Mar 10

Qual è la vera età di un dinosauro? **

Una news che mi sembra veramente interessante e che vi invito a leggere attraverso l'articolo originale, che sarà visibile gratuitamente solo per pochi giorni. Intanto noi pensiamo all'età dei dinosauri e un po' anche alla Luna.

I dinosauri si consideravano più vecchi di quello che sembrano attraverso i fossili o più giovani? Non è facile rispondere in quanto per misurare l'età di un individuo bisogna sapere quanti anni ha. Almeno noi facciamo così. Ma qual era l'unità di misura del tempo per i dinosauri? Lo misuravano in anni oppure in giorni? In fondo vedere il Sole nella stessa posizione in cielo è decisamente più intuitivo. Per noi sarebbe la stessa cosa, ma per loro NO.

Perché? Perché l'anno, ossia il tempo impiegato dalla Terra a girare attorno al Sole, è rimasto praticamente lo stesso, ma non il giorno!  Circa 70 milioni di anni fa, prima che l'asteroide facesse piazza pulita di gran parte della biosfera, il giorno terrestre durava mezz'ora in meno di adesso. Per cui in un anno ci stavano ben 372 giorni. Da cui ne segue che misurando il tempo in giorni avremmo grosse difficoltà a essere d'accordo sull'età di una matura, ma ancora piacente signora dinosaura!

dino
Quanti anni avrà questa piacente signora dinosaura? Chiedetelo al fossile di una conchiglia bivalva... :-)

A parte gli scherzi, attraverso lo studio di un fossile di una conchiglia bivalva, scomparsa anch'essa insieme ai dinosauri, è stato possibile stimare con grande precisione la durata del giorno: 23.5 ore... nostre! Come mai? Ovvio, la Luna era più vicina e la Terra ruotava più velocemente. La marea era più forte e tante altre belle cose. Sappiamo infatti che la Luna ci fa girare sempre più lentamente, mentre noi la spingiamo più lontana (come spiegato al termine di QUESTO lungo articolo). Quella conchiglia aveva un vizio fondamentale, quello di far crescere un sottile straterello alle sue valve ogni giorno, un po' come fanno gli alberi con gli anni. Ogni giorno vero, però, ossia ogni giorno solare loro, non nostro! Mamma mia che confusione, ma che magnifica ricerca, ragazzi miei!

Dall'analisi microscopica di una conchiglia che non esiste più e che giaceva sepolta nel deserto dell'Oman, si può oggi stimare con grande esattezza la durata della rotazione della Terra intorno al suo asse e fare un po' di conti per risalire a quella che avrebbe dovuto essere la distanza della Luna. Sì, perché la cosa non è banalissima, dato che il tasso di allontanamento non può essere stato sempre lo stesso. Se così fosse stato, la Luna, tornando indietro nel tempo, avrebbe dovuto coincidere con la Terra soltanto 1.5 miliardi di anni fa circa. E sappiamo che invece la sua nascita è stata ben anteriore.

Fonte: Wikipedia
Un fossile della bivalva simile alla nostra, trovato nel deserto arabico. Fonte: Wikipedia

Oltre che fare stime e modelli, sarebbe molto importante trovare fossili di conchiglie simili, ma molto più antiche, in modo da seguire la durata del giorno... giorno per giorno... o quasi!

Leggetevi l'articolo originale. E' veramente molto interessante!

 

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.