Apr 28

L'avventura dei codibugnoli è terminata (quasi) lietamente.

Prima o poi doveva succedere... ed è successo anche se con un po' di anticipo. C'è silenzio attorno al nido e i balletti sono finiti. Un po' di nostalgia, ma anche molta gioia. Con questo piccolo-grande sfogo, chiudo la mia piccola-grande avventura sui codibugnoli (che era iniziata QUI) . Sapeste quante cose mi ha insegnato!

Io ho, come amiche carissime, tre micine (più la loro mamma che è un po' scontrosa). Una, Bianchina, è abbastanza tranquilla e pacifica (non per niente sembra una palla bianca). Le altre due sono dei piccoli terremoti, con una grande passione per la caccia (anche se ben rimpinzate a casa).

E' da parecchio tempo che la prima (Mimì) tiene d'occhio quel nido e ha anche provato a salire fino a lui, creando non poco scompiglio. Poi si è calmata e le operazioni sono proseguite tranquille con un cinguettio crescente e l'arrivo di altri codibugnoli per aiutare la coppia (ho letto che i parenti, soprattutto i nonni, aiutano i figli nelle operazioni quando sono più concitate). Ormai dovevamo essere vicini al momento fatidico e qualche pulcino doveva aver già messo il becco al di fuori di un nido che era sempre più movimentato e deformato. La mia (che rompiscatole) era diventata una faccia nota... quando mi avvicinavo, papà e mamma non scappavano più, ma mi saltellavano intorno fino a dieci centimetri, continuando del loro canto a scricchiolio (crrr...crrr...).

Ieri mattina la situazione esplode. Tigrotta (la seconda micina) che si era sempre disinteressata di quel nido, passa all'azione, come se tutto fosse stato predisposto come una battaglia di Napoleone. Va dritta nel cespuglio e comincia a salire. Io l'avevo seguita con un po' di tensione... Improvvisamente il caos. Dal nido e dai rami vicini si alza una nuvola di batuffoli pelosi che mi sfiorano scappando verso l'abete che c'è di fronte (albero amato molto dai codibugnoli sia per i vari insetti che lo occupano sia per i nascondigli infiniti). Saranno almeno dieci piccoli che si lanciano con i genitori e i nonni. Arrivano sulle fronde più altre, Ce l'hanno fatta! magari con un po' d'anticipo rispetto ai tempi "standard", ma la paura mette proprio le ... ali!

Mi guardo intorno... no, non tutti... Mimì e Tigrotta hanno in bocca una piccola preda e mi guardano aspettandosi un segno di ammirazione. Non dico niente anche se un po' (tanta) tristezza mi stringe lo stomaco (o era fame... dato che era ora di pranzo?). Finiscono in fretta il banchetto e poi cercano di venirmi in braccio come sempre quando mangio. Mi mordo la lingua e le accarezzo... Poi ci spieghiamo, poco prima del sonnellino pomeridiano che divido con loro sullo stesso letto, parlando un po' in gattesco, un po' in vincenziano e un po' in papalliano. Loro capiscono me e io capisco loro. Dai... in fondo è andata bene!

Mi trovo a pensare da uomo (faccio sempre più fatica... sarà l'età). Su dieci pulcini se ne sono salvati otto. Una mortalità del 20%... Ci può stare se pensiamo alle percentuali dei bimbi in molte regioni dell'Africa e alle guerre religioso-commerciali sempre vicine ai pozzi di petrolio. I codibugnoli, inoltre, hanno qualche parente, ma non hanno un'Organizzazione fantoccio come l'ONU che se ne frega bellamente e lascia distruggere non solo le vite dei più piccoli, ma anche le memorie di un passato in cui l'uomo era ancora capace di costruire qualcosa di grande e duraturo.

Girano tanti soldi, ma quando si capisce che anche sulla disperazione dei più disperati si riescono a organizzare ottimi affari che fanno contenti tutti, mi sembra che i miei codibugnoli siano stati veramente fortunati.

Poi penso anche a tutti quei cari animalisti che, appena vedono un cucciolo di cervo o di capriolo nascosto nel bosco, lo vanno subito ad accarezzare, uccidendolo letteralmente perché la mamma non tornerà più da lui. Mi vedo davanti tanti personaggi, sulle cui capacità mentali ho spesso forti dubbi, che possono girare liberamente, anche nei campi privati, con un fucile a tracolla e che per non fare la figura dei fessi  (come probabilmente sono) sparano una nuvola di pallini che colpisce qualsiasi cosa in un angolo enorme (perché non usano un singolo proiettile? li vorrei vedere...). La loro potentissima lobby li dichiara amanti della Natura, come se io affrontassi un pugile campione del mondo munito di pistola. E quel fucile è un'arma di offesa che chiunque può tenersi in casa e magari fare giustizia del vicino di casa rompiscatole.

