8/06/18

Il supplizio di Tantalo galattico *

Non sappiamo ancora esattamente come, ma sicuramente le galassie evolvono durante la loro lunga vita. Trovarne una che è rimasta “bloccata” quasi subito è una gran bella fortuna che potrebbe essere di grande aiuto per risalire alla loro formazione e, almeno, alle loro prime fasi. La news non è nuovissima, ma vista la carenza di notizie esaltanti perché non proporla comunque?

La galassia in questione è veramente molto grande ed ellittica. Non è facile capire la sua età, ma la presenza di un solo tipo di ammassi globulari fa fortemente pensare che essa presenti le caratteristiche delle prime fasi, dato che il secondo tipo di ammassi si forma a mano a mano che la galassia cattura materiale dall’esterno, comprese piccole galassie.

Beh… si potrebbe dire: “Conosciamo ormai molte galassie antiche, visibili come puntini rossi… una più, una meno…”. L’interesse del nostro caso è però  veramente particolare: la galassia così antica si trova nel nostro gruppo locale, ossia è vicinissima e quindi dovrebbe avere un’età ben più avanzata. Che cosa può avere interrotto la sua crescita? Presto detto: una dieta ferrea!

Essa orbita attorno al nucleo centrale del cluster del Perseo, a soli 225 milioni di anni luce da noi. La parte centrale dell’ammasso galattico è però sempre affamato e riesce a recuperare quasi tutto il materiale che sta arrivando da lontano. Una specie di supplizio di Tantalo per la nostra povera galassia che orbita con una velocità non certo trascurabile (1000 km/s). Il cibo è sempre stato lì, vicino a lei, ma …ops… le veniva strappato dalla fame gravitazionale della parte centrale dell’ammasso. Una dieta triste per lei, ma molto utile per noi che possiamo vedere un relitto antico nelle nostre vicinanze e quindi studiarlo nei minimi dettagli.

Il nostro Tantalo galattico (alias NGC 1277). Fonte: NASA, ESA, M. Beasley (Instituto de Astrofísica de Canarias), e P. Kehusmaa
Il nostro Tantalo galattico (alias NGC 1277). Fonte: NASA, ESA, M. Beasley (Instituto de Astrofísica de Canarias), e P. Kehusmaa

Più seriamente, la difficoltà di “mangiare” qualcosa è soprattutto dovuta alla sua velocità e al calore elevatissimo dell’ambiente. La ricerca di questi relitti, magari fermati in fasi diverse della crescita, continua… Potremmo veramente costruire un album di famiglia delle galassie, dalla loro nascita fino alla vecchiaia, con fotografie scattate da vicino!

Articolo originale QUI

 

In attesa che venga compilato l'album di famiglia delle galassie, QUI possiamo goderci l'album dei ricordi della Via Lattea, ricostruito grazie all'osservazione di 100 000 galassie simili ad essa, riprese in vari stadi evolutivi dal Grande Vecchio Hubble.

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.