Lug 10

Sono a casa e viva i gatti!

Cari amici,

sono tornato a casa dopo una decina di giorni di "vacanza" in Toscana e nel Lazio. Pochi giorni e spero di riprendere il ritmo...

Qualche appunto di viaggio. Dopo aver visto la grandezza, lo splendore, l'abilità architettonica e la perfetta organizzazione pubblica di una città portuale e commerciale come Ostia Antica (più di 50 000 abitanti!), dove ogni religione era permessa e dove tutti avevano una casa, anche i più poveri (e avevano anche una rete fognaria invidiabile... e ve lo dice uno che nel 2021 non ce l'ha ancora!), si fa fatica a pensare che da allora sono passati duemila anni, soprattutto guardando la specie umana odierna completamente intollerante, menefreghista, cafona e appiccicata sempre e comunque davanti a un cellulare e che non è più capace a muoversi se non ha il tomtom o come diavolo si chiama...

Non parliamo, poi, dei meravigliosi affreschi di S.Benedetto di Subiaco e della Cappella Sistina del medioevo (cripta di Anagni) e dei resti stupefacenti delle acropoli pre-romane di Norba e di Alatri. Dopo un confronto impietoso rispetto agli antichi, ecco che ho avuto una lezione di sensibilità e di affetto da quella che viene considerata una specie "inferiore": i gatti, i miei adorati gatti!

La specie umana non si è fatta mancare il piacere di rifilarmi qualche fregatura, in un periodo veramente triste e spietato,  Ma a casa... no. Appena arrivati, i nostri 6 gatti 6 ci sono subito venuti incontro chiedendo ovviamente cibo (era un giorno che non mangiavano...), ma, poi, proprio quello che consideravo il più "selvatico", raccolto sperduto da piccolino (di nome Birillo), che tornava a casa solo per mangiare alle 7 di sera, mi ha visto disteso sul divano della cucina e mi è venuto accanto, poggiandomi la testa sulla gamba e voltandosi a pancia in su per prendere tante coccole (e darmene ancora di più). Siamo stati così nel dormiveglia entrambi per più di mezzora. Non c'è sfida che tenga: Gatto batte homo sapiens sapiens cellularis menefreghista 100 a 0!!

Bene, con un po' di amaro in bocca e tantissimo affetto per i veri aMICI, torniamo al ventunesimo secolo e guardiamo il Cosmo chiedendoci quando sarà stufo di sopportarci!

P.S.: piano, piano, risponderò a tutti e grazie a Daniela per aver cercato di ravvivare il blog durante la mia assenza.

5 commenti

  1. givi

    Bentornato

  2. michele celenza

    Bentornato Vincenzo.

    Nel Lazio esistono strutture antiche costruite dagli ingegneri idraulici degli antichi romani ed in quanto ad acquedotti e reti fognanti anche oggi non ci possiamo lamentare. Ci lamentiamo invece della "monnezza" sparsa sulle strade che è la vera indecenza attuale.

  3. Mario Fiori

    Bentornato Enzo e bravo, hai fatto bene a prenderti una vacanza( spero che te ne prenderai un altro po').

    Sull'Homo sapiens sapiens sfondi una porta aperta come sai: ci stanno i9nquadrando e rimbambendo in nome del "dio" denaro escludendo alla grande la Storia , la Geografia, la Storia dell'Arte, l'Astronomia (appunto), la Filosofia e tante altre cose; ci stanno facendo perdere la voglia di guardare il cielo, di guardare il paesaggio , la natura, gli animali, le piante.

    I gatti sono meravigliosi ed affettuosi in barba a chi dice di no; sanno esserlo in un modo che, appunto, l'Homo sapiens sapiens (ma dove sapiens) non conosce più  da tempo imemorabile.

    Bentornato Enzo.

  4. Giorgio

    Bentornato Enzo,

    mi sono appena letto l'intervista a Mariateresa Crosta e, anche se "fuori tema", approfitto per porti un quesito che è stato posto mille volte nella storia della scienza ma non finisce di sorprendermi:

    Come è possibile che tra migliaia di studiosi che dibattono l'esistenza o meno della Materia Oscura, NESSUNO abbia applicato a FONDO  la R. G. che da decenni la fa da padrona nella determinazione dei fenomeni dell' Universo ?

    Resto un po' "basito, è come se domani qualcuno ci dicesse che per il Covid bastava fare la Vaccinazione Antinfluenzale...

    Grazie e... prima o poi mi prenderò un gatto !

     

  5. caro Giorgio,

    potrei dirti che non ci sono più menti in grado di voler faticare a tavolino, senza programmi già pronti che sfornano articoli a grappoli. Tuttavia, c'è una ragione più profonda: prima di Gaia le misure sulle posizioni e sui moti stellari erano troppo imprecisi per poterli usare come base di partenza per applicare le equazioni. Equazioni che, comunque, presentano difficoltà non trascurabili... Dai, facciamo il tifo per Mariateresa!

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.