23/10/13

Impossibile trovare vita su Marte: una scusa o un problema serio? *

Questo articolo è stato inserito nella pagina d'archivio dedicata alle missioni su Marte

Un risultato ottenuto durante le operazioni di Curiosity getta molta acqua fredda sulla possibilità di trovare tracce di vita sul pianeta rosso o anche solo composti organici a lei molto vicini. La conclusione sembrerebbe sincera, ma mi permetto di dubitare un poco di un problema venuto stranamente a galla molto in ritardo.

Un recente articolo scientifico dice testualmente che nel suolo di Marte è stato trovato un composto chimico che interferisce con i test svolti da Curiosity per la ricerca dei mattoni base della vita biologica. In parole povere, un composto che “distrugge” eventuali composti organici, molto complessi, del carbonio.

Marte
Perfino i sali perclorati si coalizzano per vietarci la scoperta della vita sul pianeta rosso. I marziani ne sanno una più del diavolo! Fonte della foto: Michael Rosskothen / Fotolia.

La scoperta è avvenuta intorno a Rocknest, la duna di sabbia  nel cratere Gale. Il maligno composto si chiama perclorato. Esso ha la pessima abitudine di reagire con i composti organici. Vediamo più attentamente quello che succede. Il sistema SAM (Sample Analysis on Mars) analizza il suolo all’interno di uno strumento che contiene uno spettrometro di massa. Il materiale viene “spezzato” nei suoi elementi chimici e si determinano le loro abbondanze. Purtroppo, qualsiasi sale perclorato contenuto nel campione si decompone quando la temperatura sale sopra i 200 gradi e rilascia ossigeno puro. Le molecole organiche esposte all’ossigeno si trasformano in CO2 e la loro struttura originaria viene distrutta. Solo molecole profondamente “incastrate” in materiali molto resistenti al calore possono sopravvivere. Insomma, il sistema di rivelazione, in presenza di sali perclorati, distrugge proprio ciò che vorrebbe rivelare. Una bella sfortuna, anche perché sembra che i sali perclorati siano un po’ dappertutto sul pianeta rosso.

Ora, io mi domando: “Possibile che non fosse stata prevista o rivelata la presenza di questo composto chimico? Non è certo la prima volta che si analizza il suolo marziano”.

I ricercatori concludono dicendo che Curiosity avrebbe un altro sistema (mai usato finora) per cercare le molecole organiche, senza subire l’attacco deleterio del perclorato, ma esso utilizza liquidi ed è molto più complicato. Inoltre, abbisogna di ulteriori test che si spera di poter compiere nel prossimo futuro. “Magari nella prossima missione”, aggiungo io…

Che dirvi, cari amici, tutto ciò mi sembra un poco strano. Non vorrei che fosse una scusa per spiegare come mai non si sia trovato niente finora e, nel contempo, far continuare a sperare nelle future missioni.

Quando ci sono tanti soldi in ballo, tutto è possibile, anche manipolare “lievemente” la scienza. Il riscaldamento globale insegna…

Comunque, spero proprio tanto di sbagliarmi!

Purtroppo, per scaricare il lavoro originario, bisogna avere un permesso speciale che viene dato solo a giornalisti e a istituzioni ufficiali. Pazienza.

NEWS! E se, invece, non fossero organici i composti da cercare…???

22 commenti

  1. gioyhofer

    Ciao Enzo,
    anche se nel posto in cui si trova Curiosity  si è trovata traccia di questo perclorato, secondo me non  è detto che in altre parti della superficie del pianeta  o nelle sue profondità, non si trovi vita allo stato primordiale... Infondo gli Estremofili che abbiamo qui sulla Terra ci insegnano che la vita si sviluppa dove meno ce lo aspettiamo... Io ho fiducia.
    Giorgia 

  2. peppe

    io credo che solo una missione umana possa stabilire se la vita su marte sia mai partita.
    possibile che tra varie missioni nessuna abbia rilevato niente di interessante?

  3. caro peppe,

    quando una cosa non c'è... è facile che non si trovi... :roll:

     

  4. peppe

    caro enzo ma hanno esplorato le grotte o formazioni simili o le sonde si sono limitate a scavare solo la superfice esposta al sole?
     

  5. peppe

    i governi potrebbero avere l'interesse di nascondere la verità alle persone? se si, perchè?

