31/08/15

Le luci di Hessdalen: UFO in diretta *

Prima di partire voglio lasciarvi qualcosa per farvi sorridere un po': un vecchissimo articolo, che rimane sempre attuale. E' un periodo che se ne vedono pochi, ma esistono sempre: i fantastici UFO! Se si analizzano attentamente tutte le segnalazioni di UFO avvenute in giro per il mondo, operando con serietà e con spirito scientifico, non si troverà niente di veramente anomalo: se non sono falsi costruiti “ad hoc”, vi saranno SEMPRE plausibili spiegazioni a riguardo, a volte molto semplici, altre volte più complicate. Proprio in tutti i casi? No, ne esiste uno decisamente diverso dagli altri: le luci di Hessdalen in Norvegia.

Esse sono vere, facilmente visibili, fotografate, filmate, continuamente sotto stretto controllo degli scienziati. E non sono nemmeno tenute segrete: chiunque le può vedere in diretta! Sono gli unici e veri UFO a nostra disposizione. Ma attenzione al nome … Unidentified Flying Objects (oggetti volanti non identificati), dove il termine “oggetti” deve essere interpretato con il più generale e sensato significato di “fenomeni”. Solo con questo spirito si può parlare e discutere di UFO, anche in un sito di astronomia come questo. Lo scopo dell’articolo è proprio quello di sfatare gli “alieni” e stimolare a parlarne “seriamente” sempre di meno… Lasciamoli alla fantascienza. Quando vorranno o saranno in grado di incontrarci lo faranno in altro modo, statene certi!

Ho partecipato spesso a dibattiti sugli UFO. A volte anche dei “faccia a faccia” con coloro che sono considerati dei veri esperti. Devo anche dire che, normalmente, non mi hanno mai fatto arrabbiare più di tanto. Spesso sono persone ragionevoli, che credono in ciò che dicono o che hanno troppa fiducia in quello che gli viene detto. D’altra parte è anche controproducente prenderli di punta. Se sono onesti non li convincerete con i discorsi. Se sono in malafede fate il loro gioco: creare rumore e sollevare dubbi. Con le persone normali, a volte, basta invece poco per riuscire a sfatare le loro illusioni. Mi ricordo quanto capitatomi parecchi anni fa quando abitavo ancora presso l’Osservatorio di Torino.

Nel cielo è visibile una splendida congiunzione tra Marte e Venere. I giornali e la TV, come al solito, ne hanno parlato ben poco, dando invece parecchio spazio ad avvistamenti UFO in varie parti d’Italia. Tutto nella norma, insomma. E’ un momento senza cani assassini, senza violenze di extra-comunitari, delitti efferati, aviarie incombenti o mucche rimbambite. Un momento di “morta” insomma. E quindi vanno bene anche gli UFO …

Dopo cena, mi telefona un caro amico, medico di fama, persona seria, brillante e lucida, che abita a Superga (pochi chilometri da me). Parte alla lontana, mi chiede come vanno le osservazioni, il lavoro in genere, la famiglia. Poi viene al sodo: cosa ne penso degli UFO? Comincio il solito discorso tranquillo, razionale, esplicativo. Ma sento che è agitato e vuole una risposta a qualcosa di più pressante. Si decide e mi interrompe: “Sai”, mi dice, “te lo chiedo perché ne sto vedendo due che stanno scorrazzando nel cielo verso sud!”. Sono felice. Finalmente vedrò anch’io un UFO.

Siamo vicinissimi in linea d’aria e corro alla finestra a sud. Niente. Solo i due bellissimi pianeti che dominano la notte. Ma sono fermi, ve lo assicuro, a parte i loro movimenti apparenti e intrinseci, non percepibili certo in pochi secondi o minuti. Torno al telefono e riferisco un po’ deluso quello che ho visto: purtroppo niente UFO, solo Venere e Marte. Il medico rimane un attimo titubante, poi mi dice di attendere. Tre minuti e torna all’apparecchio: “Sì, è vero, sono proprio fermi. Ma prima mi sembrava proprio che si muovessero a destra ed a sinistra. Accidenti che stupido che sono”.

Eppure non era certo uno stupido e nemmeno un visionario o un appassionato di misteri occulti. Era solo stato suggestionato da tante notizie che rimbalzavano sui mass media… Un esempio banale, che sarà capitato a molti tra voi. Ma che spiega almeno il 90% degli avvistamenti UFO.

