7/02/19

Il vagito stellare più lontano **

Li chiamano oggetti Herbig-Haro, ma non sono altro che i primi vagiti (molto potenti) di stelle che stanno nascendo. Per la prima volta ne è stato individuato uno nella luce visibile fuori dalla nostra galassia. Tutti i bambini sono uguali nell'Universo!

Sebbene piccola, la Grande Nube di Magellano non se lo fa dire due volte a creare stelle anche di grandi dimensioni. Il fatto, poi, che non contenga molte nubi interstellari oscure, rende abbastanza facile scrutare i suoi segreti anche nella luce visibile. Il VLT dell'ESO non ha perso tempo ed è andato a studiare con grande attenzione, attraverso lo strumento MUSE (Multi Unit Spectroscopic Explorer), una straordinaria zona di formazione stellare dalla forma di un'enorme "bolla", come  N180 B.

Una bolla dominata dall'idrogeno ionizzato che la rende bellissima e denota una intensa fase creativa di stelle di grandi dimensioni. Tra queste ce n'è una che vuole a tutti i costi far sapere che sta per nascere con la sua massa pari a circa dodici vole quella solare. Una vera gigante, il cui vagito, ossia un getto di grande potenza, capace di estendersi per 33 anni luce dalla stella nascente, è stato chiamato con un codice che sembra veramente troppo anonimo per uno straordinario "bebè" come questo... HH1177.

Si nota molto bene il doppio getto, rosso e blu, colori dovuti all'effetto doppler. Fonte: ESO, A McLeod et al.
Si nota molto bene il doppio getto, rosso e blu, colori dovuti all'effetto doppler. Fonte: ESO, A McLeod et al.

Mai si era visto un oggetto di questo tipo su un'altra galassia e ben poche volte uno così violento. Ci aspettiamo grandi cose dal neonato! Buon lavoro

Ecco un bel filmato con uno zoom verso la "bolla" e il bebè...

Articolo originale QUI

 

QUI una protostella, all'interno della nursery stellare di Orione, che lancia il suo getto verso una nube di gas: un fenomeno avvenuto 100 000 anni fa e che potrebbe anche avere innescato la... vita!

3 commenti

  1. Mario Fiori

    E brava la piccola Grande Nube di Magellano, grandiosa.

  2. Gianluca

    Ciao fantastico Enzo, filmato spettacolare! L'universo infinitamente grande e il mondo atomico piccolo...Dio é perverso!

  3. sempre che non giochi a dadi...

    ma teniamo sempre conto che chi comanda l'infinitamente grande è sempre e comunque l'infinitamente piccolo. In fondo, sono sempre loro a guidare le danze : fotoni ed elettroni (protoni e neutroni sono efficaci comprimari). Un pizzico di neutrini, qualche onda gravitazionale e... il pranzo è servito!

    Prova a sederti su una sedia e poi dimmi chi evita un mix orribile tra protoni e neutroni. Loro, sempre loro, i piccoli elettroni, qualsiasi cosa essi siano veramente  :wink:

    Ti potranno interessare questi due articoli (il primo è solo la domanda, il secondo è una risposta estesa...)

    http://www.infinitoteatrodelcosmo.it/2018/12/21/domanda-fine-anno/

    http://www.infinitoteatrodelcosmo.it/2019/01/01/ce-tanto-spazio-laggiu-fondo-soluzione-del-quiz-fine-anno/

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.