Mar 21

Meglio di Jurassic Park *

Un pezzo di muschio è stato recuperato in Antartide dal ghiaccio che lo ricopriva. Niente di eccezionale a parte il fatto che dopo poche settimane il muschio ha ricominciato a crescere. Era solo ibernato… Ancora niente di veramente speciale… ma l’età della pianta ha fatto drizzare i capelli in testa ai ricercatori: 1500 anni!

Un record assoluto, sicuramente. Finora si sapeva che solo i batteri potevano restare ibernati per secoli senza perdere la loro capacità di tornare in vita. Ma il muschio è una pianta a tutti gli effetti. Non ci vuol molto a capire che la scoperta apre nuove prospettive sulla sopravvivenza della vita in condizioni a dir poco “proibitive”.

Finora si era già stabilito che il muschio aveva capacità di resistenza eccezionali, ma mai superiori a qualche decina di anni. 1530 anni (per l’esattezza) sono una vera bomba! Il muschio è una pianta particolarmente interessante, dato che è una delle maggiori riserve di carbonio nelle lande ghiacciate prossime ai poli (specialmente a nord).

La scoperta, a parte ovvie ripercussioni  in campo astronomico, sembra cambiare le idee correnti sulla ripresa della vita dopo lunghi periodi di glaciazione. Prima si pensava che essa provenisse da lontano, attraverso lente migrazioni transoceaniche da regioni più calde.  Oggi forse non c’è bisogno di “immigrazioni” di questo tipo. Le piante hanno solo dormito a lungo, in un confortevole “freezer”. A quando il muschio su Marte?

Questa notizia mi ha colpito molto… che ne pensano i “nostri” biologi?

Maggiori informazioni QUI

muschio ibernato
Un “blocco” di muschio estratto dal ghiaccio profondo. Foto: Esme Roads

17 commenti

  1. Michael

    L'importante sarebbe non scoprire muschi introdotti da noi in missioni precedenti (come i veri pionieri, i tersicocchi).
    Possiamo fidarci della cura ai dettagli di missioni indiane, arabe (o sammarinesi :roll: )? 

  2. caro Michael,
    del problema della contaminazione ne abbiamo già parlato a lungo in altri articoli... Non c'è bisogno di pensare agli arabi o ai sanmarinesi... la stessa NASA ha ammesso che le misure prese in passato non erano poi così perfette... :-|  

  3. gioyhofer

    Ma se un rover come Curiosity praticasse un carotaggio a qualche metro di profondità, potrebbe analizzare dei campioni non contaminati? A meno che non sia proprio lo strumento che effettua il carotaggio a contaminare i campioni...
    Ma siamo sicuri che Curiosity sia sul sito giusto? Infondo può percorrere solo pochi chilometri attorno a se... 

  4. cara Giorgia... saperle certe cose...
    Comunque, sulla Terra, ovunque scavassi.... salterebbe fuori la vita... 

  5. Pier Francesco

    La Vita è in grado di stupirci sempre,...o forse no! La verità è che siamo limitiati e quando pensiamo alla "vita", pensiamo sempre a quella evoluta e possibilmente confortevole. :-D :-D
    Per fare il paio coi muschi dell'articolo, c'è una rana (mi pare in Canada) che passa l'Inverno entrando in una condizione di auto-ibernazione vera e propria, (non letargo, attenzione! Proprio un'ibernazione): l'acqua nel suo corpo si gela letteralmente e rimane statua di ghiaccio durante i mesi freddi; al disgelo, ritorna a vivere ma... il processo è delicatissimo, perché i cristalli di ghiaccio potrebbero perforare qualche tessuto o, peggio, qualche vena o arteria, portando alla morte il povero anfibio.

    Hanno trovato colonie di esseri viventi (vermi, granchi, ecc...) nelle super-profondità oceaniche, a condizioni di pressione estrema e senza luce solare, che sfruttano le emissioni sulfuree delle fumarole: chi ci dice che su Europa, sotto la crosta ghiacciata, non esistano conidzioni simili?

