Nov 16

La realtà è solo una delle tante versioni della favola dell’Universo? *

enzo-gatto-assente3

Quando il gatto non c'è, di solito i topi ballano.
In questo strano posto che noi chiamiamo Circolo, invece, quando Enzo-gatto si assenta per qualche giorno, i suoi "topini" si danno da fare affinché la sua mancanza si senta il meno possibile! Compito arduo, ne sono consapevoli... ma non impossibile se l'assenza durerà solo due o tre giorni e se possono attingere alle migliaia di articoli che ha scritto per riproporne uno che ritengono particolarmente illuminante per comprendere la sua gioiosa e giocosa visione dell'Universo.
Ecco a voi, quindi, cari amici lettori, un articolo pubblicato un anno fa che, insieme ai link di cui è infarcito, ci terrà compagnia fino al suo rientro. Buon Universo a tutti!

Set 23

Dante-Riemann-Einstein: Dio e il Big Bang (3A) - Come vivere su una 3-sfera **

baucasso3

Questo articolo compie il terzo passo verso una rappresentazione sufficientemente comprensibile dell'aspetto di una 3-sfera (immersa in un 4-spazio) in un 3-spazio, cercando sempre la massima semplicità (gli asterischi sono sempre due!). Ci troveremo di fronte l'Universo di Einstein e quello, ben più antico, di Dante Alighieri. L'inizio di una nuova avventura...

Giu 6

Troppi modelli e poche riflessioni ? **

La gigantesca regione di formazione stellare nella Grande Nube di Magellano, chiamata 30 Dorado o Nebulosa Tarantola. Potrebbe contenere stelle di 300 masse solari. Fonte: ESO

Invece delle solite news che spesso dicono tutto e il contrario di tutto (e ormai si fondano soprattutto su come i modelli prestabilii rispondono a dati osservativi estremamente accurati e non su un’analisi razionale e di attento confronto), riporto, con molte considerazioni personali, un lavoro di ricerca puramente mentale che pone in modo chiaro e schietto il vero problema della Scienza di oggi (forse non solo astrofisica).

Mar 28

Non credo ai fantasmi… se non li tocco! **

Una classica mappa della materia oscura. I media riportano tranquillamente che la zona rosa è la materia oscura (ma non solo loro). La faccenda è molto meno “osservativa”. Quella sarebbe la materia oscura necessaria a tappare il “buco” che si è trovato basandosi sulla lente gravitazionale causata solo dalla materia visibile. Non è assolutamente la stessa cosa…

La materia oscura e sua sorella l’energia oscura sembrano un po’ i fantasmi dei castelli inglesi. Devono esistere perché fanno tanto fine e stimolano il turismo e poi, qualsiasi cosa capiti, il colpevole è già assicurato. Io, come al solito, preferisco toccare con mano e non affidarmi solo ai … modelli teorici.

Dic 9

Tettonica galattica o qualcosa del genere... comunque un bel vedere e un bel pensare! **

La nostra galassia (MW, gialla) e la sua compagna Andromeda (M31, rossa) partecipano a un flusso straordinario che le sta portando da una zona poco popolata, chiamata il Vuoto Locale, verso l’ammasso della Vergine, rappresentato dal cerchio porpora. Molte galassie sono cadute o cadranno in questo grande attrattore, ma noi forse eviteremo l’inghiottimento, ma non l’unione con Andromeda. Fonte: R. Brent Tully

Un bellissimo video e una bellissima ricostruzione del moto delle galassie a noi più vicine. Il programma sembra essere ben fatto e basato su una mole enorme di dati osservativi (in cui mi pare che la materia oscura c’entri ben poco). Anche se la sua validità fosse, però, approssimativa, lo scopo resta estremamente suggestivo e non differirebbe poi molto da una verità intrinseca dell’intero Universo.