Poi ci sono fenomeni più subdoli. Soprattutto palloni sonda, che anche di notte risplendono in cielo come punti luminosi. Pochi riescono a pensare che alle altezze a cui stanno volando, il Sole possa ancora raggiungerli con la sua luce, mentre in basso il buio regna già sovrano. Ne facemmo uno anche noi per “provare”. Un bel sacco della spazzatura nero, riempito d’aria, fatto riscaldare al Sole e poi lasciato andare al suo destino. Nel giro di un’ora ci sono arrivate almeno cinquanta segnalazioni di un UFO nei cieli di Pino Torinese! Altre volte sono fulmini “globulari”, scariche elettromagnetiche. Oppure satelliti artificiali, aerei sotto angolazioni strane, riflessi o rifrazioni luminose di sorgenti di luce anche lontane.

Poi esistono i falsi. E quelli sono i più antipatici. Con loro mi arrabbio anch’io!

Un altro piccolo ricordo. Un signore di Susa avvisa i mass media che ha ottenuto una foto di un disco volante. I giornali ne parlano e la pubblicano. I primi due giorni appare in bianco e nero, poi diventa anche a colori. Gli telefoniamo come Osservatorio Astronomico, chiedendogli di poter visionare la negativa. “Mi spiace” ci dice “è andata persa”. Accidenti che iella! Gli diciamo con voce un po’ alterata di guardarsi bene dal continuare in quella messinscena o saremmo passati ad azioni più ufficiali verso gli organi di stampa. Smise di parlare in pubblico, un po’ di soldi se li era già fatti con certi settimanali scandalistici.

Ma intanto noi preparammo in camera oscura la nostra risposta all’UFO. Ne facemmo in fretta uno bellissimo con una immagine sfocata di Saturno. Era ancora più veritiero di quello dei cieli di Susa. Lo mandammo ad un giornale importante della città chiedendo che fosse pubblicato con la nostra spiegazione sul metodo di “preparazione”. Lo fecero senza problemi (tanti anni fa, oggi forse non più …). Forse a qualcuno l’esperienza sarà servita, anche senza litigi o discussioni focose. Meglio una semplice e lineare dimostrazione delle possibilità di costruirsi gli alieni in casa.

Poi esistono anche le manipolazioni e le notizie più assurde, i libri segreti della NASA, le basi nascoste nel deserto, i filmati ripresi dagli aerei, ecc... ecc...

L’occasione più ghiotta per vedere veramente da vicino la malafede mi venne pochi anni fa durante un congresso divulgativo. Per sollevare maggiormente l’interesse gli organizzatori invitarono alcuni esperti ufologi, tra i più qualificati, per un pomeriggio di dibattito basato su dati scientifici e controllabili. Non vi dico che situazione penosa, con improbabili piloti di caccia militari che raccontavano le loro avventure, ma che poi messi alle strette sembravano non conoscere nemmeno le manovre di volo più banali. Fu un vero massacro, con tanti giovani che ci fecero i complimenti. Avevamo vinto una battaglia, ma non la guerra.

Uno dei più importanti ufologi presenti, presidente di un’associazione ben conosciuta, persona seria, preparata, critica, si schierò dalla nostra parte, dicendo che anche lui odiava quelle meschinità e che la sua opera era proprio diretta a un’analisi scientifica dei fenomeni non spiegabili per poi consegnarli allo studio di noi scienziati. Magnifico, una persona veramente utile e preziosa. Peccato che pochi mesi dopo lo vidi in televisione che sparava a zero contro la scienza ufficiale (ovviamente senza contraddittorio), accusandola di nascondere le prove e di alterare a suo piacimento le sacre verità sugli UFO. Ebbi la fortuna di incontrarlo nuovamente a una cena ufficiale molto affollata. Ecco, in quel caso, mi arrabbiai veramente e non posso ripetervi gli epiteti che, non troppo gentilmente, gli rivolsi. Almeno però non lo invitarono più…

Ammetto di aver fatto un lungo preambolo, che però spero sia già servito a qualcosa. Ma allora proprio niente UFO? Ebbene no. Discutendo con un collega ed amico dell’ex CNR di Bologna seppi delle luci di Hessdalen, un villaggio di 150 anime, a sud-est di Trondheim in Norvegia. Lui c’era stato in quella valle e le aveva viste.

hessdalen

Globuli colorati che si alzano, si abbassano, appaiono improvvisamente e spariscono nel nulla. Scoperte negli anni ’80 sono oggetto di studio da parte di un gruppo di ricerca italo-norvegese. E’ nato anche un progetto ufficiale con la costruzione di un osservatorio automatico che riprende continuamente ciò che accade nella piccola valle. Quello sì che è un vero UFO, probabilmente l’unico reale e concreto.

