Dic 4

Un bel ripasso sulle cause, sulla situazione attuale e sul futuro del clima **

Questo articolo è stato inserito nella sezione dell'archivio dedicata al clima e al riscaldamento globale, nella quale troverete una selezione di articoli sull'argomento e le motivazioni della nostra impostazione critica a riguardo.

 

Inserisco il link a una più che autorevole analisi di un celebre climatologo (premiato due volte perfino dalla NASA per i sui studi sul clima) che analizza punto per punto i dati storici, i modelli e le proiezioni.

Probabilmente i giovani attivisti nemmeno lo conoscono e tanto meno hanno letto i suoi studi. Forse sarebbe ora che lo facessero, prima di manifestare. Se poi qualcuno dice che l'argomento è troppo complesso (ma l'atmosfera lo è!) e che non è in grado di seguirlo, sarebbe molto meglio che stesse zitto. L'ignoranza è la peggiore consigliera, anche a bordo di un milionario panfilo ecologico che la grande Greta ha deciso di eleggere come sua residenza... e al diavolo la scuola!

Per adesso lo inserisco senza alcun commento. Qualcuno, magari, vorrebbe che lo traducessi. Per quale motivo, però? Perché venga letto dai giovani ignoranti e scioperanti che non riuscirebbero a capire una sola figura? Direbbero che è carta straccia, una fake news, un documento preparato dai soliti complottisti. L'ignoranza è una brutta bestia!

Aiutatemi a decidere e a non fare un lavoro del tutto inutile (preferisco continuare a studiare e a imparare).

Posso lanciarmi in una mia sensazione attuale (del tutto personale, ovviamente). All'apparire delle "sardine" mi era sembrato di respirare un boccone di aria nuova. Forse, mi son detto, qualcosa potrebbe cambiare in coloro che si sono allontanati dalla politica evitando perfino di andare a votare. Poi, purtroppo, ho sentito che si sono uniti agli attivisti per il clima e mi sono cadute le braccia... Pazienza, la via dell'ignoranza è la più comoda da seguire!

ARTICOLO

slide39

 

 

 

16 commenti

  1. Mari Fiori

    Carissimo Enzo, anche io ho pensato a qualcosa di nuovo, a nuovi stimoli lontani dalla solita odierna politica quando ho visto arrivare le "sardin" , poi caro Enzo, anche io sono rimasto stravolto dall'avvicinamento al mondo dei "gretini" e anche a quello della solita nota vecchia politica. Insomma niente di nuovo e niente per rinnovare veramente questa triste società e mi dispiace molto perchè si tratta di giovani che potenzialmente avrebbero molto da dare ma si fanno strtolare ed inquadrare da questo mondo mediatico, di immagine e di inconsistenza.

  2. caro Mario, noi due abbiamo proprio un feeling speciale (che sia entanglement?) :)

  3. Adriano

    Bellissimo articolo di un vero scienziato

  4. Peccato che nessuno sappia leggerli o almeno farseli spiegare (e parlo di coloro che vengono eletti al rango di scienziati in TV e nei media in genere...).

  5. michele celenza

    Questo scienziato ha pubblicato un articolo dettagliato e bellissimo, purtroppo come dici tu Vincenzo non tutti si accingono a leggerli o quantomeno a farseli spiegare se non capiscono e quindi si preferisce seguire i media e i discorsi in TV.

    proprio ieri sera su RAI3 il geologo Franco Tozzi intervistato dal giornalista Gramellini sull'argomento se ne usciva con le parole:

    "il riscaldamento globale è colpa dell'uomo, non capisco perché a volte si ascolti la voce di scienziati che sostengono il contrario. Questi scienziati che sono una minoranza circa il 3 % fanno queste affermazioni a seguito di interviste di giornalisti e non pubblicano ricerche scientifiche, al contrario gli esperti in materia pubblicano ricerche e a questi noi dobbiamo credere".

    Seguiva una lunga battuta di mani del pubblico.

