Ott 15

KIC 8462852: sono arrivati gli alieni! (poveri noi...)

Molta calma ragazzi... temo che stia per partire uno scoop mediatico di quelli con i fiocchi. Una stella osservata con Kepler ha mostrato perdite di luce significative ma del tutto scorrelate tra loro. Al momento, qualsiasi spiegazione sembra non stare in piedi, a parte quella di uno sciame cometario immesso in orbita interna. Voglio leggermi con calma l'articolo originale (potete farlo anche voi... QUI) e valutare con calma le varie ipotesi scartate e quelle meno impossibili. Ovviamente, i media si sono già scatenati e stanno divulgando che siamo di fronte a costruzioni aliene attorno alla lontana stella. Poveri noi...

 

14 commenti

  1. Mario Fiori

    O mammina mia ma quando si potrà stare tranquilli a parlare delle nostre meraviglie dell'Universo senza che arrivino gli alieni, naturalmente sotto forma di scienziati improvvisati, giornalisti innamorati (si del facile denaro), cervelloni inventati o poveri disgraziati (in senso mentale, con tutto il rispetto).
    Ma quelle benedette comete potevano passare una per volta senza farsi troppo notare da Kepler che fa' bene il proprio lavoro ma poi chi commenta e inventa un po' meno lo fa'.
    Sta' a vedere che gridando "al lupo, al lupo" quando arrivano i veri alieni non trovano un cane ad aspettarli? :mrgreen: . Forse un cane si e forse più di uno perchè come ben sappiamo gli animali molto spesso ci superano.

  2. eh sì Mario... queste comete potevano pensare alla loro amica di Rosetta che continua a dirci poco o niente (omertà?). Ti dirò... non credo sia la spiegazione migliore (ci vorrebbe una bella fortuna ad assistere proprio a qualcosa di rarissimo al momento giusto). Probabilmente spunterà fuori qualcosa a seguito di osservazioni più accurate. Al momento, speriamo che i media abbiano altre notizie più ghiotte! E poi se devono essere alieni almeno lo dicano apertamente con una bella trasmissione televisiva... magari un talk show cosmico :twisted: :mrgreen:

  3. caro Marco,
    le ipotesi astronomiche sembrano, al momento, tutte da scartare (a parte quella cometaria). Tuttavia, in mancanza di altre osservazioni mirate e più accurate, direi che l'ipotesi aliena sia da tenere ancora nel cassetto... Anche per l'anello f di Saturno si diceva che era impossibile fisicamente tenerlo in vita... e poi... tutto si è risolto con la meccanica classica. Quella stella è da studiare meglio e non è il caso di farsi travolgere dalle ipotesi mediatiche e da qualche scienziato che cerca un po' di pubblicità. Io credo poco alle comete, a meno che non subentrino dati ulteriori che possono sicuramente essere ottenuti con ulteriori osservazioni.

  4. Alexander

    Ma se fosse una nube di gas interstellare particolarmente densa che a causa della gravita' della stella si stia spezzando in tronconi?
    In che lunghezza d'onda bisognerebbe cercarla?

  5. Mario Fiori

    Caro Marco è interessante ciò che dice il link, così come è giusto ciò che dice Enzo. L'importante è non escludere nulla con mente aperta a tutto , un po' di sano scetticismo, un po' di fantasia e tanta voglia di conoscenza senza farlo sapere troppo ai soliti noti ...con o senza nei(vedi risposta ad un altro articolo).

  6. caro Alex,
    la nube è stata una delle prime ipotesi, ma non si sono trovati eccessi nell'infrarosso, cosa che dovrebbe proprio caratterizzare una nube di polvere o cose del genere...

  7. Daniela

    Tanto per divertirsi un po' come con il "pingo" di Cerere...
    ...e se fosse un sistema simil-planetario con nane brune al posto dei pianeti che orbitano intorno alla stella centrale?! 8-O
    Il fatto che gli abbassamenti di luminosità non siano periodici potrebbe essere imputato al fatto che ogni transito osservato sia di una nana bruna diversa, ognuna delle quali con un periodo di rivoluzione molto lungo. La massa di una nana bruna potrebbe giustificare una riduzione di luminosità del 20%? Le nane brune in questione dovrebbero anche essere complanari rispetto al punto di osservazione...

    Che dici, Prof., ho sparato una fesseria grande come l'Universo o potrebbe essere teoricamente possibile anche se altamente improbabile? :-P

  8. Paolo

    Però se fossero più nane brune dovrebbe "mostrarsi" nell'infrarosso...

    L'unica cosa che mi viene in mente è un effetto prospettico, dovuto a qualcosa che si interpone tra noi e la stella a distanza indefinita tra noi ed essa...

    Non può essere troppo vicino a noi, altrimenti l'occultamento interesserebbe anche altre stelle..... comunque dovrebbe mostrarsi qualcosa nell'infrarosso o sbaglio?

    A mio avviso è un bel mistero che necessita di approfondimenti e osservazioni..

    Paolo

  9. cari Dani e Paolo,
    a parte l'infrarosso, l'idea che si tratti di oggetti (comete o nane brune che siano) che transitino davanti alla stella è quella meno assurda. Tuttavia, avere la fortuna di vederle passare davanti proprio in un intervallo così corto sembra esagerata.Però... sono convinto che studi prolungati troveranno una spiegazione plausibile anche relativamente all'infrarosso.Comunque, sembra che i media italiani abbiano snobbato la notizia. Speriamo che duri...

  10. Alvermag

    Caro Enzo, è sufficiente seguire il metodo del grande Sherlock Holmes:

    UNA VOLTA ELIMINATO L'IMPOSSIBILE, CIO' CHE RESTA, PER QUANTO IMPROBABILE, DEVE ESSERE VERO :wink:

    Un salutone a tutti!!! :-D

  11. Paolo

    Ciao Alvy è sempre un piacere risentirti.

    Ottima citazione :mrgreen: :mrgreen:

    Paolo

  12. Diego

    Ciao grande Alvy!!! :-P

    A proposito di GRANDI:

    Nella vita solo se si è pronti a considerare possibile l’impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo.
    (Goethe)

    Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile e all'improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile.
    (Francesco d’Assisi)

  13. che filosofi in questo circolo!!!! :mrgreen:

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.