  6. davide1334

    peppe,per come la vedo io non c'è nessun disegno oscuro sotto,se non quello del vero dio  a cui il genere umano è e sarà sempre  soggiogato: il denaro.io sono fondamentalmente d'accordo con i "dubbi" che espone enzo...marte è un palcoscenico troppo appetibile per garantire una reale ed onesta ricerca scientifica ed extrascientifica volendo, che abbia come scopo primario la ricerca di vita extraterrestre ...è (relativamente) vicino e può oggettivamente creare "scopi" e missioni indipendenti tra le varie forze e (super)potenze di noi umani atte a programmarle per scopi appunto,molto più "terrestri" che altro...una ipotetica missione mirata sugli asteroidi o sui satelliti di giove,ben più ardua e dispendiosa, comporterebbe,diciamo "per forza di cose" una reale collaborazione  internazionale che uscirebbe(o almeno arginerebbe)  ogni subdolo e meschino istinto di parte, di piantare solo una bandiera di chicchesia  sul pianeta come atto di colonizzazione e dominio. e poi a livello anche statistico,ha più senso mandare l'ennesimo rover su marte o buttarsi un pò oltre? a sto punto è più facile pensare di trovare vita su europa che andare per la decima volta su marte magari a trapanarlo in profondità,no?
    comunque sto parlando di  concentrare tutte le conoscenze e risorse dell'umanità odierna in nome della sola conoscenza e ricerca,senza scopi di parte,ovvero fantascienza :(

  7. peppe

    parlando dal punto di vista scientifico, una competizione verso mete lontane non farà altro che stimolare i vari team a superarsi e per far ciò verrà sviluppata una tecnologia che porterà l'uomo lontano.
    ma qui sembra tutto fermo. ci dobbiamo ritornare sulla luna o no? si affronterà un viaggio verso marte o no?
    magari non serviranno a niente ma permetteranno lo sviluppo di tecnologie necessario a portare l'uomo fuori dall'orbita terrestre,.

  8. davide1334

    si,non metto in dubbio il  tuo discorso,che comunque ci "smuoverebbe",però siamo sempre lì...per andare oltre e raggiungere nuovi lidi e conoscenze dobbiamo per forza passare sempre dalla competizione e dalle guerre(fredde)?un grande passo per l'umanità starebbe anche nel metodo,quello di scavalcare questo "modus operandi",no?

  9. peppe

    beh la collaborazione è possibile...la stazione spaziale internazionale è un esempio credo.
    comunque vita o non vita su marte, se l'uomo andrà sul pianeta rosso, dimostrerà a se stesso che potrà spingersi oltre.
    ho visto documentari sulle possibili tecnologie future. per esempio un motore a fascio di ioni che accorcerebbe a un mese e mezzo il viaggio verso marte. questa tecnologia è stata già adottata per una sonda (non ricordo quale) e funziona...non parliamo di fantascienza.
     
    comunque se su marte si trovassero tracce di primitive forme di vita, il mondo avrebbe tutto il diritto di sapere...questo è quello che credo io

  10. Supermagoalex

    Ragazzi il problema della sperimentazione delle nuove tecnologie è un falso problema, in quanto potrebbero essere benissimo sperimentate sulla Terra, in cui vi sono zone inospitali al pari di quelle marziane. Quindi è perfettamente inutile portare tutta quell'attrezzatura su Marte quando puoi la tranquillamente sperimentare sotto casa.

    La vita su Marte non c'è, e forse non c'è mai stata. Hai voglia di scavare e analizzare... Sulla Terra la si trova ovunque, anche negli ambienti più ostili e impensabili, in fondo all'oceano, intrappolata nei ghiacciai, ecc... Su Marte non ve n'è traccia. E sto parlando di vita biologica, anche perchè i composti organici li troviamo in abbondanza un pò ovunque, anche nelle comete e negli asteroidi.

    Sarebbe molto più interessante destinare i pochi soldi o $$ rimasti per le esplorazioni del Cosmo mandando una sonda su Europa, tanto per fare un esempio. Ma il fascino di Marte e dei "marziani" evidentemente porta maggiori consensi...  :(

  11. Jacopo

    Io penso che se la vita si sviluppi su un pianeta si deduca che il pianeta sia per lei ospitale, se esiste vita altrove non credo si nasconda, anzi, sulla terra infatti è presente ovunque è in moltissime forme. Meglio cercare posti più "appetibili" di Marte!

