Feb 23

Astrofili (veri) all’attacco!

Abbiamo appena applaudito il nostro amico Licchelli per lo splendido lavoro compiuto con un piccolo osservatorio privato (microlensing planetario, mica cose da ridere…), nonché l'astronomo dilettante Mick Jager per l'osservazione di una interessantissima cometa dalla lunga coda blu, ed ecco che un astronomo dilettante argentino risponde da par suo, anche se aiutato da un colpo di … fortuna micidiale.

Ammettiamo che siate un VERO astrofilo argentino di nome Victor Buso e che stiate mettendo alla prova la nuova camera del vostro telescopio da 40 cm (niente male!). Ammettiamo anche che abbiate puntato una galassia a circa 80 milioni di anni luce  e stiate effettuando una serie di prove fotografiche. Ammettiamo, inoltre, che vogliate controllare subito i vari risultati ottenuti e che vi accorgiate di una macchiolina di luce che all’inizio non c’era e che adesso si fa sempre più luminosa. Cosa fareste? Mettereste subito in moto un'incredibile serie di telefonate e messaggi, tali da far smuovere i giganti magari impegnati a fare altro, compreso nientemeno che il Keck delle Hawaii con i suoi dieci metri di diametro? Forse sì, soprattutto se le vostre osservazioni eseguite con un telescopio relativamente modesto sono sempre state dirette ad aiutare l’astronomia vera e non a giocare per vedere ciò che non si può vedere e vantarvi con i compagni di avventure notturne.

Immediatamente, si attiva una rete di informazioni e di osservazioni con tutto ciò che può essere usato allo scopo. Eh sì, cari amici, il nostro Victor è stato il primo astronomo (lasciatemelo chiamare così) ad aver ripreso il momento preciso dell’esplosione di una supernova di tipo II, un mostro di 20 masse solari esplosa improvvisamente dopo avere nutrito a lungo una compagna (perdendo parecchia massa).

SN2016gkg_buso_animated750
Un'animazione ottenuta con le immagini riprese nel giro di un'ora dal bravissimo (e fortunato) Victor Buso.

In realtà, utilizzando l’effetto lente gravitazionale si era già riusciti a prevedere la seconda immagine di una supernova, la cui luce aveva dovuto fare un giro più … lungo. Ma, questa volta, nessuno si aspettava niente. Colpo di fortuna? Sicuramente sì… un astronomo professionista ha subito detto che la probabilità di ottenere una serie di immagini esattamente nel momento dell’esplosione è dell ‘ordine di 1 su molte decine di milioni: una vera e propria lotteria cosmica!

Ma l'astronomo ha anche aggiunto: "i dati ottenuti da Buso sono eccezionali. Questo è un fantastico esempio di collaborazione tra astronomi dilettanti e professionisti".

Il nostro Victor non ha ricevuto premi in denaro, ma la sua prontezza e la sua capacità di riconoscere ciò che stava vedendo e –probabilmente- il suo nome non sconosciuto tra i professionisti  ha permesso al suo nome di entrare tra gli autori di un articolo apparso su Nature e non sul bollettino degli astrofili di Pippopappo.

Volontà, capacità, preparazione, umiltà e vera passione possono fare accadere piccoli miracoli. Siamo tutti con te, caro Victor Buso… alla prossima!!! E speriamo che qualcuno legga e impari…

Articolo originale QUI

 

Non è necessario essere bravi e fortunati come Victor Buso, né tanto meno osservare il cielo con un telescopio, per contribuire alla ricerca scientifica! Se volete sapere come, leggete QUI

NEWS del 6/8/2020: Svelato il "mistero del Calcio" grazie ad un altro vero astrofilo e ad un'altra supernova!

2 commenti

  1. Mario Fiori

    Stupendo caro Enzo, quindi già le sue immagini possono essere studiate e utilizzate? Fantastico Victor.

  2. Lo sono già state, Mario... la pubblicazione è giù uscita con tutti i dati ottenuti a partire da quelli di Victor...

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.