    Ora mi domando Tozzi a fatto queste affermazioni a seguito di domande fatte da un giornalista e si è mai permesso di leggere relazioni di autorevoli scienziati che secondo lui non sono esperti in materia?

     

  6. Caro Michele,

    Tozzi non ha mai pubblicato un articolo su una rivista scientifica con referee. Inoltre, è laureato in geologia che è cosa ben lontana dalla climatologia. Eppure è uomo televisivo e come tale può dire qualsiasi cosa e ciò che dice vale il doppio. Chi sono mai Prodi (il climatologo), Ricci , Lindzen, ecc., ecc ? Loro sono soltanto dei VERI scienziati e quindi stiano lontani dai media...

    Comunque, quella del 99% è una bufala colossale, una frase da ripetere senza nessuna prova, che si smentisce solo guardando con "intelligenza" sul web. Ma Tozzi possiede questa strana virtù? E, poi, se anche la conoscesse il suo contratto parla chiaro: deve dire ciò che il popolo caprone vuole sentire per pagare tasse in silenzio.

    Uno dei tanti bugiardi televisivi... e se non sono bugiardi sono ignoranti o entrambi...

    Io ho provato un paio di volte a chiamare la TV per smentire ciò che stavano dicendo ed entrambe le volte mi hanno mandato al diavolo. E mi dispiace che Gramellini (persona che consideravo intelligente) si sia venduto completamente solo per questioni di soldi!

    Contro le bugie e l'ignoranza non c'è arma... soprattutto dopo che il popolo è stato rincretinito per anni e anni e la scuola non insegna più niente

  7. Mauro

    Essendo il riscaldamento globale tutta una bufala messa in atto dai poteri forti, prima o poi finirà, ma a che prezzo?...

    Articolo molto bello peccato che nessun TG o trasmissione televisiva lo divulghi.

  8. caro Mauro,

    i prezzi saranno abbastanza alti... qualcuno comincia a dirlo in questi giorni, pur restando all'interno della fede verso il GW. Si sente dire: "Ricordiamoci che la scelta "verde" non sarà a costo zero!". Si cominciano a preparare i gretini al fatto che dovranno pagare sempre più tasse e rinunziare a sempre più ai privilegi energetici. Ovviamente. tutto ciò cadrà sulle spalle dei soliti che pagano e non dei super ricchi, come sempre d'altra parte. Te li vedi i popoli dell'Africa che comprano le automobili elettriche? Non parliamo poi della forbice tra i 'pochissimi ricchi che guidano le danze e i sempre più numerosi poveri di tutto il mondo.

    E se i cosiddetti "fenomeni estremi" (compresi la neve e il gelo) che vengono  attribuiti al GW dovessero veramente aumentare a causa del minimo solare (leggi l'ultimo articolo sul raccolto del Canada) con cosa verremo scaldati? Bruciando i mobili?

    Povero uomo... non povera Terra...

  9. Fiorentino Bevilacqua

    Bell'articolo. Dà il giusto peso, anche con l'immediatezza dei due primi grafici, al peso reale della CO2 di origine antropica. Grafici, almeno i primi due, leggibili anche da parte di chi proprio non ne vuol sapere.

  10. FRANCO TRAVAGLINO

    Una modesta osservazione: i ghiacciai che salivo a 15 anni ( quasi 50 aa fa) sono pietraie, provate a dire alla guida di Courmayeur che non esiste il riscaldamento e poi cominciate a scappare...

    Che poi sia SOLO la CO2...condivido i dubbi!

    Ma bisogna essere chiari, se la CO2 pesa per lo 0.5% dell'effetto atmosferico, come riportato nell'articolo, la variazione della costante solare nella fase di  minimo quanto può pesare? (in W/m2?), poi scusate la domanda sicuramente da insipiente: se le macchie sono zona a temperatura più bassa, perchè l'irradiazione aumenta? L'attività magnetica del sole è coinvolta?

