Apr 29

Le muffe imparano… *

Questo articolo è inserito nella sezione d'archivio "L'intelligenza che non ti aspetti" (in "Vita, Intelligenza, Astrobiologia")

Prendete un essere unicellulare e proponetegli del cibo. Sarete sicuri che saprà come arrivarci. Beh… fin qui niente di strano. Durante i milioni di anni di evoluzione sarà anche diventato capace di scegliere quello migliore per il suo nutrimento. Beh… anche qui tutto regolare.

Prendete adesso due esseri di questo tipo e ponetegli del cibo vicino. Questa, volta, però, gli avete preparato un piccolo intoppo: per raggiungere il cibo devono attraversare due sostanze molto amare, ma non letali. Per qualche giorno saranno molto preoccupati ed eviteranno di passare nella zona così strana e inaspettata, ma poi capiranno che è “roba” inoffensiva e non se ne cureranno più.

Chiamatela se volete “abitudine” o “ricordo” o “apprendimento”, quello che volete, ma ricordatevi che le due cellule non hanno alcun sistema nervoso! Come la mettiamo?

Non dico altro: a buon intenditor poche parole.

Ah, dimenticavo… l’esperimento non è pura fantasia, ma è stato verificato e comprovato. L’essere è il Physarum polycephalum, una muffa melmosa che ha già dimostrato di essere capace di districarsi, attraverso un labirinto, per raggiungere il cibo.

Il Physarum polycephalum può raggiungere dieci centimetri, ma è un organismo unicellulare. Se lo incontrate, non dimenticate di salutarlo. Se lo legherà al dito... Fonte: Audrey Dussutour (CNRS)
Il Physarum polycephalum può raggiungere dieci centimetri, ma è un organismo unicellulare. Se lo incontrate, non dimenticate di salutarlo. Se lo legherebbe al dito... Fonte: Audrey Dussutour (CNRS)

Tu chiamala, se vuoi, intelligenza…

Articolo originale QUI

 

Per continuare a riflettere su questo argomento, potete leggere gli articoli dedicati alle capacità dello scarabeo stercorario, dei bombi, del pesce arciere, del pesce elefante

NEWS del 24/12/2016 - Le muffe non solo imparano, ma insegnano

10 commenti

  1. Daniela

    Parafrasando una citazione tratta da un film... chissà... forse... "quando la Scienza varcherà il crinale della montagna, troverà la Meccanica Quantistica seduta là da sempre"  

  2. Mario Fiori

    Vedi caro Enzo quando nell'incontro in Piazza S. Croce abbiamo costatato e ripetuto che siamo tutti figli delle stelle, o , meglio, siamo tutti fatti della stessa materia (stelle comprese) ed abbiamo tutti quei mini-sistemi solari chiamati atomi, vorrà dire qualcosa? Ora non vorrei andare oltre, scusami ma mi viene spontaneo dirlo: quando Gianna, tua moglie (peraltro meravigliosa e non essere geloso) ha detto :"vedi lui non è vero che non sia credente, crede eccome ma a modo suo", e quì è scattata la sintonia è ho detto che anche io sono così e che in pratica credo in questa, diciamo "unità di intenti " che ci accomuna tutti, dalla muffa alle stelle... il resto vien da se.

    Oddio ho filosofeggiato anche in un meraviglioso articolo di Scienza...che è partito un po' ...ammuffito però :mrgreen:

  3. Mario Fiori

    Grande Daniela ci siamo quasi accavallati ed il succo in pratica è quello.

  4. E come non dire ad alta voce che due "lettori" (ma sono sicuramente di più) possono diventare VERI AMICI anche attraverso poche righe scritte su un commento di un blog: basta esprimere se stessi sempre e comunque. E poi non puoi meravigliarti se quando ci si incontra sembra di conoscersi da sempre...

    Dovrei inserire una "faccina" piena di gioia e di commozione... ma non c'è...

    :-P:cry:

  5. Daniela

    Se è per questo mancano anche le faccine per inviare baci e abbracci... ed è una mancanza gravissima!!! :mrgreen:

  6. Arturo Lorenzo

    Tra particelle in entanglement e muffe che imparano, uno si accorge di sapere ancora ben poco. Ma la voglia di saperne ancora di più è sempre tanta  ;-)

  7. Noi associamo al significato della parola intelligenza,qualcosa di antropologico,perché il centro del mondo siamo noi,abbiamo perfino creato delle creature superiori a nostra immagine,pure la divinità principe per le culture del mediterraneo sono antropointelligenti e funzionali nelle loro teologie all'uomo.No,io credo che l'intelligenza sia qualcosa di più distribuito,multiforme come l'aria che respiriamo,ma può esprimersi in altro modo,visto che  i pesci respirano...acqua.Il salto concettuale deve ancora avvenire,in attesa di un altro Albert che ci riveli qualcosa che non vediamo,pur avendola sotto gli occhi da sempre.

  8. Paolo

    Caro Enzo, che dire sono in perfetta sintonia con questo approccio sulla definizione di intelligenza, piegata ad un superbo atropocentrismo.

    Questa cosa della muffa mi ricorda anche un pezzo di De Andrè, più che altro legato al valore che si attribuisce alle “cose”: dai diamanti non nasce niente dal letame nascono i fior”.

    Paolo

  9. pienamente d'accordo con Gianni e un grazie speciale per la citazione di Fabrizio... Via del Campo è una descrizione perfetta della nostra vita odierna... Grande Faber, unico e irripetibile!!!!

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.