Feb 2

Una domanda solo per Frank *****

Cari lettori non arrabbiatevi se propongo un "quiz" dedicato al nostro carissimo amico Frank, il sudafricano sempre un po' polemico. Come sapete è un instancabile giocatore di golf e mira (sotto sotto) a diventare il Numero Uno. Lui DEVE saper rispondere, ma se qualcun altro lo precedesse vorrebbe dire che la sua preparazione teorica sul suo gioco preferito sarebbe lacunosa... Quindi, si apra la battaglia!

La domanda è molto semplice ed è raffigurata dalle due immagini che seguono:

peanuts

260px-Golfer_swing

 

 

 

 

A sinistra uno dei simpaticissimi Peanuts, a destra un campione di golf (sarà Frank?).

Bene...

Cosa accomuna queste due immagini?

La risposta la trovate QUI

22 commenti

  1. Maurizio Bernardi

    La pianificazione strategica?

  2. PapalScherzone

    Il c... ops :oops: ... la fortuna?!

  3. qualcosa di ben preciso e descrivibile con una certa completezza,

    Il silenzio di Frank mi preoccupa... si sarà mica OFFESO per lesa Maestà (il golf)???

  4. Guido

    Buongiorno, mai ho brandito una mazza da golf in vita mia ma provo lo stesso a rispondere (ma mi limito a un inizio di ragionamento): nel golf il primo tiro per la buca è quello che non dipende dai tiri precedenti, tutti i successivi invece dipendono strettamente dall'esito del precedente. Se la strada è giusta mi lambicco di conseguenza, altrimenti l'abbandono...

  5. direi che la strada non è quella giusta o -almeno- c'è molto di più dietro...

  6. Frank

    Eccolo il solito, a pensar male si pecca ma di solito ci si azzecca...... Invece no ero sul campo a fare score.

    Come sarebbe a diventare????? Chi sarebbe il numero uno???

    Visto che fai il "gradasso" con gli indovinelli personalizzati provo a mazzuolarti: guarda che nel golf si dice "through the ball" non "true the ball". Mi sa che ti devo mandare a ripasso di inglese, ahahaahah.

    Per Guido: nel golf ogni tiro è una storia a sè e il prossimo tiro si porta solo il carico psicologico, che non è poco ma vale anche per il primo tiro della prima buca.

    PS non sono io, non si affronta un ostacolo a destra mettendosi a sinistra dei marker di partenza (per giocatore destro). Non è una regola assoluta ma aiuta molto. Se si tratta di un campione allora può fare quel che vuole, i campioni temono solo la distanza.

  7. caro Frangolfino,

    il "tuo" "true the ball" non c'entra proprio niente...

    Attendo la risposta e spero che arrivi da te...  non pavoneggiarti e RISPONDI!!!

    Infatti... quello è il Numero Uno (che sa anche la risposta...)

  8. Frank

    Ma che "pavoneggiarti" mi pareva chiaro che non ne ho la minima idea.

  9. Ma come??? è un vero e proprio codice per il perfetto giocatore.... non posso crederci!

  10. Frank

    Credo che tu abbia un'idea molto vaga di cosa sia il golf. Guarda che il gesto tecnico è scontato, è tutto il resto che fa la differenza.

  11. ma chi parla di gesto tecnico, io parlo di codice fondamentale del gioco del golf! Ah questi giocatori dilettanti, che non conoscono le regole matematiche del loro sport...

  12. Frank

    Mi stai confermando quel che dico, per questo non vedo quel che per te sembra logico proprio perchè dal mio punto di vista, da golfista, l'approccio mentale è concreto e non vi sono regole matematiche nel golf. A dirla tutta non vedo nessuna combinazione logica anche solo relativa al risultato auspicabile ma probabilmente questo è un mio limite.

  13. Se ci pensi bene, caro Frankolf, il golf si BASA su una regola matematica ben precisa. E voi cercate di seguirla...

  14. Frank

    Ci dormo sopra, ma sono prevenuto sono convinto che ti sei fatto un'idea errata di come funziona.

  15. dormi, dormi Frangolfo... tu, nel golf, cerchi di fare più tiri o meno tiri?

  16. Frank

    Il golf è un gioco di tattica, dipende dalla situazione, dal format ( non esiste solo quello che si vede più spesso in tv) e dall'obbiettivo. Sebbene la strategia di base mira a chiudere con meno colpi, la tattica adottata è finalizzata alla vittoria e non al minimo dei colpi. Ci sono interi libri riguardo la tattica di gioco e non sono mai esaustivi perché le situazioni e variabili sono in numero talmente elevato che assieme all'unicità della situazione singola tendono ad essere infinite. Ti faccio giusto un esempio perché so che stai pensando "esagerato": un giro su 18 buche (anche questa è una variabile, le gare in tele sono su più giorni ma esistono anche quelle a 27 buche in un giorno) dura circa quattro ore che è un tempo sufficiente per vedere fin anche quattro stagioni differenti e irripetibili nelle identiche condizioni meteo. Il golf si gioca su un campo dinamico e soprattutto vivo e mutevole.

