Feb 23

Terra e Marte: scambio di dispetti? **

Mentre l’opinione pubblica è frastornata dagli alieni delle sette spose o dei sette fratelli sette, ecco che una notizia di grande importanza passa del tutto in … cavalleria. La domanda a cui si cerca di rispondere non è del tutto banale: “Il Sistema Solare è stabile oppure caotico?”. Tutto parte da un vecchio lavoro di Laskar, uno dei miei scienziati preferiti…

Avevamo già parlato di Laskar (QUI e QUI) e delle sue simulazioni sulla stabilità del Sistema Solare. Non immaginiamoci tempi brevi o rivoluzioni tipo Giove che va a sbattere contro Saturno, ma su tempi lunghi molte cose possono essere successe o possono ancora capitare. Laskar aveva proposto, attraverso le sue integrazioni numeriche di geniale concezione, che il Sistema Solare ha forti possibilità di essere ancora caotico, ossia di poter subire trasformazioni più o meno temporanee, dovute essenzialmente a risonanze di breve durata. Tra gli oggetto coinvolti c’erano anche la Terra e Marte. Essi sembrano del tutto scollegati tra loro, ma a furia di trovarsi in certe configurazioni reciproche rispetto al Sole e ai pianeti maggiori, possono subire piccoli “colpi” alle loro orbite e alle loro caratteristiche rotazionali. Detto in parole povere, possono nascere risonanze transienti in grado di luogo a cambiamenti solo apparentemente di piccola entità. La famosa farfalla che batte le ali sull’Himalaya… poi, su tempi ancora più lunghi chissà… (come mostra il video che segue e non ridiamo più di tanto...).

La ricaduta più immediata e ovvia si avrebbe sul clima e quindi sul comportamento geologico degli strati depositatesi in zone particolari dove sorgevano oceani capaci di mantenere visibili i vari strati. Oggi non ci sono più gli oceani, ma i fiumi hanno scavato quei depositi di milioni e milioni di anni mettendo in luce le loro caratteristiche sia morfologiche che chimiche. Un lavoro molto complesso che ha visto l’unione dei climatologi (quelli veri), dei geologi e dei meccanici celesti.

Questi ultimi indicavano una possibile risonanza innescata tra Marte e Terra circa 90 milioni di anni fa, una evento caotico che ha sicuramente modificato l’orbita e l’inclinazione del nostro asse. Roba da poco, quella volta, ma sufficiente a innescare processi climatici più che significativi e misurabili attraverso certe abbondanze chimiche e certe formazioni geologiche.  Tuttavia, le possibilità di qualcosa di ben più grave non sono del tutto escluse per un lontano futuro…

Non possiamo entrare nei dettagli (il lavoro originario è anche a pagamento…), ma i risvolti sono estremamente interessanti, sia per il futuro dinamico del nostro Sistema Solare, sia per leggere meglio nel passato della Terra e nei suoi mutamenti climatici. Potrebbe aprirsi una nuova metodologia di datazione e di previsione e tutto ciò grazie al lavoro di Laskar del 1989, che qualcuno non ha voluto dimenticare. Beh… un po’ d’aria scientifica fresca, in attesa di notizie più dettagliate a riguardo.

Stiamo cercando gli alieni a tutti i costi, mentre ancora non conosciamo la nostra storia passata né, tantomeno, il nostro futuro…

Articolo originale QUI

 

Se questa eventualità vi spaventa, non dimenticate che la probabilità che si verifichi è molto molto bassa! Più probabile, nell'arco di qualche decina di milioni di anni, appare la possibilità che ci colpisca un asteroide Mars-crosser dopo che si sarà trasformato in NEA (ne parliamo nel secondo articolo scritto QUI)

4 commenti

  1. Mario Fiori

    Spero Enzo che questi studi vadano avanti seriamente e si giunga a definire il meglio possibile la questione. Altro che alieni qui ne va' della vita del Pianeta Terra.

  2. caro Mario,

    sperare che la Terra rimanga sempre un ambiente tranquillo come la conosciamo noi è sicuramente un'illusione, sia a livello geologico che astronomico. L'unico sollievo è che si parla sempre di decine di milioni di anni... :roll:

  3. Fiorentino Bevilacqua

    Paleoclimatologia ... la Terra "palla di neve", per esempio! Chissà che non c'entrino queste risonanze transienti...(la fantasia si sbriglia!)

  4. molto probabilmente sì. A sentire Laskar, tra cento milioni di anni potremmo facilmente avere uno scontro planetario... E, ti assicuro, che Laskar sa il fatto suo...

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.