Gen 7

Due ammassi galattici si scontrano: lo spettacolo è servito! **

Vedere uno scontro di ammassi galattici è sicuramente uno degli spettacoli più impressionanti del Cosmo, ma riuscire anche a vedere come la collisione sia riuscita ad accelerare il gas lanciato da un buco nero galattico è un caso davvero unico: un dramma shakesperiano sbalorditivo!

L’Universo a grande scala sembra proprio una rete informatica: filamenti che si uniscono tra loro e formano nodi verso cui cadono gravitazionalmente altre galassie. Questi nodi diventano ammassi galattici e possono causare collisioni mutue. L’energia che ne deriva viene lanciata nello spazio ed è veramente impressionante, essendo coinvolta una massa dell’ordine di milioni di miliardi di stelle come il Sole. Sono i fenomeni più energetici dopo il Big Bang.

Il gas caldo di un ammasso si mischia violentemente con quello dell’altro e se ne vedono di tutti i “colori”, a tutte le lunghezze d’onda, senza contare gli effetti dei campi magnetici. Già assistere a questo spettacolo teatrale sarebbe un colpo di fortuna e metterebbe in luce fenomeni tra i più energetici dell’Universo. Tuttavia, questa volta il nostro Teatro ha voluto esagerare mostrando anche come un getto proveniente da un buco nero, che aveva ormai perso in parte il suo vigore, sia stato accelerato nuovamente per effetto delle onde di shock dovute alla collisione e ai campi magnetici coinvolti (tipo radiazione di sincrotrone).

Il getto è composto da particelle relativistiche tra le  più energetiche del Cosmo ed assume l’aspetto di un’immensa coda cometaria. Si parla di 1064 erg su tempi scala del miliardo di anni. In questo caos terribile, e pur sempre armonioso, l’energia gravitazionale si trasforma in energia cinetica che regala calore al gas intergalattico. Tutto sembra immobile nell’immagine riprodotta dove c’è lo zampino di Chandra, del Keck e del Subaru, ma se potessimo accelerare il tempo sarebbe uno spettacolo da lasciare per sempre a bocca aperta.

Le emissioni radio dal GMRT sono mostrate in rosso. L’immagine azzurra si riferisce a quelle X di Chandra. La distribuzione delle galassie è mostrata dai contorni bianchi. Fonte: NASA/CXC/SAO, TIFR/NCRA/GMRT, NAOJ/Subaru: R. van Weeren et al
Le emissioni radio dal GMRT sono mostrate in rosso. L’immagine azzurra si riferisce a quelle X di Chandra. La distribuzione delle galassie è mostrata dai contorni bianchi. Fonte: NASA/CXC/SAO, TIFR/NCRA/GMRT, NAOJ/Subaru: R. van Weeren et al

Quando mai l’uomo riuscirà a capire la grandezza e il significato profondo di questi fenomeni e si sentirà veramente un’infinitesima parte di una “commedia” infinita?

Pensiamo anche che solo la relatività einsteniana riesce a dare la spiegazione di eventi che sarebbero fuori da ogni logica razionale. Ed essa è stata formulata quando ancora non si sapeva cosa fossero le galassie… incredibile!

Articolo originale QUI

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.