90% da quelli che i pannelli non ce li hanno.

    E poi dite "E poi voi che parlate con certezza del futuro "...qui nessuno parla con certezza del futuro, anzi si dice che i soldi dovrebbero esser meglio spesi per finanziare richerche scientifiche che ci facciano capire di più della climatologia in generale, dato che come è stato ripetuto centinaia di volte oggigiorno NON SI SA in che modo la CO2 influenzi il clima! Quelli che invece mi pare abbiano preso come assioma l'equazione matematica "CO2 = GW = Distruzione del mondo" mi sembrano altri. E sentire che mezzo mondo da anni si mobilita perchè non c'è più tempo da perdere sui cambiamenti climatici fa davvero tristezza...soprattutto se penso a tutti gli altri problemi che ci sarebbero invece da risolvere con maggiore urgenza...

    Comunque sono anch'io con Michael e Alvermag...andiamo avanti a parlare di astronomia va...

  40. cari tutti,
    invito caldamente di non rispondere più a Libero. A differenza di altri, il suo tono sembra volere a tutti i costi la baruffa ed è estraneo allo spirito di questo blog. Concludiamo qui le discussioni su questo post.
    Ciò non vuol dire che non continuerò a riportare news sul GW, soprattutto a suo sfavore (sempre che siano scientificamente valide), dato che quelle a favore (anche non valide) hanno già abbastanza spazio nei giornali e nelle istituzioni. Insomma, cerco di far sapere anche quello che normalmente si cerca di nascondere. Quello che viene propinato a destra e a manca non ha bisogno di questo piccolo blog...

    Resta sempre l'idea che mando avanti da anni. Se non ci fossero motivi poco chiari il clima sarebbe una materia da dover studiare in modo aperto e senza preconcetti, vista la sua enorme difficoltà e lo stato ancora "infantile" delle ricerche che lo affrontano. Il che vorrebbe dire uguali fondi a entrambe le correnti di pensiero, uguale trasparenza e visibilità, uguale trattamento dei referee ufficiali e molto altro ancora.

    Ricordo, infine, che la mancanza di fondi ai giovani che vorrebbero approfondire nuove e più fruttuose energie alternative (che rendano il mondo migliore per tutti e non solo per i cittadini di serie A) continua a bloccare ogni sviluppo, giocando a favore solo delle ricerche unilaterali ultra ricche, con i loro ben noti limiti. E' proprio di oggi un largo finanziamento alle solite strategie , con conseguente ulteriore riduzione di tutto ciò che non corrisponde alle regole prestabilite dai governi e dai media a loro asserviti. Predicano tutti bene (Obama per primo), ma poi usano lo shale gas che non è altro che metano....

    OK... pensiamo al nostro caro amico atomo e aspettiamo i 4-5 gradi in più che già avremmo dovuto avere da qualche anno e invece... niente!.... :mrgreen:

  41. Gianluca Tomassini

    io mi sono fermato qui, non ce la faccio ad andare oltre:
    "Specie la scienza astronomica poi che praticamente è fatta al 99% di ipotesi ancora da dimostrare…"

    si, è vero, infatti Newton è ancora tutto da dimostrare, per non parlare di Galileo che giustamente ha dovuto fare abiura. Lasciamo perdere poi quel pazzo farneticante di Einstein le cui teorie trovano stranamente continue conferme.....sicuramente è un complotto.

    "La fantasia priva della ragione produce impossibili mostri: unita alla ragione è madre delle arti e origine di meraviglie" [Goya, manoscritto conservato al museo del Prado]

    "quando gli uomini non ascoltano il grido della ragione, tutto muta in visione"
    [Anonimo, manoscritto conservato alla Biblioteca Nacional]

    Io comunque rimango a metà strada, mi rimane il dubbio su qualsiasi teoria.

  42. non potevo farne a meno... a proposito del summit di questi giorni...
    ho aggiunto una immagine alla fine dell'articolo...

  43. davide1334

    enzo,scusa la mia immensa ignoranza in materia ma cosa sarebbe fondamentalmente sto shale gas? e gli stati uniti ne avrebbero l'esclusiva? hai scritto qualcosa a riguardo?

