Gen 17

Ribaltare la geoingegneria: fantascienza o futuro prossimo? *

Abbiamo appena parlato di geoingegneria, la tecnologia che potrebbe risucchiare tutta quella sporca e cattiva CO2 che ci perseguita. Una nuova ricerca e un vecchio lavoro di Fred Hoyle e Chandra Wickramasinghe, sembrerebbero proporre un suo utilizzo completamente ribaltato.

Fred Hoyle è stato un grande astrofisico, ma non si può dire che non abbia avuto dispute accese con i colleghi, relativamente a molte sue convinzioni "fuori dal coro". Basterebbe citare lo stato stazionario dell’Universo. Tuttavia, a volte, alcune sue idee sono poi diventate molto meno irrazionali di quanto sembrassero. Pensiamo alla Panspermia, secondo cui la vita è un fenomeno cosmico globale. La teoria che la vita si sia evoluta nello spazio, diffondendosi nell'Universo, e che questa sia l'origine di quella terrestre, non è oggi così assurda come poteva sembrare molti anni fa.

Anche riguardo al clima, il suo contributo ha avuto “uscite” decisamente contro corrente, che gli hanno causato durissimi attacchi. Circa 20 anni fa, insieme Chandra Wickramasinghe, mise in evidenza il fatto che l’opera dell’uomo avrebbe potuto scongiurare una nuova, terribile, era glaciale. D’altra parte sappiamo bene che le ere glaciali si sono ripetute e si ripeteranno sicuramente nel futuro. L’inizio del loro lavoro vale la pena di essere riportato per intero:

“Ripiombare in un’era glaciale renderebbe la maggior parte della Terra incoltivabile, causando, inevitabilmente, condizioni tali da causare l’estinzione di gran parte della popolazione umana. Poiché gli asteroidi (e la polvere da loro sollevata) non possono giungere a comando, noi dovremmo seriamente pensare a rifornire la nostra atmosfera di gas serra in modo da mantenere condizioni ideali come quelle odierne. Sarebbe necessaria una tecnologia adeguata, proprio opposta a quella invocata dagli ambientalisti”.

Leggetevi, però, tutto l’articolo  ne vale la pena.

Proprio in questi giorni, è apparso un articolo su Nature (mica bruscolini) in cui è presentato uno studio diretto nella direzione di quello di vent’anni fa, così dilaniato dalle critiche. In parole povere, la CO2 di origine umana, debitamente regolata (quella odierna sarebbe ancora ben poca cosa), sarebbe in grado di posticipare la prossima era glaciale di almeno 100 000 anni. In fondo, pensandoci bene, siamo o non siamo in un periodo in cui il clima è veramente fantastico? Pensate alle ere glaciali e alla situazione dei paesi nordici. Forse dovremmo realmente cominciare a considerarci fortunati e invertire la geoingegneria!

Si fa -quasi- per scherzare, ma, chissà, che non diventi l’azione politica dei prossimi decenni, adesso che il petrolio e il gas si vendono a prezzi irrisori (per non parlare del carbone). Basterebbe dire alla popolazione che l’era glaciale si sta avvicinando e che la maggior parte dei paesi “civili” rischiamo di essere cancellati da una spessa coltre bianca e veramente gelida. Già mi vedo le facce contrite dei soliti (sempre gli stessi) tuttologi televisivi che ci spiegano come la nostra CO2 potrebbe diventare una coperta calda e  piacevole.

Articolo originale QUI

5 commenti

  1. Daniela

    Sinceramente sono un po' confusa...

    Che il livello di CO2 sia da abbassare per evitare le "terribili" conseguenze del riscaldamento globale o che sia da aumentare per ritardare un'imminente era glaciale, mi sembra che l'ipotesi di partenza sia sempre la stessa, ovvero la correlazione tra percentuale di CO2 nell'atmosfera e livello della temperatura media del pianeta.

    Ma, se non sbaglio, l'analisi dei dati relativi a varie ere geologiche non è risucita a dimostrare l'esistenza di tale correlazione che, quindi, sarebbe basata su un atto di fede...

    Sto vaneggiando?! 8-O

     

  2. hai pienamente ragione, cara Dany...

    Si cerca in tutti i modi di maneggiare un qualcosa che sa da sola come comportarsi. La mia è stata una specie di provocazione, per mostrare come, quando non si conosce qualcosa con la giusta accuratezza, si può dire tutto e il contrario di tutto.