    Infine, esiste persino un batterio, il Radiodurans, che, come dice il nome, è in grado di resistere a dosi di radiazioni letali per qualunque altro essere vivente (l'hanno scoperto, infatti, nelle acque di raffreddamento dei reattori nucleari). Vuoi vedere che, dai e dai, pure su Marte un cicinin monocellulare da qualche parte esiste? :-D

  6. caro Pier,
    pienamente d'accordo!
    D'altra parte l'energia termica interna è proprio quella che si prospetta per i supposti abitanti dell'oceano di Europa... Chissà... 
    Povera rana... una vita davvero pericolosa! :-P  

  7. giovanni (givi)

    Non scherziamo! Quel muschio, per essere così adattato al freddo DEVE per forza venire da Marte via meteorite.  :mrgreen: :mrgreen:

  8. teto

    Quello che fa impressione è che il DNA o l'RNA o comunque molecole organiche "pre-vita" non si possono formare nello spazio o in condizione poribitive...la vita si.

  9. teto

    Forse mi sono inteso male, intendevo dire che molecole "pre-vita" hanno bisogno di determinate condizioni per formarsi e mantenersi, la vita invece può starci benissimo.
     

  10. caro teto,
    non è ancora detto... attorno alle stelle si cominciano a trovare anche i mattoncini del DNA... chissà... 

  11. Mario Fiori

    La meraviglia della vita ci ha sempre stupito, ci stupisce e, state certi (o sereni come va' ora di moda) , ci stupirà. Penso che qualcosina ci sarà anche su Marte ma andrà cercata bene, con la massima attenzione, senza troppa...Curiosity  ma con...molta curiosità e con attenzione appunto a non inquinare...la "scena del crimine" :lol:
    Poi chissà che non siano più attenti quelli che forse si interessano un po' meno all'apparire...magari i sanmarinesi. :lol:

  12. Pier Francesco

    Diciamocela tutta: la Vita è un po' come la gramigna. La difficoltà sta nell'inizio ma una volta che attecchisce non la estirpi più. :mrgreen:
    E poi si sviluppa esponenzialmente: anche qui c'entrano le funzioni e le spirali logaritmiche? :-D

  13. Andrea.Andrea

    Ciao ragazzi,
    che bella la vita, quando pensi di averne capito i limiti ti stupisce nuovamente.
    E' stata anche trovata nelle grotte sotto Naica, in Messico.
    Mi pare che la grotta fosse a 300 m di profondità e con condizioni abbastanza particolari.
    Se non le avete viste queste grotte il consiglio è di fare una "googlata", ci sono cristalli enormi, sembra un paesaggio alieno. :)
    Ciao a tutti

  14. Fantastico Andrea!
    Sembra di essere entrati in un riduttore di dimensioni, come nel famoso romanzo di Asimov sull'astronave che girava nel corpo umano... Chissà se in quella grotta si vedono le particelle diventare onde?????  :roll:

  15. Lampo

    Leggendo questo articolo mi è venuto un dubbio...se è vero che la terra ha subito delle fasi di "palla da neve", durante quei prolungati periodi in cui la terra era una palla di ghiaccio, la vita (a parte forse quella ad una certa profondità negli oceani che riusciva a mantenersi) presente prima del congelamento veniva completamente distrutta e dopo lo scongelamento si ripartiva da capo...? :-?

  16. da quanto  so io, le basi-basi si sono mantenute (magari ibernate). Certo non gli organismi superiori. E poi era proprio tutta palla di neve? Su questo ci sono molti dubbi...

  17. Mauro

    avevo già notato la notevole vitalità e resistenza del muschio: quando preparo il mio piccolo orto lo sotterro con tutti i residui vegetali, l'anno successivo tutti i vegetali spariscono, ma il muschio è ancora lì vivo e vegeto! 

     

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.