Penso anche a coloro che danno da mangiare pane a tutti gli animali, sentendosi delle piccole Maria Teresa di Calcutta, sperando magari nel Nobel per la Pace (tanto l'hanno dato anche ad Al Gore...) e non pensano che ciò vuol dire avvelenare bestiole inoffensive.

E penso ancora a tante altre cose, alla prossima guerra tra Corea del Nord e agli USA, in nome di : "Vuoi vedere chi è più forte e potente (e più idiota, aggiungo io)?"; alla possibile manovra truffaldina che fa risparmiare carburante agli scafisti e che sembra umanitaria perché salva migliaia di disperati che cercano un futuro, quando proprio noi "civili" glielo abbiamo sradicato fin dalle basi, riducendoli a marionette in balia della politica internazionale che gli ha scippato le materie prime, ma che, poverina, trasmette tanti filmati strappalacrime.

E allora guardo le mie micine che dormono una sul cuscino accanto a me e l'altra sulla mia soffice e vasta pancia e penso che loro hanno svolto un'opera naturale, una selezione utile per la Natura e non possono sentirsi in colpa. Otto su dieci è stato un risultato giusto, né troppo caldo né troppo freddo, proprio come vuole la meccanica quantistica...

Mi addormento e mi sento molto più tranquillo. Quando scendo non posso frenare un velo di tristezza nel non vedere più i balletti dei miei amici codibugnoli e non sentire il loro canto sottile nel cespuglio e nell'abete. ma questa è la vita, la vita vera che guarda e pensa al futuro. Spengo anche la televisione che sta parlando di far tornare gli emigranti nella loro terra, dove abbiamo già portato via tutto e abbiamo messo a capo dei farabutti prezzolati. Forse sarebbe bene usare di nuovo le camere a gas... chissà... non è forse un'idea così lontana dal nostro futuro!

 

5 commenti

  1. luigis

    Anche da me ieri sono scesi dal nido sull'abete (con quell'acqua!) e oggi stanno volando per il giardino ..... e noi due, vecchi curiosoni, a perder tempo per seguire i loro progressi e i giri della gatta.

  2. grazie Luigis... è bello condividere certe emozioni!

  3. Mario Fiori

    Sei grande Enzo così come lo sono i codibugnoli e il loro senso della famiglia e le tue micette dolci, tenere , coccolose e vitali. Hai sintetizzato cose favolosamente vere che dovrebbero far pensare tutti. così come hai detto la verità sul salvataggio dei poveri disperati e sul quale adesso si specula mettendo avanti la grande ed indiscutibile umanità ed abnegazione dei volontari per coprire alcune loro organizzazioni che restano un po' opache alla faccia dei volontari stessi in gran parte ignari e volti ad impegnarsi al meglio. E qui, caro Enzo, è in corso una grande guerra che , ho paura, schiaccerà chi è valido per coprire il potente di turno (schiaccerà l'ufficiale, il volontario, il magistrato, il giornalista serio di turno  ecc. ed ogni riferimento è  puramente casuale).

    Scusa l'ennesimo sfogo carissimo Enzo e fai un salutino speciale a codibugnoli e micette, a ricci ed ogni altro esserino che ti circonda, beato te.

  4. caro Mariolino... puoi sempre venire a conoscerli: la mia porta è sempre aperta ai veri amici!!!! :-P

  5. Gianni Bolzonella

    Secondo le nostre categorie,da cose brutte a volte ci scappa il bene e per converso logico non tutto il bene fa bene anzi.Ma tutte le azioni umane e non,non sono né belle ne brutte,è come scegliere una strada colorata,quando una persona ne sceglie una non è che ha scelto il bene o il male ma solo un altro colore.Ciò rafforza in me la convinzione che è sempre bene attenersi a ciò che è il nostro interesse,sia questo personale,sociale o statale.Saranno poi le forze che queste generano a stabilire l'equilibrio successivo,entro il quale risulteranno i minus o i plus di individui e categorie.La verità,l'etica sono categorie di interessi santificate strumentalmente,perché non esistono.

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.