lacomics.org
postyourgirls.webcam
23/02/17

Sette spose per sette fratelli

Mai titolo fu più adatto all’eccezionale scoperta annunciata ieri dalla NASA. Il celebre film musicale del 1954 va proprio a fagiolo in questo caso per almeno due motivi: è un filmetto musicale di puro intrattenimento, ci dimostra che anche sette fratelli boscaioli dell’Oregon del 1850 possono trovare sette spose in un minuscolo villaggio. Ovviamente, tutte carine e proprio giuste per ognuno di loro. Un film datato? Sembra proprio che attraverso i media si stia tornando a quei livelli, mascherati con falsi vestiti all’ultima moda. Non metto nemmeno un asterisco perché più in basso di così…

Comincio con un aneddotto relativo alla notizia della eccezionale scoperta data ieri sera al TG3 (una volta il più serio per certe cose). La giornalista che dà le notizie (è pur sempre una giornalista e non un boscaiolo dell’Oregon del 1850) chiede l’aiuto del collega esperto in scienza, che saprà commentare meglio "la notizia più importante degli ultimi 15 anni in campo astronomico" (mamma mia!). Il signore, giornalista ed esperto scientifico, ci illumina subito dicendo che la stella in questione non è molto lontana, in termini astronomici… : "solo (si fa per dire) trenta, trenta…” e poi si blocca, cercando di ricordare se si devono usare i chilometri, quella strana cosa che si indica con AU o UA, ma che non è forse mai riuscito a interpretare, oppure passare decisamente agli anni luce (gioia e dolore di tanti esperti televisivi) “ trenta… milioni di anni luce!”. Ma sì, direbbe Totò, meglio abbondare, far vedere che non abbiamo paura di grandi numeri!

L’inizio è travolgente e molto indicativo per comprendere cosa ci sta dietro… Per averne un’idea  basta andare  su questa pagina della NASA e accorgersi  delle vere motivazioni dello “scoop”. Ormai bisogna far divertire la gente, dargli un po’  di puro terrore con il GW, ma anche qualche momento di gioia e di speranza negli alieni vicini e simpatici (e qualcuno mi diceva che era impossibile per la NASA truccare i dati...).

Sono stati trovati ben sette pianeti (forse rocciosi) attorno a una nana rossa! Se non sono stati messi lì da una qualche multinazionale in cerca di pubblicità, è veramente un risultato che cambierà il volto dell’umanità. Ne sono stati scoperti oltre 3500, ma questi sono  speciali, veramente le sette spose per i sette fratelli. C’è forse qualche regola che non conosco che impone il divieto di costruire pianeti in numero maggiore del nostro, soprattutto vicino a una stella di picccole dimensioni? Sono stati scoperti pianeti anche più strani e quasi assurdi per le nostre conoscnza, ma non erano sette…

Sì, ma questi sono tutti (o quasi) uguali alla Terra… e hanno SICURAMENTE acqua liquida (lo ha dettto alla NASA un fotone che passava da quelle parti una trentina di anni fa). Già si pensa al tipo di atmosfera e al tipo di autovetture utilizzate da quelle parti... magari hanno marmitte non inquinanti. Poco importa se i pianeti sono tutti bloccati marealmente (mi picchieranno i media se uso queste parole incomprensibili?) e rivolgono sempre la stessa faccia alla loro stellina che, come ben si sa, è piccola ma molto nervosa. Sciocchezze, sciocchezze… perché rovinare un bel gioco con mille applicazioni per cellulari e affini?

Cercando in una galassia in cui tutte le stelle hanno quasi sicuramente dei pianeti, non era poi così strano trovare le sette spose. Ora ci basta trovare anche i sette fratelli…

Non ho bisogno di girare il coltello nella piaga in questo Circolo e posso fermarmi qui. Avete già capito tutto e non ho bisogno di sprecare parole o di mostrare la mia tristezza profonda su come anche la scienza sia ormai in balia dei media. E, intanto, quella fantastica notizia sulla rotazione delle galassie (QUI) non viene nemmeno riportata dai media scientifici. Accidenti!  Va contro la materia oscura, un argomento che prima o poi potrebbe gettare la gente nel panico e/o regalargli applicazioni straordinarie nella caccia ai Pokemon.

Ho bisogno di tempo e di leggere gli articoli “veri” che spero usciranno tra breve. Sette pianeti così vicini hanno sicuramente risvolti scientifici da analizzare in dettaglio, ma con tanta attenzione da parte della vera Scienza, che, nascosta in qualche piccola caverna senza pane e acqua (leggi “fondi”) esiste ancora.