    In realtà bisogna dire che una quantità veramente considerevole di CO2 potrebbe sicuramente avere risvolti sulla temperatura. Ciò è successo in concomitanza con grandi esplosioni vulcaniche o con l'urto di asteroidi. Tuttavia, non è l'unico fattore e, quando è a livelli contenuti e/o è assorbita secondo le regole naturali, il suo effetto è del tutto secondario rispetto ad altre cause. Immetterla in modo pesante e continuativo potrebbe (ma è tutto molto aleatorio) aiutare a mantenere una temperatura moderatamente calda. Il fatto è che la relazione gas serra- temperatura non è cosa semplice come viene spiegata normalmente, ma molto più complicata. Lindzen ha spesso cercato di spiegarla, ma con scarso successo ed è tacciato tra i "cattivi". Nel caso in oggetto, ho voluto solo far notare come un'interpretazione frettolosa possa far passare da tutto bene a tutto male e ribaltare qualsiasi soluzione. Nei conti fatti dall'ultima ricerca si parla di grandi quantitativi, ben superiori a quelli attuali. Tuttavia, io sono convinto che per potere capire veramente il contributo della CO2 bisognerebbe conoscere esattamente come giocano tutte le altre cause che portano a risultati simili. Sicuramente la quantità attuale non riesce a essere veramente influente rispetto ad altri processi. Su Venere, riesce benissimo a mantenere la temperatura ma i livelli sono ben superiori.

  3. Daniela

    Comunque, a parte lo studio di Hoyle fatto in tempi non sospetti, stiamo lentamente assistendo ad un cambiamento dell'atteggiamento mediatico nei confronti della CO2.

    Questa notizia sul ritardo dell'era glaciale, per esempio, sembra fatta apposta per giustificare lo stop del GW da quasi venti anni, nonostante la CO2 abbia continuato ad aumentare: un espediente perfetto per sostenere che non ci avevano raccontato baggianate ma che la CO2 avrebbe fatto davvero aumentare la temperatura se le condizioni ambientali non ci stessero portando verso una glaciazione.

    E allora via con un uso sempre più massiccio di energia prodotta da idrocarburi che ormai costano sempre meno (perché gli Usa hanno inondato il mercato di shale gas, anche se i nostri TG si guardano bene dal dircelo e imputano il calo del prezzo alla crisi economica - giuro che ho sentito dire pure questo! - e all'incipiente aumento della produzione da parte dell'Iran), con buona pace dei nostri polmoni che respirano anche tutti gli altri prodotti di scarto!

    In questo desolante panorama, speriamo almeno che tutta questa sovrabbondanza di energia a buon mercato arrivi un po' anche a chi fino ad oggi non ne ha avuta per niente e li faccia vivere meglio... ma, chissà come mai, ho forti dubbi che ciò accadrà!

    :-|

  4. lucidissima analisi Dany!

    il fatto è che la crisi sta realmente investendo il mondo abituato a certe manovre finanziarie criminali che stanno cambiando. Io la vedo veramente brutta, tra scuse, falsità, ripicche e ... mors tua vita mea...

    Come dici tu, i più poveri saranno sempre più poveri e solo pochissimi "furbi", senza peli sullo stomaco, si accaparreranno il 99,99% di tutto. E' ormai chiaro che il clima e le energie alternative sono state usate per scopi di potere economico e di distruzione di certi mercati. I furbi l'hanno sempre saputo, ma hanno trovato dei servi ignoranti (o in attesa di qualche briciola anche per loro) pronti a inchinarsi e a dire tutto e il contrario di tutto. In questo contesto, come si può mai pensare che la Scienza del clima faccia veramente progressi?

    Il futuro del mondo (uomo, intendo) lo vedo proprio male... :evil:

  5. Mario Fiori

    Ehh si Enzo sono proprio daccordo, qui stanno andando a rotoli molte cose a partire da un minimo di etica, umiltà ed unità. La vedo proprio brutta ed il "tutti per uno, uno per tutti" si stà trasformando in "Uno e stop", e qui non si va' da nessuna parte...anzi non vorei che si andasse verso la solita guerra risolutrice che questa volta lo  potrebbe essere davvero e totalmente.

    Teniamo duro ragazzi, facciamolo per noi tutti , ma facciamolo soprattutto per la Nostra Lucy (scusate ma ne sono rimasto colpito) e tutti quelli come Lei o più piccoli o poco più grandi che sia.

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.