    Ma si dai quasi quasi ti do retta e torno a letto visto che la notte non ha portato consiglio, poi oggi è troppo caldo per giocare.

  17. Esattamente quello che viene espresso nella mia domanda... dinamicità, capacità di adattarsi alle situazioni, cercar la strategia vincente che elimini rischi di tiri inutili e cose del genere... Senza una base matematica profonda il golf diventa un gioco da bambini...

  18. Frank

    Ok proviamo ad applicare la teoria dei giochi ma temo che le variabili siano superiori alla capacita risolutiva e speriamo di non ricevere un fulmine dal caro Nash. Oltretutto il regolamento prevede che per rischio fulmini la gara sia sospesa.

  19. Frank

    Sorry dal fu caro Nash.

  20. Guido

    Per Frank: ma se sbagli il primo tiro e la pallina ti finisce in un sito disgraziato il secondo tiro è stato influenzato dall'esito del primo e così via, a cascata. O sono cose che si vedono solo in TV?

    Quiz a parte non mi sono dimenticato del tuo quesito paleontologico, sto pensando a cosa mettere assieme per aiutarti nella ricerca dei fossili. Invece sull'enigmatica foto tutto quello che riesco a dirti è che non sembra trattarsi di un fossile e potrebbe più probabilmente essere una mineralizzazione secondaria (cioè cristalli cresciuti dopo che si è formata la roccia su cui stanno) di un minerale appartenente alla categoria degli anfiboli (o qualcosa di simile). Ho anche interpellato un collega esperto mineralogista per avere un conforto e per ora più in là di questo non siamo andati. Comunque la mineralogia è un universo tanto affascinante quanto complesso e, a parte casi eclatanti, ci possono essere minerali davvero strani e difficili da individuare senza analisi approfondite.

  21. Frank

    Ciao Guido, si è corretto quel che dici nel senso che essere nella posizione più facile è sempre auspicabile ma il tiro sucessivo è più influenzato dall'abilità del giocatore di saper mantenere la concentrazione che dal tiro precedente e quindi saper uscire dai problemi che sono più frequenti dei non problemi. Non è scontato che un brutto colpo influenzi negativamente il prossimo, in alcune situazioni a volte escono dei colpi che uno non si aspetta di fare neanche in centro pista. Il discorso non è semplice da spiegare perché senza aver provato è difficile rendersi conto dell'enorme numero di variabili che possono favorire o sfavorire il colpo sucessivo.  Giusto una precisazione: un brutto colpo è un colpo in cui la palla non va dove si vorrebbe. Questo potrebbe avere un effetto sullo score finale della buca che è diverso dall'avere un buono o cattivo colpo da quella posizione. Se ti capita di seguire una gara in tele noterai che le cosa che eccita di più il pubblico è quando i campioni escono con dei colpi impossibili da posizione assurde anche se la buca fosse ormai compromessa. Che vi sia un susseguirsi di eventi temporali condizionanti è scontato ma se procediamo in questo senso anche quello che ho mangiato la sera prima ha un influenza magari minima ma c'è. Se l'esito fosse automatico a partire dal primo colpo ti garantisco che nessuno perderebbe tempo a giocare a golf.

    PS tutto questo ammettendo che ho capito quel che dicevi nel primo post.......

     

    Tutto quel che riesci a mettere assieme sarà sicuramente utile e così smetterò di picconare tutto quel che sta "fermo" ahahahaha.

    Riguardo al campione stai tranquillo capisco che è complicato non avendolo per le mani. Per quel che è la mia scarsa competenza non pensavo ad un fossile ma appunto ad un minerale cristallizzato e speravo che visto l'incredibile gioco di luce ti fosse possibile identificarlo. Alla prima occasione cerco di fartene avere un pezzo, sempre se sei interessato, così ti togli la curiosità.  Le foto e il movie erano abbastanza chiari?

  22. Guido

    Sì erano chiari, ma senza avere il campione fisicamente a disposizione rimangono una quantità di dubbi. E non è detto che li si risolva senza indagare con mezzi ulteriori e più raffinati. Il gioco di luce aiuta ma fino ad un certo punto, perchè sono davvero tanti i minerali che possono dare effetti del genere. Se riuscirai prima o poi a farmene avere un frammento ti garantisco che lo smascheriamo....magari con l'aiuto di amici assai più esperti di me.

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.