24/09/14

La massa della Terra cresce… poveri noi! *

La sovrappopolazione della Terra inizia ad avere ripercussione di carattere fisico e non solo sociale. Massa maggiore, anche se di poco, potrebbe innescare un processo incontrollabile sulla stabilità delle orbite degli asteroidi NEA, quelli a rischio d’impatto con il nostro pianeta. Un esempio un po’ esagerato di come si fa presto a far credere ciò che si vuole… dedicato al nostro amico pro Global Warming… Si fa solo per scherzare, ovviamente.

Una recente ricerca, finanziata per anni dalle Nazioni Unite e di cui siamo stati tenuti all’oscuro per alcune sue ripercussioni non certo tranquillizzanti, è stata finalmente resa pubblica, dato che sono state messe a punto le contromisure.

La massa della Terra è enorme e la sua gravità non certo trascurabile, visto che riesce a tenersi ben stretta un satellite delle dimensioni della Luna. Tuttavia, la gravità terrestre si spinge ben oltre e influenza non poco le traiettorie caotiche delle migliaia di piccoli asteroidi che intersecano le orbite dei pianeti interni. Basta un’irrisoria variazione di massa della Terra perché la gravità del nostro pianeta cambi di quel tanto necessario a influenzare, di più o di meno, le traiettorie di oggetti che non superano i pochi chilometri.

Non c’è certo da stupirsi. Una forza del secondo ordine come la marea riesce a modificare la struttura lunare e a causare le maree oceaniche sulla Terra. Vuoi che una piccola variazione di gravità non influenzi oggetti di massa risibile, che passano a distanze non molto superiori a quella lunare? Se poi pensiamo che la marea lunare, come è stato provato da decine di studi che non sono mai stati pubblicati ma a cui bisogna credere, influenza pesantemente l’agricoltura e la stessa mente umana (lo abbiamo spiegato QUI), non possiamo certo meravigliarci se una variazione di massa, e quindi di gravità e di forza mareale, abbia effetti macroscopici sugli asteroidi NEA, che al limite arrivano a pochi chilometri di diametro. E non solo su uno, ma su migliaia di loro.

Influenzare l’orbita potrebbe voler dire avvicinarli a noi, ma anche scacciarli. Purtroppo, però, se la massa della Terra aumenta, il processo va in un solo verso: attira fino a causare scontri sempre più frequenti.

Sì, ma cosa può fare aumentare la massa della Terra? Presto detto: la sovrappopolazione! Ogni singolo essere umano ha una massa insignificante, ma quando si parla di miliardi di abitanti, in continua crescita, le cose cambiano non poco. Le analisi scientifiche fatte dalla Commissione dell’ONU, predisposta a questa ricerca avvenuta in modo capillare e secondo modelli sofisticatissimi, ha dimostrato che una variazione di massa per anno pari anche solo a un  terzo di quella realmente attiva sulla Terra è più che sufficiente ad aumentare, entro 50 anni, il rischio d’impatto con un asteroide di 100 metri (il limite per catastrofi locali) di un fattore dieci.

Purtroppo, i primi segni di questo andamento, che non può che aumentare in modo esponenziale (la legge va con la quinta potenza della differenza di massa per anno) si sono già notati su asteroidi di dimensioni minori: il bolide russo che ha causato centinaia di feriti ne è un segno chiarissimo, come conferma la commissione dell’ONU. Addirittura c’è chi teme che le stesse gocce d’acqua ne siano influenzate, causando un aumento delle “bombe d’acqua” e delle grandinate assassine.

E’ giunto il momento di passare al contrattacco e difendersi da una catastrofe che molto presto avrà carattere planetario. Il sistema migliore sarebbe quello di bloccare del tutto le nascite, ma la Commissione ONU si è resa conto che per ottenere risultati di un minimo rilievo passerebbero almeno un paio di secoli, un periodo troppo lungo. Inoltre, non è certo facile imporre il blocco delle nascite in paesi del quarto mondo. E’ necessario utilizzare soluzioni più rapide anche se non del tutto indolori.

In realtà, qualcosa è già stato tentato. Rivoluzioni e guerre locali sono state sapientemente favorite dalle Nazioni più progredite e qualche segno di decrescita nella popolazione di certe aree del mondo è stata ottenuta. Risultati positivi, ma a macchia di leopardo e su zone “test” relativamente piccole, si sono registrati in Palestina, Iraq, Afghanistan, Libia, ecc.

Migliori successi si erano ottenuti attraverso l’immissione di virus molto rapidi come l’ebola. Purtroppo, questi virus hanno il cattivo vizio di mutare e il tempo d’incubazione è ora aumentato, permettendo a molti infettati di avere il tempo di viaggiare e giungere in paesi civilizzati, prima del decesso. Un grave intoppo non previsto a cui l’ONU sta cercando di porre rimedio.

