12/07/18

La Vera Storia di Vin-Census (21): IL COLORADO PLATEAU, UNA LEZIONE GEOLOGICA ENTUSIASMANTE

Non solo vino nella vita di Vin-Census... Ecco a voi, cari amici lettori, il racconto di un viaggio indimenticabile e, perché no, un consiglio per chi non ha ancora deciso dove recarsi in vacanza!scherzy1

 

23/5/2008

Cari amici, sono appena tornato da un viaggio fantastico in una delle parti più belle di quello che resta ancora il più bel pianeta che conosciamo. Mi riferisco ovviamente alla nostra Terra ed in particolare ad una zona geologicamente eccezionale: il Plateau del Colorado, una regione che copre parte degli stati americani dell’Arizona, dello Utah, del Colorado e del New Mexico. Ma è tra il Nord dell’Arizona ed il sud dello Utah che si può ammirare quanto di meglio abbia potuto fare la natura nel corso di centinaia di milioni di anni. Una zona molto stabile, in cui il susseguirsi di inondazioni e di prosciugamenti ha creato un deposito continuo di strati sabbiosi, identificati da un’incredibile varietà di colori.

colorado-plateaus-map-bigIl drastico sollevamento (più di 3000 metri) di questo enorme altopiano (circa 350000 kmq) a partire da qualche decina di milioni di anni fa, ha poi permesso agli agenti atmosferici ed ai fiumi di modellare, scavare e scolpire le rocce nelle forme più strane ed entusiasmanti. Una natura ancora incontaminata, preservata spesso in modo severissimo, ci dà la possibilità, ancora oggi, di scoprire un mondo di silenzio e di solitudine. Un vero giardino di sabbia e cespugli, costellato di fiori, in cui l’uomo si sente un intruso.

Anche se popolato da animali dai nomi terribili (scorpioni, tarantole, serpenti a sonagli, ecc.) vi posso assicurare che dopo ore ed ore di cammino tutto ciò che potrete vedere saranno solo scoiattoli, lepri, uccelli variopinti e molte lucertole inoffensive. Al massimo un povero e timido serpentone innocuo che attraversa la strada con grande circospezione. Non vedrete di giorno nessuno dei terribili “mostri” che sicuramente esistono, ma che si tengono ben nascosti in attesa di uscire nelle ore più fredde. Soprattutto è fuori dei circuiti turistici che si può ammirare la vera meraviglia geologica rappresentata dall’altopiano, lontani dal chiasso, scoprendo prospettive e formazioni che hanno dell’incredibile.

Dirò un’eresia, ma il Grand Canyon ed il Bryce Canyon (i più famosi e frequentati) spariscono di fronte ad altre formazioni quasi del tutto sconosciute. Per gustarle in pieno basta aver voglia di camminare, senza timore, su abbozzi di sentiero il più delle volte segnati solo dalle tracce di animali, di avere un buon orientamento e di utilizzare se possibile una 4×4 per giungere il più vicino possibile alle zone da visitare, attraverso strade sterrate e sabbiose. Le zone più adatte a ciò sono il nuovo Escalante National Monument e la zona selvaggia dei Vermillion Cliffs. Proprio in quest’ultima troverete quelle che quasi sicuramente sono le rocce più belle della Terra e potrete dire (ricordando il replicante di Blade Runner) “ho visto cose che voi umani non potete neanche immaginare…”.

Un’avventura che è facilmente riuscita a due “giovani” anziani come me e mia moglie (abbiamo superato i 60 anni…) e che quindi sarà uno scherzo per ragazzi entusiasti come voi. Camminerete tra onde pietrificate, dai colori che vanno dall’azzurro al verde, dal giallo ed al rosso, vi infilerete in canyon talmente stretti da dovere tenere il fiato per proseguire, sarete sovrastati da archi naturali che inquadrano un cielo quasi sempre di un blu intenso. Scoprirete orme di dinosauri, forse viste la prima volta, e vi sentirete in perfetta armonia con la natura. Un’esperienza di pura “planetologia” e quindi in perfetto accordo con la nostra passione.

 

plateau-2

Il nostro pianeta va conosciuto meglio di quanto si faccia normalmente e questo articolo vuole dare un piccolo contributo in tal senso. Non voglio certo fare pubblicità al turismo negli Stati Uniti, ma se aveste intenzione di recarvi da quelle parti, sarebbe un peccato non visitare la loro parte più bella. Credetemi... farete fatica ad andarvene via!

 

QUI trovate i libri scritti da Vincenzo, compreso "Vini dell'altro mondo" che descrive l'eNoica avventura di Vin-Census nella galassia di Andromeda. QUI la telenovela a puntate della sua vera storia, QUI i suoi racconti di fantascienza e QUI un'intervista al Prof. Zappalà

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.