    Ultimissima considerazione: in una cosa l'autore ha sicuramente ragione, comunque la si veda: i paesi poveri non smetteranno di svilupparsi e quindi di consumare energia, per fare un favore a noi...

  11. SuperMagoAlex

    Ciao Franco, qualche migliaio di anni fa i ghiacciai arrivavano fino alla pianura Padana, poi si sono ritirati per cause naturali (ovviamente). 5000 anni fa è capitato che un signore da noi soprannominato "Oetzi", si trovasse a circa 3000 metri di altezza a fare una passeggiata sulle Alpi al confine tra Italia e Austria, non certo attrezzato con ramponi e giacche termiche per affrontare un ghiacciaio (che in effetti non c'era). Il suo corpo, in seguito ad un nuovo mini-periodo glaciale, è stato ricoperto di neve e ghiaccio e si è conservato in buono stato fino ai giorni nostri. Tutto questo per dirti che il clima è sempre cambiato per cause naturali e così sarà finché il sole (o qualche altro astro) diranno "stop" :)

    Riguardo alla CO2, puoi trovare decine di articoli sul blog in cui, dati alla mano, non è dimostrata la correlazione tra aumento della CO2 ed aumento della temperatura.

  12. Aggiungo: la guida di Courmayeur sarà anche un esperto alpinista, ma vive nell'ignoranza più completa della climatologia e della storia della Terra. Lui vede solo ieri, oggi e domani, secondo la sua memoria o poco più. Al limite segue i catastrofisti mediatici e le ragazzine che nascondono dietro di loro interessi economici enormi.

    Le macchie solari indicano sicuramente zone più fredde, ma sono anche e soprattutto segnale di un campo magnetico in continua agitazione. La radiazione solare e la sua intensità non dipendono certo da sue piccole parti temporaneamente meno calde, ma da un'attività ben più generale che viene indicata dall'agitazione del campo magnetico e quindi dalla presenza di macchie.

  13. FRANCO TRAVAGLINO

    Grazie per le risposte iperveloci. Forse non sono stato chiaro: il fatto che i ghiacci si sciolgono è un dato di fatto ( a brevissimo termine, il nulla geologico della vita umana), il sensore ghiaccio (accumulo + ablazione) nella sua assoluta semplicità integra tutte le variabili e fornisce un dato oggettivo incontestabile, come gli Ibis africani che vediamo svernare nelle nostre risaie padane. Forse è umano (anche se sbagliato) tentare di trovare il "colpevole facile" (nel nostro caso l'aumento della CO2), nel mio campo medico i tentativi di scorciatoie sono innumerevoli e nefasti (c'è chi pretende di curare il cancro con il bicarbonato), il problema è la distanza tra persona "comune" e scienziato, e un diffuso analfabetismo di ciò che è (o dovrebbe essere) in vero metodo scientifico.

    Grazie ancora

  14. Ne ho scelto uno a caso (non è un quaquaraqua, ma uno scienziato):

    https://pdfs.semanticscholar.org/53df/46b958a93d58f2363ad66e231b004b6b1d7c.pdf?_ga=2.196339884.1289608325.1581847016-657265462.1580624439

    Prima di parlare bisognerebbe studiare a fondo... tu che sei medico ne sai qualcosa...

  15. FRANCO TRAVAGLINO

    Gent.mo Prof., ho provato a "fare i compiti", le osservazioni che ne sono uscite però non sono sintetizzabili sul blog, non so se sia possibile inviare un testo con un commento articolato. Se sì, e se le posso rubare un po' di tempo, mi dica come, se no, grazie per lo stimolo allo studio e all'approfondimento.

  16. Caro Franco,

    noi siamo ben contenti di allargare il nostro raggio d'azione e quindi direi che potresti mandarmi l'articolo in word e poi lo pubblico a tuo nome, senza alcun cambiamento. Ti mando una email privata alla quale potrai rispondere tranquillamente...

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.