Non cito nemmeno l'articolo originale... sono sicuro che tra poco, in silenzio, uscirà qualcosa di meglio...

 

QUI una rappresentazione artistica dei panorami visibili dai sette pianeti ricostruiti da Paolino Papallicolo senza bisogno di usare programmini pappa-pronta (e a volte sbagliata!)

NEWS! Sembra che questi caldi pianetini sono riusciti ad impostare una catena di risonanze tali da preservarli da una mutua distruzione.

Per fortuna ci sono ancora missioni di grande interesse scientifico delle quali, però, nessuno parla… noi lo facciamo volentieri! Se vi interessano, potete trovarle QUI, QUI e QUI

All seven planets discovered in orbit around the red dwarf star TRAPPIST-1 could easily fit inside the orbit of Mercury, the innermost planet of our solar system. In fact, they would have room to spare. TRAPPIST-1 also is only a fraction of the size of our sun; it isnt much larger than Jupiter. So the TRAPPIST-1 systems proportions look more like Jupiter and its moons than those of our solar system. The seven planets of TRAPPIST-1 are all Earth-sized and terrestrial, according to research published in 2017 in the journal Nature. TRAPPIST-1 is an ultra-cool dwarf star in the constellation Aquarius, and its planets orbit very close to it. The system has been revealed through observations from NASA's Spitzer Space Telescope and the ground-based TRAPPIST (TRAnsiting Planets and PlanetesImals Small Telescope) telescope, as well as other ground-based observatories. The system was named for the TRAPPIST telescope. NASA's Jet Propulsion Laboratory, Pasadena, California, manages the Spitzer Space Telescope mission for NASA's Science Mission Directorate, Washington. Science operations are conducted at the Spitzer Science Center at Caltech in Pasadena. Spacecraft operations are based at Lockheed Martin Space Systems Company, Littleton, Colorado. Data are archived at the Infrared Science Archive housed at Caltech/IPAC. Caltech manages JPL for NASA.
I sette pianeti scoperti in orbita attorno alla nana rossa TRAPPIST-1 possono facilmente stare all'interno dell'orbita di Mercurio. La nana rossa è sono una frazione del nostro Sole e supera di non molto le dimensione di Giove. In qualche modo, il sistema dei sette pianeti assomiglia di più al sistema satellitare gioviano... Fonte: Caltech, JPL - NASA.

26 commenti

  1. peppe

    Mamma mia Enzo. Secondo me la notizia vera è che la ricerca dei pianeti si sta perfezionando sempre di più e penso proprio che webb potrà darci molte soddisfazioni.

    In un mondo fatto di sensazionalismi cosa potevi aspettarti?

    Aspettiamo la vera scienza.

  2. The_Borg

    Vediamola così: il sensazionalismo condito con filmini e foto artistiche non è altro che pubblicità indispensabile per attecchire sulla massa e, di conseguenze, sui politici. Sono loro che sbloccano i finanziamenti per mantenere in vita la ricerca e non possiamo farci niente. Perciò ben vengano il clamore e la notiziona dell'anno.

    Ciao.

  3. caro Borg,

    potresti anche avere ragione... ma penso che i politici se ne freghino molto delle scoperte scientifiche. A loro interessano i fondi che intascano  e non quelli che possono elargire alla scienza. Al limite daranno soldi per fare nuovi filmati o app varie (si dice così?). Oppure essere abbindolati (?) da ricerche prive di senso (vedi GW) che però fanno gioco politico e finanziario. Ma, un mondo che vede la scienza solo come un bel gioco è un  mondo che con la cultura non ha più niente a che fare... Le scuole dovrebbero insegnare... :cry:

  4. Arturo Lorenzo

    Stendendo un velo pietoso sul sensazionalismo oggi dilagante nei media, nel merito della scoperta fatta mi chiedo se poi tutto sommato la zona in cui si troverebbero i pianeti sia davvero "abitabile". Sono così vicini alla loro stella che hanno un periodo di rivoluzione molto breve, una frazione dell'anno terrestre, credo settimane o addirittura giorni. E' inoltre molto probabile che siano pure in blocco mareale, come la Luna con la Terra o olti dei satelliti di Giove o Saturno. Per cui rivolgerebbero sempre la stessa faccia verso la stella. Sempre notte da una parte e sempre giorno dall'altra, sbalzi di temperatura enormi...

     

  5. Lampo

    Oooooo caro Enzone! Voglio raccontarti giusto giusto quello che è successo un'oretta fa...