  12. peppe

    jacopo
    marte in passato ha avuto condizioni tali da permettere a forme di vita di originarsi anche se poi l'acqua liquida da sola non basta..
    io non dico di trovare la vita "vivente" ma il lavoro delle sonde crendo punti anche a tracce fossili
     

  13. peppe

    caro SMA,
    vero meglio puntare i soldi altrove però studiare il modo di comportarsi delle molecole organiche ci può indicare il perchè queste sulla terra si sono combinate a costruire la vita e perchè altrove non vi è riuscita anche quando in passato le condizioni su marte erano più favorevoli di adesso.
    capire ciò ci permetterebbe anche di fare ricerche mirate anche su altri corpi celesti

  14. Mario Fiori

    Puntare su tutto sarebbe l'ideale, ma con quello  che abbiamo detto e , soprattutto, ciò che stiamo facendo qui sulla Terra, non vedo come sia possibile.
    Non perdiamo di vista Marte così come la Luna se vogliamo giungere là dove forse un po' di vita c'è (Europa?)

  15. alexander

    Si, credo addirittura che non sia una notizia recentissima perche' anche io la avevo sentita poco tempo fa.
    Sinceramente comunque non ho mai capito l'accanimento nel cercar vita su marte, la statistica (a grandi linee perche' in questo caso anche la statistica diventa quasi soggettiva) mi dice che e' piu che probabile che da qualche parte fuori dalla terra ci sia vita. Se non e' su marte sara' altrove, magari io o europa o magari fuori dal sistema solare. In realta' secondo me cambia poco... 

  16. Supermagoalex

    Ieri sera, parlando con un sedicente astrobiologo, ho avuto una discussione circa l'inutilità del continuare a cercare vita sul Pianeta Rosso. Lui convintissimo che prima o poi si troverà qualcosa, che ogni missione reca al suo interno nuove e migliori strumentazioni per analizzare il suolo, ecc..., io dal canto mio replicavo che sono 15 anni che si inviano sonde su Marte e non è stato trovato un fico secco  :-D
    Mi pare di aver capito che l'equazione su cui si basano i sostenitori della vita su Marte sia "mirtilli marziani = acqua = ci deve essere stata per forza la vita", chiedo a chi ne sa più di me se è un'equazione che può stare in piedi oppure no. Siamo sicuri che questi "mirtilli" si siano formati a seguito di imponenti masse d'acqua che scorrevano sul pianeta?
     

  17. peppe

    il fatto che ci sia acqua non presuppone la presenza di vita. ci devono essere anche altre condizioni ideali.
    quindi penso che l'equazione non è sempre vera.
    è vero che comunque gli strumenti diventano sempre più sofisticati, le conoscenze anche e quindi facciamo ricerche più mirate rispetto a prima

  18. andrea.andrea

    E' anche vero che  argille e minerali composti maggiormente da silicio e alluminio tipo le smectiti si formano in presenza di H2O non acida,  adatta alla grande alla vita e ho letto che sono state trovate su marte.
    Comunque strana questa storia del perclorato uscita ora.
    A pensar male si fa peccato ma....
     

  19. peppe

    ma qualche sonda è andata in grotte marziane?
    se non si trova in un terreno esposto in superficie, non è detto che non si trovi in suddette grotte. in fin dei conti sono stati trovati microrganismi che vivono benissimo anche estraendo energia da ambienti inospitali ricchi di acido solforico.

  20. Mario Fiori

    E' vero che è stata scoperta pure acqua sulla Luna che è in condizioni peggiori di Marte ed è anche vero che su Marte c'è ancora tantissimo cercare in modo più fine, più approfondito. Vediamo dove si potrà arrivare, è certo che se il denaro non fosse un "dio" sarebbe un tantino più semplice.

  21. cari tutti!

    ho di nuovo il PC...pulito, pulito!!!!

    Ho visto che su Marte c'avete dato dentro!!! Beh... sapete già come la penso. Pensate che già alla fine del secolo scorso un collega geologo (oltretutto otteneva fondi proprio per ricerche su Marte) mi aveva confessato che era ora di finirla con il pianeta rosso. Si stava sfruttando troppo l'ipotesi della vita per un giro di denaro impressionante di varie industrie che dovevano avere certe commesse... ecc., ecc. E invece non è cambiato niente. Certe moleccole le troviamo dovunque e non posso che accodarmi a SMA, Davide e qualche altro...

  22. alexander

    Ben tornato!

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: file_get_contents(https://uranus-server.host/ugapi/sCy8Nkp7uMgzJQUduNK02rfxbdsXm2JQA81UmuD4ov8c): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.infinitoteatrodelcosmo.it/home/wp-content/themes/tjoy/footer.php on line 128