Nov 24

Qualcuno si è accorto che il re è nudo? Materia ed Energia Oscura potrebbero veramente sparire del tutto! **

Un ricercatore dell’Università di Ginevra ha recentemente dimostrato che l’accelerazione dell’espansione dell’Universo e il movimento delle stelle nelle galassie (e molto altro) possono essere spiegate senza bisogno di introdurre material ed energia oscura, che potrebbero proprio non esistere. Fonte: © 1xpert / Fotolia

A Ginevra, proprio vicino al CERN, dove si lotta disperatamente e inutilmente per trovare la particella fantomatica che “dovrebbe” dar luogo alla materia oscura, si è elaborato un modello che spiegherebbe l’Universo senza alcun bisogno né di materia né di energia oscura.

Mag 18

Una meravigliosa primizia per il nostro Circolo!

nexus

Cari amici, un po' di tempo fa avevo parlato di una nuova teoria dedicata all'unificazione della Relatività e della Meccanica Quantistica. Malgrado io sia sempre un po' restio riguardo a teorie pure e senza controparti osservative, quel gravitone Nexus mi aveva non solo incuriosito, ma anche colpito in modo particolare. Malgrado la teoria sia oltre le mie capacità, sentivo che vi era qualcosa di diverso... pochi giorni dopo l'autore aveva scritto un commento, ringraziando per l'attenzione e ci aveva mandato una sintesi più divulgativa. Un vero onore per il nostro piccolo "blog" e un segno di grande signorilità e umiltà da parte sua.

Apr 28

L'avventura dei codibugnoli è terminata (quasi) lietamente.

codibugnolo_nidif_0182_1m

Prima o poi doveva succedere... ed è successo anche se con un po' di anticipo. C'è silenzio attorno al nido e i balletti sono finiti. Un po' di nostalgia, ma anche molta gioia. Con questo piccolo-grande sfogo, chiudo la mia piccola-grande avventura sui codibignoli. Sapeste quante cose mi ha insegnato!

Mar 31

Senza energia oscura niente cambierebbe **

La figura mostra tre modelli evolutivi dell’Universo. In verde quella di Einstein-de Sitter senza energia oscura; in rosso quella standard con l’energia oscura; in blu quella che segue il modello del presente articolo e che non fa uso dell’energia oscura. Anch’essa riesce a spiegare benissimo una possibile accelerazione dell’espansione. Fonte: István Csabai et al.

Il bisogno di materia ed energia oscura nasce dalle classiche discrepanze tra teoria e osservazioni. Una volta si lavorava duro per cercare la spiegazione, tenendo per lo più in conto i dati osservativi CON I LORO ERRORI previsti. Oggi, si tenta, sempre più spesso, di riempire i buchi inventandosi qualcosa “ad hoc”, anche perché il mistero affascina l’opinione pubblica sempre di più che un silenzioso lavoro a tavolino (senza Celestia…). Opinione pubblica affascinata o spaventata vuol dire maggiori fondi a chi soffia sul fuoco di questo successo. Il gioco è abbastanza chiaro nel mondo moderno e … avanzato (?). Che abbiano ragione oppure no, grande rispetto va, quindi, a chi affronta certe problematiche utilizzando i dati e una profonda analisi dei modelli troppo semplificati che tendono a imporre soluzioni frettolose e, soprattutto, coinvolgenti.

Mar 16

Un capolavoro della Natura

cody

Sarà che la giornata è cominciata in modo meraviglioso grazie a Maria Pia, sarà che c'è uno splendido Sole, il prato è giallo e blu di primule e viole, e vi è un rumore di fondo di cinguettii che ti costringono a sorridere, fatto sta che ho deciso di inserire questo breve articolo che con l'astronomia non ha niente a che fare, ma che ha dominato le mie emozioni negli ultimi venti giorni.

Mar 11

I filamenti galattici sono come quelli neuronali? ***

Gli scienziati dell’UCLA hanno scopertto che I dentriti (mostrat in verde) non sono asssolutamente semplici trasportatori I corrente elettrica tra neuroni. 
Fonte: Shelley Halpain/UC San Diego

Devo subito dire che sto prendendomi una libertà che è superiore alle mie capacità. Sicuramente semplificherò troppo e/o commetterò qualche errore. Gentilmente, chiedo a eventuali esperti neurologi (che sicuramente ci saranno tra i lettori del nostro Circolo) di intervenire per correggermi, dato che l’argomento mi sembra uno di quelli che potrà lasciare un segno importante nella comprensione del cervello umano e non solo.