    Come ogni mattina verso le 7:15 apro la ditta e dopo un'ora o due arriva anche mio padre. Questa mattina è arrivato prima del previsto e completamente euforico ha cominciato a chiedermi approfondimenti sulla straordinaria scoperta della quale ieri sera tutte le reti televisive hanno parlato! Ho incominciato a spiegargli e non capiva il mio essere quasi indifferente alla notizia che, da quanto aveva appreso ieri sera, avrebbe rivoluzionato l'umanità...

    Ho cominciato a dargli qualche delucidazione in merito e ti assicuro che ci sono quasi rimasto male nel vedere, parola dopo parola, il suo entusiamo scemare fino ad arrivare alle ultime esclamazioni del tipo "Va beh ho capito...in sto mondo di ***** non fanno altro che prenderti per ***** e ti raccontano quello che vogliono".

    A parte il fatto che era convinto che le belle rappresentazioni artistiche che mostravano i telegiornali fossero delle vere foto di questi pianeti...era convinto davvero, da quanto aveva percepito, che a breve l'uomo sarebbe andato a fare un giro su questi pianeti che probabilmente sarebbero stati la nostra futura salvezza. Mi ha confessato di avere avuto la pelle d'oca ieri sera quando hanno interrotto le trasmissioni per dare questa epocale notizia...

    Allora, mio padre ha 70 anni e sono 55 anni che fa il pellettiere...probabilmente la sua colpa è quella di non aver mai approfondito molto le tematiche del settore...ma sicuramente come lui ci sono altri milioni di persone. E sicuramente altri milioni di persone ieri sera hanno avuto la pelle d'oca nel vedere le trasmissioni interrompersi per dare spazio alla notizia più sensazionale del secolo.

    Adesso non voglio fare il Sig. Indifferenza che si scaglia contro tutto e tutti a prescindere...ma fortunatamente almeno in questo settore ho quell'infarinatura di base che mi permette di discriminare le notizie. Quello che invece mi fa pensare è che negli altri settori, politica in primis, nei quali non ho delle basi sufficienti per valutare e discriminare quello che i media ci propinano...quante volte mi hanno preso per i fondelli fino ad oggi? E quante volte ancora abboccherò in futuro???

    Che tristezza...

     

     

  6. Daniela

    Ieri, senza sapere niente della notizia, ho avuto l'occasione di stroncarla a chi me ne parlava (conoscendo le mie simpatie astronomiche) con entusiasmo, dicendo loro che il cosmo deve essere pieno di questi pianeti e la vera notizia sarebbe quella di dimostrare che invece non ci sono, quindi ho consigliato loro di informarsi su New Horizons, Dawn e Cassini di cui nessuno parla.

    Stamani, tra me e me, ho scommesso che tu avresti ignorato la notizia... per fortuna ho perso la scommessa: se non ne avessi parlato ora non saprei rispondere ai prossimi che me ne parleranno che quei pianeti rivolgono sempre la stessa faccia alla loro stella con le inevitabili conseguenze.

    Grazie Prof.!

    :-D

     

  7. peppe

    sarebbe fantastico un annuncio così :mrgreen:

    https://www.youtube.com/watch?v=u1zm7c795rk

     

  8. grazie a tutti ragazzi!

    sì, ho pensato di non scrivere niente, ma l'annuncio di ieri sera con i milioni di anni luce mi ha spinto a non tacere! Se non ci pensiamo noi...

    Caro Arturo,

    anche se in breve l'ho anche detto nell'articolo (blocco mareale...). Speriamo che la notizia si divulghi  dicendo anche che le nostre "Rosette" sono molto nervose... Io non ci andrei nemmeno a pagamento!!!

    caro Peppe,

    chi è che ha preparato quel filmato??? non dirmi che è vero... :mrgreen:

  9. cari tutti... mi sa che oggi arriveremo a più di 1000 contatti sul Circolo (1000 0 un milione di ... anni luce... uffa! che confusione... :mrgreen: )

    Caro Lampone,

    beh... abbiamo già la prova del GW e una serie di onorevoli che fanno CHIARAMENTE l'interesse del popolo bue... povere vittime, ultra efficienti e così parchi e attenti che cercano addirittura di stare sempre seduti sulla stessa SEDIA!!! :mrgreen:

  10. Daniela

    Noooo... non era una tua battuta quella sui milioni di anni luce?? L'hanno detto veramente?!?! 8-O  :lol:

     

  11. Lorenzo

    Purtroppo è il mondo di oggi: molta molta piu informazione di prima, ma livellata a un format di bassissimo livello. Che tristezza.