Quasi tutte le spedizioni arrivate nel luogo le hanno viste. Gli abitanti del villaggio sono ormai abituati alla loro strana presenza. Alieni? Dischi volanti? Segnali extraterrestri. No, sicuramente no. Nemmeno fulmini globulari. Sicuramente qualcosa di non ancora compreso. Tutte le ipotesi sul magnetismo solare e sulle anomalie locali sono per il momento giudicate insoddisfacenti, anche se la alta latitudine del luogo, sovente illuminato da fantastiche aurore boreali, le farebbe pensare come le più sensate. Ma le luci di Hessdalen potrebbero anche essere collegate alla composizione del terreno, ai metalli che contiene, all’humus particolare.

Le ricerche continuano e daranno sicuramente nuove informazioni sulla non ancora completamente conosciuta fisica dell’atmosfera. Degli UFO a portata di mano, ma trattati con le modalità di un vero fenomeno scientifico. Un vero esempio di come ci si dovrebbe accostare a cose del genere. Eppure stranamente la TV non ne parla, i giornali pochissimo. Perché? E’ ovvio: hanno perso il loro subdolo ed inquietante velo di mistero. Vi allego alcune foto riprese in tempi diversi sempre nello stesso luogo.

Non è impossibile andare a farci un viaggetto, magari visitando anche la selvaggia e splendida Norvegia, e sperare di vedere qualche UFO. Ma chi lo reputasse troppo stancante, difficoltoso o dispendioso non perda le speranze. Basta cliccare qui e vedrà in diretta, attraverso la camera fotografica della stazione osservativa, l’immagine della valle di Hessdalen, aggiornata ogni pochi secondi. Prima o poi qualche UFO apparirà anche a voi. E quelli saranno proprio veri!!

Alcune foto scattate ad Hessdalen: che UFO mamma mia!
Alcune foto scattate a Hessdalen: che UFO mamma mia!

Penso che la morale di questo lungo articolo sia abbastanza ovvia: non immaginiamo fenomeni astrusi e misteriosi, non ne parliamo più di tanto. Quando ne abbiamo proprio bisogno facciamo un salto virtuale in Norvegia e probabilmente non tarderemo ad essere accontentati!

 

NEWS!! Avvistati altri UFO, questa volta in Slovenia

QUI un recente incontro ravvicinato con una potente astronave aliena che ha addirittura resistito al calore del Sole!

4 commenti

  1. Mario Fiori

    Esatto grandissimo Enzo, di UFO probabilmente ce ne sono basta saper interpretare la sigla e capire che non sono UE ( Extraterrestrial)FO. Senza contare caro Enzo gli UFO...terrestri che più terrestri non si può e che dopo qualche annetto diventano , purtroppo, Moolto terrestri grazie ai cari Umani che hanno il pessimo vizio di sperimentare e costruire nuovi AAV = Aggeggi Armati Volanti.
    Buone ferie Enzo che è meglio!

  2. marco

    devo dire che ho sempre trovato noiose le storie sugli UFO e la gente che ne parla, per gli stessi motivi esposti nell'articolo.
    tuttavia sono sempre stato incuriosito da quel fenomeno conosciuto nella seconda guerra mondiale come foo fighters, alias quelle palline luminose che sono state riprese intorno al concorde, nello spazio e intorno molti aerei... non mi sono mai sembrati dei falsi costruiti ad hoc (a parte qualche vero e pacchiano tentativo presto smascherato). la cosa che più mi colpisce è il tipo di movimento che non fa pensare assolutamente ad un fenomeno naturale di tipo meccanico... mi viene più facile pensarli come animali piuttosto... (se sorridete vi capisco)

  3. Paolorid

    I Foo Fighters effettivamente ricordano le luci di Hessdalen come tipo di fenomeno. Ma quindi Enzo non si tratta di fulmini globulari? Avevo capito che fosse la spiegazione più accreditata. Il mistero è ancora irrisolto? Un po' è inquietante...

  4. Diego

    Avete visto gli omini verdi esistono!!! :mrgreen: :mrgreen:

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: file_get_contents(https://uranus-server.host/ugapi/sCy8Nkp7uMgzJQUduNK02rfxbdsXm2JQA81UmuD4ov8c): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.infinitoteatrodelcosmo.it/home/wp-content/themes/tjoy/footer.php on line 128