  44. sì Davide ne ho parlato in un paio di articoli su astronomia.com, tempo fa. E' in pratica gas naturale che si trova a grande profondità nelle rocce scistose e che si estrae attraverso perforazioni orizzontali che alcuni pensano possano essere molto pericolose e inquinanti. Tuttavia, i maggiori utilizzatori sono proprio gli USA che stanno diventando del tutto autonomi rispetto al petrolio orientale. Anche l'Inghilterra ha deciso di utilizzarlo, dato che si trova abbondantissimo un po' ovunque nel mondo. Sbaglierò, ma temo che diventerà il petrolio del prossimo secolo. Purtroppo, quanto le perforazioni possano essere realmente dannose non è molto chiaro, ma quando c'è di mezzo il guadagno si fa in fretta a decidere. Se ricordi, dopo l'inizio della crisi ucraina, Obama era venuto in Europa (anche a Roma) per dire che gli USA erano disponibili a vendere il loro shale gas in eccesso. Guarda caso....
    Oltretutto, l'autonomia degli USA potrebbe stravolgere i rapporti economici tra occidente e oriente con gravi rischi per la pace... sempre che ci sia ancora. Ma... così va il mondo...
    Boh... speriamo che qualche genio, senza soldi, riesca lo stesso a trovare una vera fonte alternativa. Con tutta l'acqua dei mari, l'idrogeno e con la fotosintesi davanti agli occhi (la migliore trasformazione energetica naturale) sembra proprio impossibile che si debba ancora ricorrere a energie di tipo estremamente parziale e decisamente lobbistiche.

  45. GiAtom

    oops....
    professore, non ho visto il suo post di chiusura del discorso GW, in effetti è inutile rispondere.

  46. caro GiAtom,
    hai il nome giusto per gli articoli sulla storia dell'atomo!!! :-P
    Ho solo aggiunto un'immagine nell'articolo sulla lumaca, ossia questo articolo...

  47. Andrea I.

    Manco da un pochetto e al ritorno scopro di essermi perso l'invasione dei troll!!! XD Mi chiedevo quanto ci avrebbero messo prima di venire a importunare in questa isola felice.

    Scritto questo, mi inchino alla vostra pazienza (a mio parere sprecata) nel rispondere a personaggi che fin dal primo intervento manifestavano una chiara indisposizione al dialogo e una tendenza al dubbio a "senso unico" :mrgreen:

  48. caro Andrea, ben tornato!
    Su Libero penso che non ci sia niente da fare e spero che capisca che qui non c'è trippa per un certo tipo di gatti. Diverso è il caso di Marco che, anche se in modo un po' irruento, in fondo accetta il dialogo, anche se sembra pensarla come noi ma vuole far credere il contrario...

  49. Libero

    @ lampo:
    "quindi nel 90% da quelli che i pannelli non ce li hanno"
    Ma allora perchè non ti le metti pure tu i pannelli solari?
    Io ce li ho ed il risparmio x me è notevolissimo!
    Se pensate che siano solo i fessi a pagare, beh allora mettetevi pure voi dalla parte dei dritti, o no? Anziche' parlare ed accusare a vanvera come se non digeriste il mondo che anche voi stessi avete contribuito a creare e che comunque ed in ogni caso vi dà da mangiare...altrimenti avete due opzioni:
    > o vi candidate voi e cambiate il mondo;
    > o vi trasferite su un altro pianeta!

    In ogni caso, vedo che quando non sapete cosa e come rispondere BOICOTTATE la libertà di commentare con chi la pensa come voi...altro che "ecomafie"...questa è la vera "webmafia", isolare dal blog tutti quelli che non la pensano come voi!
    A proposito, professoroni, come mai non mi avete ancora risposto sul big bang, sull'origine della vita, sulla nascita dei pianeti...non sapete cosa rispondere?

    Inoltre, leggendo tra le righe del blog, noto che questo sito disprezza proprio x natura i siti istituzionali come media-inaf...forse l'autore del blog ha vecchi rancori mai sopiti con quelli dell'inaf........?

    Cmq grandissimo Marco!

  50. Silenzio... mi raccomando! Lasciamo che si stufi e scelga posto migliore per i suoi istinti battaglieri... :mrgreen: :mrgreen:

  51. Libero

    Newton, Galileo, Einstein...ma se ancora non si manco cosa è davvero la forza di gravità...nessuno (voi compresi) è mai riuscito a spiegarla ancora al cento x cento!
    Cmq ha fatto bene l'autore del blog (che tanto odia a morte l'inaf x comprensibili ragioni di carriera) ha dare il silenzio ai suoi utenti-schiavetti (magari vi sta solo sfruttando x scrivere un libro grazie al lavoro di archivio fatto da voi commentatori tanto seguaci e lavoranti a gratis!).
    E cmq è giusto stare in silenzio quando non si hanno valide risposte ed argomentazioni da dare.
    Più che giusto, direi: chi non sa è meglio che taccia!

