Mar 11

La melma policefala ha capito tutto **

P._polycephalum_islands.TIF

Benché poco conosciuto, il Physarum polycephalum, anche chiamato melma policefala, può probabilmente essere considerato l'organismo più "intelligente" dell'Universo. Anche se è un argomento che sembrerebbe avere poco a che fare con il Cosmo, alla fine -forse- la penserete come me.

Giu 27

Gli alieni sono già tra noi? Comunque sia... non mangerò più il polpo! *

polpo

Sapevo già dell'intelligenza elevata riscontrata nei polpi e mi faceva un po' effetto mangiare un "qualcuno" in grado di compiere azioni in cui il cervello giocava un ruolo fondamentale. Ma, oggi, con le recenti nuove scoperte... mi sentirei una specie di "cannibale spaziale".

Nov 26

La tecnologia ci sta scappando di mano

demenza-digitale

Una delle mie solite riflessioni ad alta voce, probabilmente troppo soggettiva, ma che vorrei portare in discussione con tutti voi. Non sono certo novità per il Circolo; ho solo cercato di sintetizzare i concetti che mi sembravano i più importanti. Il caso vuole che questa riflessione coincida con la pubblicazione di uno dei soliti ironici e profondi racconti di Mauritius ("Un progetto ambizioso").

Nov 26

I Racconti di Mauritius: UN PROGETTO AMBIZIOSO

Actarus1

“Le macchine possono pensare?”. Così Alan Mathison Turing (1912-1954), una delle più brillanti menti matematiche del XX secolo (colui che dette un contributo fondamentale alla decrittazione di Enigma, il linguaggio in codice usato dai Nazisti, e consegnò alle Forze Alleate la chiave per aprire la porta della vittoria finale), apriva il suo articolo "Computing Machinery and Intelligence" del 1950. Per rispondere a questa domanda, ideò quello che sarà in seguito denominato "Test di Turing", col quale un giudice dovrebbe riuscire a distinguere un uomo da una macchina solo in base alle risposte da essi fornite a delle domande: la macchina pensante è quella che riesce ad ingannare il giudice, facendogli credere di essere l'uomo.
Chissà se Colossus, protagonista di questo racconto, avrebbe superato il test di Turing...

Nov 8

L’Universo insegna: dagli ammassi galattici ai bonobo del Congo (con considerazione finale del nostro amico Francesco Mantovani)*

L’immagine più dettagliata mai ripresa finora di una gigante rossa (il futuro del Sole) a circa 320 Anni Luce da noi. All’interno della stella è stata inserita l’orbita terrestre… 
Fonte: Alma (ESO/NAOJ/NRAO)/W. Vlemmings

Molte e terribili sono le conseguenze degli eventi naturali terrestri. Li viviamo ogni giorno e il più delle volte si sollevano le spalle e si dice:”Questa è la Natura, più matrigna che madre!”. Mah… forse sarebbe bene valutare meglio le sue azioni. Ho mischiato tre news, estremamente diverse tra loro, ma che possono aiutare a capire sempre meglio la Natura e il modo “ignorante” con cui l’affrontiamo e la valutiamo.

Mar 11

I filamenti galattici sono come quelli neuronali? ***

Gli scienziati dell’UCLA hanno scopertto che I dentriti (mostrat in verde) non sono asssolutamente semplici trasportatori I corrente elettrica tra neuroni. 
Fonte: Shelley Halpain/UC San Diego

Devo subito dire che sto prendendomi una libertà che è superiore alle mie capacità. Sicuramente semplificherò troppo e/o commetterò qualche errore. Gentilmente, chiedo a eventuali esperti neurologi (che sicuramente ci saranno tra i lettori del nostro Circolo) di intervenire per correggermi, dato che l’argomento mi sembra uno di quelli che potrà lasciare un segno importante nella comprensione del cervello umano e non solo.

Giu 26

Il pesce elefante sa scegliere il “senso” migliore **

elefante

Continuo con la mia ricerca sulle inaspettate capacità di molti animali, giudicati normalmente come cibo o al più come marionette da mettere in una gabbia di qualsiasi tipo. Prima di far ciò sarebbe bene capire meglio che cosa sono capaci di fare e solo dopo accettare o -al limite- cercare di adeguarsi alla Natura, di cui noi e i vari animali fanno parte. Facendone parte integrante, la sua comprensione, come ben sappiamo, è estremamente difficile se non impossibile.

Giu 8

Non molestate il pesce arciere… non lo dimenticherebbe facilmente! *

I pesci arciere nella loro occupazione principale che svolgono avvalendosi di un vero “strumento”. Tuttavia, attenzione a infastidirli… potrebbero ricordarsi di voi! Fonte di A&J Visage, Alamy

Pronti, mirate, fuoco! Il pesce arciere è veramente fantastico… E’ capace di lanciare con estrema precisione un getto d’acqua contro un insetto e abbatterlo senza alcuna difficoltà. Alcuni studi hanno mostrato che esso utilizza lo spruzzo proprio come uno “strumento”. Tuttavia, questa capacità è niente rispetto a quanto si è scoperto recentemente..

Mag 20

Quanta fatica per imitare gli animali! Senza tecnologia saremmo gli ultimi?

Come si riesce a produrre energia a costo zero: imparate uomini intelligenti!

Questo breve articolo è, ovviamente, un po’ provocatorio… ed è dedicato al nostro nuovo amico Webb che si erge simpaticamente a paladino della supremazia umana nella Natura. Tuttavia, quanto l’articolo sia solo provocatorio è proprio uno dei grandi misteri della Natura, che ci rifiutiamo di analizzare con occhi veramente oggettivi (ne saremo mai veramente capaci?). Una discussione che mi piacerebbe portare avanti con molta attenzione e altrettanta umiltà intellettuale, come sempre cerchiamo di fare in questo Circolo.

Mag 3

Sotto gli occhi di tutti, ma…

Continuo nelle mie analisi “personali” sull’intelligenza, allacciandomi agli animali, e scopro sempre più che molti comportamenti sono spesso trascurati, non so se volontariamente o solo per mancanza di voglia di scoprire. In fondo un circolo scientifico, come il nostro, è anche un luogo dove condividere pensieri e riflessioni, non solo Scienza pura. Siamo o non siamo Universo anche noi?

Mar 30

Ma cos'è l’intelligenza? *

Stiamo parlando molto di matematica, a tutti i livelli. Normalmente si associano grandi capacità di pensiero a grandi capacità di sintesi matematica degli stessi pensieri. In generale, l’intuizione matematica è uno degli indici usati per misurare l’intelligenza o almeno un certo tipo di intelligenza. E allora, lasciatemi ripensare a cosa sia l’intelligenza e se la deduzione un po’ teologica e un po’ egoistica dell’uomo come unico possessore di questa potenzialità mentale non sia tutta da rivedere. Ho intenzione di tornare sull’argomento, attraverso recenti studi scientifici… per adesso mi limito a riproporre un vecchio articolo basato su una ricerca effettuata sulle api. E quando parliamo di istinto e di intelligenza stiamo molto attenti a non semplificare troppo la loro separazione.