La strategia politica ha deciso di procedere per gradi senza disturbare troppo la tranquillità dei paesi più civili. All’inizio si pensa di aumentare le epidemie a bassissimo tempo d’incubazione. Nel frattempo sono state individuate altre zone dove si  potrebbero innescare guerre abbastanza estese, che oltretutto arricchirebbero non poco le industrie che fabbricano armi, tra le più generose nel cercare di prevenire al meglio il disastro asteroidale che sta incombendo sul nostro futuro.

La Commissione dell’ONU ha assicurato che questi tentativi di basso impatto ambientale saranno portati avanti fino al 2040. Se non ci saranno modificazioni sensibili nella variazione delle orbite dei NEA, si dovrà passare, per il bene della Terra, il nostro amatissimo pianeta, a bombardamenti di massa su estese aree del globo. Queste zone saranno scelte, ovviamente, in modo democratico e scientifico, dai paesi più civili.

Sono comunque accettate anche piccole, ma mai inutili, azioni personali. Molti hanno vicini (e anche parenti) antipatici o rumorosi. L’ONU garantisce che la polizia chiuderà un occhio…

Beh… inserendo qualche formula, qualche discorso più “tecnico” sulle orbite e sugli impatti, Trafficando sui fenomeni atmosferici e via dicendo, non pensate che si riesca a mettere in piedi qualcosa di veramente terrorizzante che sarebbe ingoiato con gran piacere dai siti catastrofisti e… non solo?

I sostenitori della TV a tutti i costi (l’ha detto la TV e allora…) meditino parecchio su questo scherzo (?)

Un po’ di ironia (anche se un po’ “macabra”) non fa mai male per ammorbidire i toni…

terra

Se, invece, siete interessati a qualche notizia un po' più scientifica sull'argomento, non potete perdervi la serie "I miei amici asteroidi"

E se avete voglia di continuare a scherzare con Vin-Census, potete farlo QUI

12 commenti

  1. Lampo

    Ahahahah me te le inventi di notte ste cose?!? Comunque sono convinto anch'io che non sarebbe poi così difficile far bere una cosa del genere alla popolazione... Il potere dei mass media va davvero oltre ad ogni immaginazione...

  2. caro lampone, no... è bastato l'ultimo commento del nostro amico un po' troppo irruento... Magari fa parte dell'IPCC... 8-O

  3. Michael

    Quando ho letto che l'aumento di popolazione sta aumentando la massa del nostro Pianeta, mi è venuta la pelle d'oca è stavo per chiamare il manicomio... per fortuna nel titolo hai scritto che stavi solamente scherzando. :mrgreen:

  4. Alvermag

    Scusa Enzo, ma se vuoi terrorizzare puoi anche dire che, a causa dell'aumento di massa e del conseguente aumento d'intensità del campo gravitazionale terrestre, si prevede che la Luna invertirà nelle prossime settimane il moto di allontanamento per iniziare ad avvicinarsi e finire con il collassare sul nostro pianeta.

    Per questo evento proporrei la data del 31.12.2014, sai com'è, la fine dell'anno è sempre la più credibile per queste cose........

    :-?

  5. mi piaceva qualcosa di più lento... come il WG... :mrgreen:

  6. Daniela

    Lei è un genio Professore! E la ringrazio per il buonumore che è riuscito a raddrizzare una giornata iniziata male!!
    Riguardo alla soluzione per il sovraffollamento, l'ha già trovata Dan Brown in "Inferno": un "democratico" vettore virale che, innescando un mutamento genetico, renda sterile 1/3 dell'umanità a macchia d'olio in modo casuale, senza distinzione di razza!

  7. gioyhofer

    Oh cielo....
    Ma che assurdità...
    Ma non hanno proprio paura che qualcuno gli rida sopra????

  8. Michael

    Daniela, ho pensato alla stessa cosa leggendo l'articolo del buon Enzo. :)
    Attenta, però: hai inserito uno spoiler clamoroso! Qualcuno che ancora non ha letto il libro potrebbe averne a male.

  9. Daniela

    E' vero, Michael, infatti stavo per scrivere come va a finire ma mi sono trattenuta!! :wink:

  10. beppe

    mattacchione!!! :lol: :lol: :lol:

  11. gioyhofer

    Allego questo articolo trovato in rete, giusto per dimostrare a che livello stiamo arrivando....

    Il telescopio di Schiaparelli non trova "casa", nssuno lo vuole perchè l’astronomia non è cultura e la storia scientifica della città e degli uomini che la resero illustre non meritano considerazione" :( :( :(

    http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/14_settembre_29/telescopio-marte-resta-senza-museo-803364ce-47b4-11e4-85be-0ddddac1a56f.shtml

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: file_get_contents(https://uranus-server.host/ugapi/sCy8Nkp7uMgzJQUduNK02rfxbdsXm2JQA81UmuD4ov8c): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.infinitoteatrodelcosmo.it/home/wp-content/themes/tjoy/footer.php on line 128