  52. @eliocame: Mi sa che i media hanno preso fischi per fiaschi. Dire che "il calore del Sole" è costante da 100mila anni è come dire che il ciclo solare undecennale non esiste.
    Di fatto, ora abbiamo solamente due dati puntuali (o a brevissimo termine, in senso astronomico), uno che ci dà l'attività attuale del nucleo solare e l'altro quello della sua superficie.
    Possiamo dire che sono paragonabili, ma qual'è l'incertezza? I neutrini sono sfuggenti e di difficile rilevazione, l'attività del Sole non uniforme su tutta la sua superficie (macchie, granulazione e quant'altro). Una misurazione veramente precisa del flusso energetico attuale del Sole non si è ancora raggiunta, tant'è che si parla di mandare in orbita un nuovo satellite per farlo.
    Si può dire al massimo che i due flussi sono della stessa grandezza e che c'è la conferma di come si sviluppino le reazioni termonucleari nel Sole. Dopo di che, se l'incertezza tra i due flussi fosse solo dell'1%, hai idea di quanto questo potrebbe influire sul clima terrestre? In termini di clima è una enormità.... :wink:

    @Libero: Ti sei qualificato per quello che sei.
    Visto che non sappiamo cos'è la gravità, aspettiamo con ansia che tu ce la spieghi.
    Nel frattempo, abbiamo una teoria sufficientemente precisa da fare previsioni che vengono sempre e puntualmente verificate.
    Per quanto riguarda Enzo e la sua presunta invidia, lascia perdere: non solo non lo conosci come persona, ma di certo non puoi vantare un curriculum come il suo. Sciacquati la bocca prima di nominarlo.... :evil:
    Sul silenzio, faresti meglio a praticarlo di più, insieme all'umiltà: hai fatto una magra figura, e nemmeno te ne rendi conto. Torna a grufolare in mezzo alle tue boiate e lasciaci perdere. Ne gioverà la tua e la nostra salute, e non ci mancherai affatto.

    E poi, una telefonata alla polizia postale costa poco e dà le sue soddisfazioni....

  53. D'accordo con voi che questo sito deve parlare di astronomia e se il Prof. Zappalà lo ritiene necessario anche di riscaldamento globale e di come la comunità scientifica stia prendendo un abbaglio (in buona o in mala fede è tutto da dimostrare, io i miei dubbi ce li ho beati voi che non ne avete) detto questo dato che voi a buon diritto date dell'idiota a chi dice +CO2 = GW se posso permettermi io faccio altrettanto con coloro i quali continuano a sostenere che i combustibili fossili siano il futuro che le attuali tecnologie per lo sfruttamento delle rinnovabili non valgano un tubo perché sono in mano alle lobbyes perché sono gestiti dalle ecomafie perché non convengono perché costosi e di elitè.
    Se dati alla mano non riuscite a capire che non è così io mi sono stancato di mandarvi link a negozi online di celle fotovoltaiche a negozi online di inverter, per 2 motivi:
    1. Non ci guadagno niente
    2. Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire

    Per inciso so bene che l'unità di misura della potenza è il Wh ma quando compri un pannello fotovoltaico non gli dici voglio un pannello di 250Wh ma semplicemente un pannello da 250W, inoltre facendo il conto della produzione giornaliera ho specificato che 1,5kW fossero giornalieri non potevo certo scrivere 1,5kW/h lì si che avrei dato i numeri, il mio denominatore tempo in quel caso è il giorno e non l'ora, perché in quel calcolo ho approssimato 6h il tempo di produzione giornaliera.
    Fra l'altro ho anche calcolato per eccesso il costo delle celle che attualmente stanno a 30cent a W per cui di celle fotovoltaiche il 250w costerebbe 75€, io mi sono tenuto molto molto largo scrivendo 120€ e in quei 45€ ci fai stare comodo anche un micro inverter grid tie se proprio vuoi usare un micro inverter per ogni pannello da 250€, sarebbe più economico tuttavia usare un grosso inverter pure sine da 4000W per l'intero impianto e in questo caso i costi complessivi si riducono ulteriormente. Tutto ciò per farvi capire che coloro i quali pensavano che il fotovoltaico è costoso, che lo pagano quelli che non ce l'hanno che conviene solo ai ricchi, adesso continuano a pensarlo.

  54. Andrea I.

    Il bisogno di essere al centro dell'attenzione a tutti i costi é una brutta bestia! Tollerabile nei bambini piccoli, a volte anche divertente....ma molesto e spesso sfociante nel patetico negli "adulti".
    Comunque come si usa dire in rete : please don't feed the troll!!! :mrgreen:

    Temo che con una maggiore visibilitá toccherá avere a che fare piú spesso con utenti simili. Dovremo imparare a riconoscerli fin da subito onde evitare inutili e spesso irritanti perdite di tempo.