    Per fortuna sto raccontando lo spazio e le stelle a mia figlia di 8 anni già da tempo, e sono sicuro che stasera quando rientrerò a casa, mi dirà: "papa, ma cos'è tutto sto fumo sui giornali per 7 esopianeti...ma se ne scoprono uno al giorno?? Ma se di acqua ne è piena la galassia...di pianeti in zona abitabile ne conosciamo un sacco.."

    che è l'esatto contrario di ciò che si sente dire in giro, da dottissimi esperti, secondo cui già dobbiamo prepararci all'invasione degli alieni dell'Acquario

  12. peppe

    mi pare facesse parte di un film dove la conduttrice fu coinvolta :mrgreen:

  13. peppe

    il film si chiama "l'ultimo terrestre"

  14. Paolo

    La cosa divertente è che mi è capitato in alcune discussioni di sollevare il problema che legare la fascia di abitabilità semplicemente alla distanza della stella ha poco senso e nel caso specifico ci sono almeno tre motivi per dubitare:

    • Probabile rivoluzione e rotazione sincrona dei pianeti, che rivolgono sempre la stessa faccia verso la stella;
    • Le nane rosse spesso producono flare ben più potenti di quelli solari, con conseguenze facilmente immaginabili per le povere atmosfere di pianeti così vicino alla stella;
    • Presenza o meno di campi magnetici e capacità o meno dei pianeti di trattenere la propria atmosfera…

    Ovviamente quando poni questi semplici questioni, vieni preso per il solito guastafeste…  e magari ti senti rispondere: ma come tu che sei appassionato di astronomia adesso che hanno trovato sette Terre tutte in fila, dovresti esser contento  ed invece stai lì a cercare il pelo nell’uovo…. :cry:

    Paolo

  15. Mario Fiori

    Carissimo Enzo e cari tutti chi ha parlato di milioni di anni luce è sicuramente parente stretto dell'altra giornalista che sempre ieri ha parlato di meravigliosa scoperta di questa nuova Galassia...ora si spiegano i milioni :mrgreen: .

    Per il resto ogni commento è poco e due sono troppi.

  16. Eh sì, caro Mariolino, gli anni luce si sprecano, tanto sono gratis! :mrgreen:

    per Daniela:

    sì, era proprio vero, e chissà quante ne sentiremo e leggeremo...

    Volevo anche fare un ulteriore commento "positivo" alla scoperta, senz'altro interessante, ma per altri motivi.

    Vi è stata una conferma a un'ipotesi che girava già da tempo: intorno alle nane rosse è probabilmente più facile che si formino pianeti, soprattutto piccoli. Ciò a causa del disco e della sua estensione iniziale. C'è poi da tener conto che per loro il tempo significa poco. Resta il problema del blocco mareale, ma spero che si facciano studi "ad hoc" per simulare se qualcosa si possa evolovere nella stretta fascia "non troppo freddo, non troppo caldo...", e che possa sopportare i flare più frequenti e potenti. Trovare acqua, ossigeno o cose del genere non sarebbe una grande scoperta...

  17. Paolo

    Caro Enzo, in effetti c'è una domanda che mi frulla per la testa (al di là di possibile zone, in presenza di atmosfera, in cui lo scambio termico tra faccia esposta alla stella e faccia oscurata consenta la presenza di acqua allo stato liquido... ma che venti ci sarebbero...) tutti quei pianeti di massa “simile” alla Terra stipati in orbite non più ampie di Mercurio, non potrebbero produrre fenomeni di risonanza capaci di "rompere" il probabile sincronismo rotazione/rivoluzione intorno alla stella?

    Oppure l'esito degli effetti mareali stella/pianeta è in qualche modo irrimediabilmente segnato?

    Paolo

  18. caro Paolo,

    bisognerebbe vedere se esiste ancora qualche possibilità caotica, ma penso che il sistema nel suo complesso abbia ragiunto la stabilità... un po' come hanno fatto i satelliti di Giove o quelli di Saturno. In realtà, potrebbe anche esistere una risonanza che imponga variazioni sulla rotazione (come capita per Iperione), ma questa sarebbe caotica e non tanto utile per permettere un'evoluzione tranquilla. Sto andando un po' a caso, ma bisognerebbe avere tutti i dati, le eccentricità, le masse, ecc. Non credo che tarderanno molto a darceli.

    Sarebbe veramente fantastico se per avere la vita su una nana rossa bisognasse rompere un grado di stabilità acquisito con tanta fatica... potremmo chiamarla "life resonance"... :-P

     

  19. Caro paolo,

    da quello che ho letto, sembra che i pianeti siano "quasi" in risonanza... ma è meglio aspettare dati migliori...

