17/01/17

Il Polo Sud non ha dubbi *

17/01/2017

Sono stati pubblicati i dati settimanali sulla caduta di reggi cosmici nella stazione posta nel Polo Sud. Il minimo solare si vede bene e siamo solo all’inizio… mediate gente, meditate… e non compratevi smartphone troppo … cari. Nel frattempo, godiamoci gli effetti del riscaldamento globale (è un po’ che non si vede il farfallino in TV…, chissà perché?! che sia la molecola della vergogna, di cui abbiamo appena parlato QUI?).

Poche parole e tanti dati ufficiali. La figura che segue è il numero di raggi cosmici rilevati nel polo Sud nella settimana dal 7 al 17 gennaio. La salita è indubbia e sarà difficile vederci una discesa (anche se qualcuno riesce a farcelo credere su altri dati…). Purtroppo, siamo solo all’inizio…

Fonte: University of Delaware's Bartol Research Institute
Fonte: University of Delaware's Bartol Research Institute

In QUESTO ARTICOLO e in quelli ad esso correlati, trovate un’analisi approfondita del minimo solare e dei suoi effetti. QUI, invece, abbiamo parlato di quanto possano rendere ancora più pericolose le missioni umane nello spazio

QUI un aggiornamento a novembre 2017

5 commenti

  1. peppe

    enzo il farfallino risponde al nome di L.Merc....lli?

    ma questo minimo solare dura tanto? secondo l'esperienza si parla in termini di mesi o anni?

  2. La prima che hai detto... :-P

    Normalmente come minimo si può intendere la parte bassa del ciclo undecennale (quindi pochi anni). Tuttavia nel caso di quello di Maunder, ad esempio, anche i massimi erano estremamente bassi tanto da far sì che per circa 60 anni il livello è rimasto praticamente piatto, con un numero praticamente nullo di macchie solari. Nel minimo di Dalton, invece, i massimi vi sono stati, ma alti la metà del solito e quindi la temperatura è rimasta molto bassa per un paio di cicli. La durata del prossimo minimo è tutta da scoprire, ma le previsioni sono qualcosa tra Dalton e Maunder... quindi qualche decennio. Resta ancora da scoprire se la vera fase critica parta con questo minimo o con il prossimo (tra circa 11 anni).

    Riguardo al nostro amico... la faccenda è abbastanza ridicola.

    So benissimo che non sono certo pochi giorni di freddo intenso a dimostrare un raffreddamento globale. Tuttavia, appena fa un po' di caldo d'estate eccolo arrivare e dire che il GW è sotto l'occhio di tutti e via con le solite (sempre uguali) immagini del fango secco che si screpola. Per onesta (che parola assurda) dovrebbe dire lo stesso e invece preferisce scomparire e stare zitto. E mai che l'abbia sentito nominare el Nino e la Nina e le varie circolazioni oceaniche. D'altra parte è ovvio: non è un climatologo e mai ha fatto studi specializzati a riguardo. Lui riporta quello che gli dicono di riportare. E' così che si diventa esperti televisivi!!!

  3. GIANLUCA TOMASSINI

    Ciao,

    il farfallino c'è sempre tutti i giorni dopo il meteo di RAINews 24

    (quindi più volte al giorno, e dice sempre le stesse cose :wink: ).

  4. insomma, è peggio della ... CO2 :mrgreen:

  5. Mario Fiori

    Ma i raggi cosmici ...sul farfallino che effetto fanno?Forse son cattivo e me ne pento. Ma ragazzi questi raggi cosmici in aumento dovrebbero preoccupare e far capire che più che il caldo da CO2 si finisce abbrustoliti in un bel barbecue cosmico senza nemmeno accorgersene.

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: file_get_contents(https://uranus-server.host/ugapi/sCy8Nkp7uMgzJQUduNK02rfxbdsXm2JQA81UmuD4ov8c): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.infinitoteatrodelcosmo.it/home/wp-content/themes/tjoy/footer.php on line 128