    Ottimo suggerimento comunque, Red :wink:

  55. Libero

    Vedo che sono stato frainteso. Peccato perchè ho grande stima di Zappalà, che seguivo su astronomia.com e che ora seguo qua (ho 17 anni e frequento lo scientifico).
    Io quindila penso come lui tranne che x una cosa: il GW.
    Per il resto:
    1) anch'io non seguo media inaf perchè ci sono troppi giovani (magari con laurea triennale in comunicazione della scienza) che troppo presto hanno fatto carriera e passano magari x astronomi quando invece non lo sono (e x questo comprendo il planetologo Zappalà, come ho scritto in post precedente);
    2) x non averla pensata come la maggior parte di voi tuttavia sono stato (almeno così mi son sentito) trattato peggio di un mostro! Vi posso garantire che non sono stato affatto bene, anche perchè non sono stato aiutato da nessuno (sono pure orfano, figuratevi, e vivo coi miei nonni!...).
    Qui pensavo di trovare degli amici, ma forse mi sbagliavo.
    Non è giusto come mi avete trattato. Anche io odio tutti i politici italiani perchè parlano bene ma razzolano male e a me, che vivo con la miseria dei miei nonni, non mi ha mai aiutato nessuno ed ho conosciuto anche la depressione, al contrario di voi (e mi auguro che non abbiate mai a conoscerla!).
    Non volevo offendere nessuno ma ancora non capisco perchè un'ipotesi debba essere migliore di un'altra. Speravo di essere capito, magari anche nella mia "testardaggine", ma mi sbagliavo perchè sono stato solo lapidato e basta!

  56. due commenti e poi chiudo questo post... direi che è scivolato verso qualcosa che è del tutto estraneo a questo blog.

    1) per Marco

    Due cose volevo puntualizzare con te: (a) io non appoggio nessun combustibile fossile, anzi... vorrei proprio che i fondi che vanno solo verso energie alternative molto aleatorie (e che non risolvono i problemi veri dell'energia mondiale) andassero verso ricerche innovative. Senza fondi non si fa ricerca! (b) i massimi e minimi solari hanno mostrato di essere in grado di regolare i cambiamenti climatici. Trovo fondamentale che queste nuove scoperte vengano inserite nei modelli ufficiali. Se non viene fatto vuol dire che i modelli sono in malafede e costruiti solo per avere un risultato già scritto in partenza. I 17 anni di blocco del GW non viene spiegato da alcun modello. Non trovi che sia ora di cambiarli, così come è ormai dimostrato che tra CO2 (aumentata) e riscaldamento (bloccato da 17 anni) non vi è correlazione?
    Cerca di pensare a queste due conclusioni e non darmi in bocca cose che non ho mai detto. Infine, se pubblico solo contro GW è solo perché nel mondo si danno solo le informazioni pro GW. Cerco, in qualche modo, di pareggiare la ricerca scientifica, portando a galla ciò che viene accuratamente e volontariamente nascosto (vedi i ghiacciai dell'Himalaya, le foreste dell'Amazzonia, i 17 anni di stop, gli orsi che stanno benissimo, ecc., ecc.)

    2) per Libero

    carissimo Libero,
    tu sei giovane e hai avuto momenti molto brutti e me ne dispiace. Tuttavia, sappi che chi più chi meno, molti altri hanno avuto grandi problemi (non sto a raccontarti i miei, ma sappi che sono da molti anni in cura antidepressiva). Tu accusi gli altri di trattarti male... ma hai letto quello che hai scritto in questo post? fai un po' di esame di coscienza...
    Mi hai dato dell'invidioso, di uno che si vendica per mancata carriera, ecc., ecc.
    Perché non hai letto il mio curriculum? Avresti visto che sono arrivato al top della carriera sia nazionale (professore ordinario) sia internazionale (presidente di Commissione IAU). Certe figuracce potevi evitartele con un minimo di attenzione. Pensa di più e scrivi di meno. Se ce l'ho con l'INAF non puoi pensare che è perché ho lavorato dentro di lui per 40 anni e non vorrei che fosse dato in mano, per la divulgazione, a personaggi del tutto impreparati. Insomma, un consiglio da anziano:

    Tienti pure le tue idee, però cerca sempre di valutarle e di confrontarle con quelle degli altri. Non sentirti vittima e come tale libero di essere violento perché ti senti troppo colpito dalla sorte. Insomma, resta pure a leggere e a commentare questo blog, ma in ogni caso cerca di essere riflessivo e critico prima di tutti verso di te. Leggi la presentazione del blog e vedrai che l'umiltà è la più grande dote che apprezziamo tutti.
    Il modo che hai avuto nel cambiare tono, la dice lunga: non sai ancora come comportarti con un mondo che senti ostile. Ti invito a essere più maturo e può darsi che le riflessioni astronomiche (e non) di questo blog ti possano anche aiutare un pochino.
    Un abbraccio e alla tua età cerca di vedere azzurro!!!!

Comments are closed.

Who makes the best rolex replica watches? the best 2020 rolex website watches

shemale777.com vrpornx.net kinkydom.net