Mag 6

Ritorna la disuguaglianza di Bell: grazie Fabrizio!

Parecchio tempo fa il nostro Fabrizio aveva esposto in modo molto sintetico e accattivante (più di 2000 lettori) la cosiddetta disuguaglianza di Bell, in grado di risolvere in modo giudicato empirico il celebre problema (o paradosso) sollevato da Einstein e colleghi (EPR), che sembrava distruggere la meccanica quantistica. Le "mostruose e impossibili azioni a distanza" definite da Einstein stavano dimostrandosi possibili.

Rappresentazione artistica di due particelle collegate da entanglement quantistico (oggi confermato da molteplici esperimenti, ma che Einstein considerava una terrificante ed inconcepibile azione a distanza)

 

Gli esperimenti seguenti hanno poi dato  un'ulteriore prova a favore della meccanica quantistica, dimostrando che il principio di località doveva essere abbandonato, anche nell'ipotesi dell'esistenza di variabili nascoste.

Un argomento sicuramente tra i più complessi (non per niente bisognava scalfire e far crollare un ragionamento mentale di quel genio che è stato Einstein).

Fabrizio vuole, adesso, e gliene siamo grati, andare a fondo del problema senza abbandonare una chiarezza costatagli sicuramente tanta fatica.

Grande Bell e grande anche il nostro Fabrizio che lo ha reso comprensibile a tutti coloro che vogliono fermarsi a pensare e a riflettere.

Sei puntate da non perdere e... che la diseguaglianza sia con lui!

3 commenti

  1. Giorgio

    Attendiamo con ansia e ringraziamo anticipatamente

  2. Maurizio Bernardi

    Ciao Fabrizio ! Mi associo al commento di Giorgio,  sia per l'ansia, sia per i ringraziamenti.

     

  3. Fabrizio

    Così viene l'ansia anche a me di non deludere le aspettative. Sono assolutamente graditi i vostri commenti ed integrazioni agli  articoli.

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.