17/05/17

La terra è circondata da specchi e si sa sempre meno del clima… **

Un satellite NASA che guarda verso la Terra si è sentito, probabilmente, sotto attacco nemico. In un solo anno di vita si è accorto di centinaia di flash luminosi diretti contro di lui. Attacchi terra-aria? No, probabilmente riflessioni su specchi d’acqua, visti con la giusta angolazione. Nessuna guerra globale in corso (almeno, per adesso…), la spiegazione è ancora un’altra.

Un fenomeno non del tutto nuovo, che aveva già catturato l’interesse di Carl Sagan nel 1993, quando la sonda Galileo aveva sfiorato la Terra per farsi lanciare verso Giove, si erano visti strani flash che erano stati  legati a superfici d’acqua altamente riflettenti. Niente di strano, una cosa che capita anche sulla superficie, quando i raggi solari incontrano l’acqua, rimbalzano e colpiscono proprio il nostro occhio. La faccenda sembrava chiusa in modo molto semplice.

Tuttavia, c’è sempre qualcuno come San Tommaso, che  ha voluto studiare attentamente la posizione dei flash e si è accorto che non potevano essere tutti dovuti all’acqua, dato che avvenivano sulla terra ferma senza presenza di laghi o di altri depositi di acqua. Per farli “tornare” tutti si doveva considerare la Terra ricoperta di acqua o di … ghiaccio. In realtà, il nostro pianeta è ricoperto veramente di ghiaccio... basta salire nelle zone alte dell’atmosfera.

Nel 2015-2016 si sono rilevati ben 866 lampi di luce e tutto è apparso  finalmente chiaro: bastava mettere uno specchietto nella giusta posizione in modo che l’angolo tra l’asse dello specchietto e il Sole fosse uguale all’angolo tra lo stesso asse e la camera del satellite. Ovviamente, molti altri specchietti non avrebbero dato una risposta visibile. In generale, essi dovevano essere piazzati orizzontalmente rispetto alla superficie, come una specie di sfera di vetro ...

La luce solare si riflette su cristalli di ghiaccio sospesi nell’atmosfera e va a colpire la camera di un satellite artificiale. Una specie di sfera di vetro che interrompe la luce che vorrebbe arrivare sulla Terra. Nella figura , uno di questi flash è cerchiato in rosso. Fonte: NASA's Goddard Space Flight Center
La luce solare si riflette su cristalli di ghiaccio sospesi nell’atmosfera e va a colpire la camera di un satellite artificiale. Una specie di sfera di vetro che interrompe la luce che vorrebbe arrivare sulla Terra. Nella figura , uno di questi flash è cerchiato in rosso. Fonte: NASA's Goddard Space Flight Center

Fortunatamente, il satellite aveva a disposizione anche una strumentazione atta a misurare l’altezza in cui avveniva la riflessione: dai 5 agli 8 km d’altezza, la zona dei cirri.

Gli astronomi più fanatici sugli esopianeti hanno subito pensato che sarebbe un segnale in più sulla presenza di esopianeti abitabili… ma gli studiosi del clima (quelli seri) hanno subito pensato che questa riflessione, anche molto abbondante, di raggi solari, dovrebbe essere attentamente analizzata e introdotta in molti modelli che simulano la quantità di luce che raggiunge -e il relativo calore che lascia- la Terra.

Abbiamo ancora tanto da imparare  sui rapporti Sole-Terra. Teniamo anche conto che la quantità di raggi cosmici che colpiscono il suolo continua ad aumentare anno dopo anno, seguendo, mano nella mano, il prossimo grande minimo solare. Ma potrebbe anche essere un segnale di indebolimento dello scudo magnetico, che prima o poi dovrà invertirsi, abbassando per un po’ la guardia (QUI un fantascientifico racconto di Vin-Census sulle possibili conseguenze di tale inversione).

E, invece, si preferisce mantenere programmi obsoleti e molto favorevoli agli scopi di tipo politico ed economico prefissati fin dall’inizio e non seguire con grande umiltà scientifica le informazioni che l’Universo continua a regalarci.

Fino a quando avrà pazienza verso questo stupido e arrogante animale con due zampe e poco cervello?

1 commento

  1. Mario Fiori

    Caro Enzo, la Terra ci manda segnali e noi li usiamo a nostro uso e consumo, per avvalorare costruzioni intessute di biechi interessi e di scarsa intelligenza. Va' bè facciamo i bravi e non i soliti polemici... :twisted:

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: file_get_contents(https://uranus-server.host/ugapi/sCy8Nkp7uMgzJQUduNK02rfxbdsXm2JQA81UmuD4ov8c): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.infinitoteatrodelcosmo.it/home/wp-content/themes/tjoy/footer.php on line 128