  20. Luigino

    Da un lato siamo tutti contenti che l'astronomia entri nei TG, ma purtroppo dobbiamo constatare che ci entra in modo errato.  L'unica speranza è che almeno a qualche bambino/ragazzo/adolescente questa "fantastica scoperta" valga come stimolo x andare ad approfondire e ad innamorarsi davvero della scienza o dell'astronomia, quella vera!

  21. Paolo

    Caro Luigino, a mio avviso, però, un certo modo di presentare le informazioni, potrebbe sortire effetti diversi da quelli condivisibili, che anche tu esprimi, ossia suscitare curiosità nei confronti della scienza, dell'astronomia..

    Io ho la strana impressione che spesso si sacrifichi il contenuto delle informazioni poiché tutta l'attenzione è puntata sulla loro appetibilità.

    Per rendere appetibile un'informazione, spesso si nasconde la polvere sotto il tappeto.

    In questo caso cosa costava alla NASA aggiungere alla notizia dei sette pianeti presuntamente rocciosi che orbitano intorno ad una nana rossa (il che a mio avviso è interessante.. fosse anche solo per il numero di pianeti rocciosi e le loro dimensioni), che ciò non necessariamente significa che siano “abitabili” (possibile presenza di acqua allo stato liquido)?

    Sarebbe stata un ottima occasione per presentare anche la polvere nascosta, ossia, per dirla in maniera semplicissima che probabilmente questi pianeti mostrano sempre la stessa faccia verso la stella e che quel tipo di stelle sono un po' agitate e spesso producono giganteschi flare?

    Sarebbe stata un'ottima occasione per evitare semplificazioni scientificamente errate che legano la zona di abitabilità alla semplice distanza dalla stella (a secondo del tipo di stella)... sai poi non so perché, ma le errate interpretazioni quando si sedimentano diventano sempre più difficili da superare..

    Sarebbe stata un'ottima occasione, ma ha prevalso l'appetibilità e non vorrei che alla fine sia proprio il fascino dell'appetibilità ad aver la meglio sul contenuto delle informazioni.

    Ovviamente la mia è solo un'opinione...

    Paolo

  22. cari amici,

    sapete anche qual è la cosa che infastidisce più di tutto e fa capire che si sta arrivando verso lo zero assoluto?

    Ieri, in un paio di talk show politici, si è accennato alla grande scoperta, dicendo che essa era dovuta alla grande tecnologia e che potrebbe presto portarci a vedere e a conoscere altre forme di vita. Frasi dette e accolte con un sorriso benevolo, come se si parlasse di cose per bambini, un piccolo passatempo innocuo, qualcosa che non riguardava il mondo VERO. Poi, il solito giornalista o politico ha detto: "ve beh... torniamo ai veri problemi e allo smembramento dl PD...". Bene, se questa è la visione che si offre al pubblico non mi stupisco più di niente.

    Sono poi gli stessi, che per mettere nuove tasse e per fare l'interesse delle grandi Lobby, assumono l'aria di circostanza e profilano catastrofi immani sul futuro dell'uomo a causa del GW, ripetendo nuovamente frasi fatte, ma con la faccia contrita e pensierosa. Un teatro dei burattini, in cui i valori e le falsità sono nelle mani di ignoranti assetati di soldi e di potere...

  23. meglio che stia zitto! Mi ricordo molto bene quando il presidente, direttore a Cagliari, boicottava senza pietà i ricercatori planetologi... interessato solo alle alte energie. Adesso, via con i pianeti!!!!!

  24. Arturo Lorenzo

    Quello che i media in cerca di scoop non dicono: si conferma che dalle parti di Trappist-1 è un inferno (di flares):

    https://arxiv.org/pdf/1703.10130.pdf

    Direi che più che fascia di abitabilità quei 7 pianeti stanno nella fascia ideale per venire arrostiti periodicamente :-/

  25. grazie Arturo...

    si rifà molto bene al recente articolo " della bicicletta e della nonna..." :mrgreen:

    http://www.infinitoteatrodelcosmo.it/2017/03/31/mia-nonna-avesse-avuto-le-ruote/

    Se fosse stata una nana rossa speciale, senza flares, se avesse avuto una gravità regolabile e se ogni tanto spruzzasse profumo di lavanda, allora, forse, ci sarebbe stata la vita...

    e andiamo avanti così, nascondendo tutto nella materia oscura (ce n'è così tanta...) :wink:

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Who makes the best rolex replica watches? the best 2020 rolex website watches

shemale777.com vrpornx.net kinkydom.net