Feb 16

Betelgeuse al VLT: forse è solo una nube, ma...

Ormai Betelgeuse è diventata veramente una "Star" e su di lei si puntano sempre più "occhi", tra i quali anche il VLT dell'ESO. Una nube c'è, ma il discorso non cambia.

Innanzitutto devo scusarmi con Ale per essere stato pessimista. La visibilità in pieno giorno di un'eventuale esplosione di Betelgeuse durerà molto più a lungo di qualche giorno, probabilmente anche tre mesi, ma ne parleremo tra poco.

Tornando alle osservazioni... come dicevo il VLT ha preso, a dicembre, un'immagine di Betelgeuse e l'ha confrontata con un'immagine di poco meno di un anno prima.

Fonte: ESO/M. Montargès et al.

E' chiaro che non solo è variata la luminosità, ma anche la forma. Siamo di fronte a un enorme getto di plasma che si allunga come una bolla in modo grandioso. Possiamo utilizzare una simulazione per mostrare ciò che sta capitando, confrontata con il nostro Sistema Solare: impressionante, veramente impressionante. Notiamo come Betelgeuse assomigli proprio a una pentola in ebollizione.

Fonte: ESO/L. Calçada
Fonte: ESO/L. Calçada

Che la situazione sia veramente turbolenta si può anche capire dall'immagine ripresa sempre dal VLT nell'infrarosso. La stella è nascosta, ma attorno a lei c'è una vera tempesta di nubi che stanno lasciando la padrona di casa.

ESO/P. Kervella/M. Montargès et al., Acknowledgement: Eric Pantin
Fonte: ESO/P. Kervella/M. Montargès et al., Eric Pantin

Cosa dire? Probabilmente la diminuzione di luminosità è proprio dovuta alla polvere più fredda che spegne la luce della stella, ma un tale momento di frenesia potrebbe proprio significare che la trasformazione di Betelgeuse in una stella di neutroni o in un buco nero possa essere imminente. Non ci resta che aspettare...

A proposito di visibilità, nel caso si riesca ad assistere all'epico evento, ecco una figura che indica la luminosità che sarà raggiunta dalla supernova (sono sempre stime, basate in gran parte sulla supernova osservata nella Grande Nube di Magellano nel 1987).

Fonte: Jared Goldberg/University of California, Santa Barbara/MESA+STELLA
Fonte: Jared Goldberg/University of California, Santa Barbara/MESA+STELLA

Per molti giorni sarà visibile al pari di mezza Luna Piena, poi si spegnerà abbastanza rapidamente, pur restando più luminosa di Venere. Se queste previsioni non sono troppo "ottimistiche" la visibilità in pieno giorno durerà abbastanza a lungo, forse convincendo tutti a voltare gli occhi al cielo (e chissà che visioni mediatiche catastrofiste verranno fuori, magari facendo dimenticare i cambiamenti climatici).

Probabilmente la nostra stella sta fondendo l'ossigeno, ma, come si vede nella tabella che segue, se dovesse essere già al silicio... beh, la conclusione è facile da immaginare.

fusi

NEWS del 24/2/2020 - Niente da fare... la luminosità di Betelgeuse sta riprendendo ad aumentare. Lo spettacolo (almeno per ora) è rimandato!

7 commenti

  1. Alessandro

    La sua posizione nel cielo ? Avere una seconda mezza luna in cielo  ed essere spettatori..che regalo..non vedo l' ora..

  2. Speriamo che avvenga d'inverno, quando Orione fa bella mostra di sé nel nostro cielo notturno. Sì, ma non illudiamoci troppo: abbiamo già avuto il regalo di vivere durante la rilevazione delle onde gravitazionali... anche una supernova, sarebbe un sogno!

  3. Giorgio

    Una curiosità: come mai nella interessante tabella di S.E. Woosley e Co. la Durata della Fusione che diminuisce da elemento ad elemento aumenta dal Neon all'Ossigeno ?

    Grazie Enzo

  4. Hai pienamente ragione Giorgio...

    Mai fidarsi di Wikipedia... Avevo visto la fonte originaria (un celebre testo) e nemmeno ho controllato i numeri. A questo punto ho inserito due numeri più confacenti che rispettino le sequenze. Ovviamente, senza sapere la massa esatta sono numeri dati in modo molto approssimativo, ma l'errore c'era e come... Per onestà ho tolto la referenza.

    Grazie Giorgio!!! Questa si chiama collaborazione

  5. Mario Fiori

    Meraviglioso Enzo se, e dico se, si vedrà in pieno giorno. Certo i più non sanno cosa accade e quindi saranno permeabili a qualsiasi sparata potrà essere fatta. certo che non è detto, per vari fattori, che si vedrà così bene, giustamente come dici tu, però incrociamo i famosi "diti" e attendiamo fiduciosi . Ci sarà da sopportare molte stupidate ma facciamocene una ragione e tiriamo dritto ammirando le maestose bellezze , anche distruttive, del Cosmo.

  6. Caro Mario,

    saremmo veramente fortunati! Una "distruzione" che regalerà milioni di anni di lavoro e di elementi pesanti allo Spazio vicino per arricchirne la composizione.

  7. guido

    Vedere una supernova tra le costellazioni che ho fissato fin da bambino è davvero un sogno. Se dovesse accadere non potrò trattenere le lacrime, esattamente come accadde in occasione del mio primo eclissi totale di sole.

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.