4/05/18

Un tranquillo “paio di mesi” di… paura *

Questo articolo è stato inserito nella serie "I miei amici asteroidi", nella quale sono raggruppati gli articoli più significativi in materia.

 

In questo articoletto non parliamo di qualche scoperta o stranezza imprevista, ma solo di una situazione più che normale che si ripete più o meno costantemente (e speriamo che lo faccia a lungo…).

Ormai si conoscono praticamente tutti gli asteroidi pericolosi che superano il chilometro di diametro, quelli che causerebbero una vera apocalisse su tutta quanta la Terra. Tuttavia, asteroidi superiori ai 100 metri farebbero guai molto grossi, se dovessero impattare, anche se abbastanza "localmente" (pensiamo che il solo cratere d'impatto sarebbe venti volte circa più grande dell'impattore). Purtroppo questi non si conoscono tutti e ogni tanto ne sopraggiunge uno nuovo (come l'asteroide di Halloween del 2015 e l’asteroide 2018 GE3, avvistati solo il giorno prima del massimo avvicinamento alla Terra avvenuto, rispettivamente, a 486 000 e 192 000 km, una vera inezia!).

In questo momento, tuttavia, nessun asteroide si sta avvicinando alla Terra e quindi possiamo dire che i prossimi due mesi rappresentano una situazione molto calma. Ma, quando si dice "calma" cosa si intende?

Ho voluto, allora, preparare un diagrammino molto semplice che mostri cosa sta succedendo intorno alla Terra fino a una distanza abbastanza grande (7 milioni di km). Sembra un numero enorme, ma se pensiamo in  termini astronomici, o anche solo planetari, diventa qualcosa di molto piccolo (corrisponde a circa 1/20 della distanza Terra-Sole). Inseriamo, allora, tutti gli oggetti, superiori ai 100 metri, che nei prossimi due mesi passeranno più vicini di sette milioni di chilometri dalla Terra, in modo che l'ascissa sia proprio la minima distanza raggiungibile e l'ordinata il diametro stimato dell'oggetto (in metri).

NEO

In realtà, la Terra sembra abbastanza assediata... quasi che gli asteroidi ci spiassero per preparare l'azione finale...

Sto scherzando, ma, vista la situazione in questo modo, i prossimi due mesi, pur essendo tranquilli, possono comunque incutere un po' di... paura. Senza pensare che qualcun altro, non previsto, si aggiungerà alla lista.

Magari, ogni tanto varrebbe la pena ripetere questa figura, tanto per non dimenticare (ma senza fare previsioni catastrofiche mediatiche).

1 commento

  1. Mario Fiori

    Niente previsioni  mediaticamente catastrofiche ovviamente caro Enzo, ma un pochino di attenzione in più sicuramente, con qualche investimento in più (mannaggia al "dio" denaro) per studi e sorveglianza ci vorrebbe. Purtroppo l'Essere Umano studia le cose quando è troppo tardi spesso: un po'  come il detto "chiudi la stalla quando i buoi sono già usciti".

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.