Feb 16

Una coppia indistruttibile e i veri "astrofili" *

Sapete già come la penso su certi "falsi" amanti del Cielo che si definiscono tali, ma il cui unico obiettivo è cercare di illudersi di eseguire osservazioni prestigiose e di essere più bravi del collega che ha un telescopio più grande. Chi ama l'astronomia dovrebbe fare di tutto per aiutare la Scienza in modo da unire veramente l'utile al dilettevole.

Molti amano guardare il Cielo notturno (benvenuti!) sia per comunicare con se stessi sia per comprendere appieno la meraviglia di cui facciamo parte. Una foto, uno sguardo, un pensiero è già sufficiente per esprimere compiutamente una vera passione. Qui nel nostro Circolo ce ne sono tanti e sono onorato di averli tra noi. Poi ci sono coloro che, avendo un'attrezzatura di un certo livello, cercano di aiutare la vera Scienza, assecondandola anche attraverso ricerche apparentemente noiose ma sempre pronte a premiarli. Essi sono spesso fondamentali, soprattutto quando c'è bisogno di guardare e controllare una serie lunghissima di dati e di immagini (ho parlato spesso del loro contributo, per esempio QUI).

Molti, però, e in Italia abbondano, mirano solo ad avere la tecnologia più cara, riempiendosi la bocca di parole di cui sanno a malapena il significato. Per non dire poi quanto sia scarsa la conoscenza di ciò che cercano di vedere, illudendosi spesso di vedere ciò che non è alla loro portata. La conclusione è un falso hobby che li riempie di prosopopea, ma che non serve a niente e a nessuno. Un modo di sentirsi importanti, figli del nostro tempo, dove quello che conta è mostrare, non pensare. Bene, questa è una categoria che non ama il Cielo e che vive in continua competizione cercando di mostrare inutili immagini, ridicole per la Scienza vera e del tutto inutili anche per stabilire un vero rapporto emotivo e razionale con il Cosmo. Fare foto anonime e banali o guardare mille volte Giove o la Luna non differisce molto da passare le vacanze a fotografare o seguire da dietro un cespuglio le vacanze del suo calciatore preferito.

In America ci sono stati molti che hanno seguito la seconda strada e che hanno passato ore e ore a spulciare i risultati di Kepler con notevoli successi (per esempio QUESTI). Un lavoro noioso? Forse sì, ma ogni anomala variazione di luce è un brivido in più: la speranza di sentirsi vicini a un pianeta che rivolve attorno alla sua stella. In quell'attimo ti senti trasportato là, vicino a quel sistema, e non ti accorgi nemmeno che hai viaggiato più veloce della luce! Quei brividi sensoriali e  mentali ti avvicinano veramente all'Universo e non hai dovuto nemmeno spendere soldi per immaginarti di vedere una galassia che Hubble ha già ripreso in tutta la sua grandiosità nei minimi particolari: un gioco, un telegioco o un videogioco e nulla più.

Sempre negli USA è partita una campagna a cui tutti possono partecipare se muniti di un PC: controllare attentamente le immagini che provengono da WISE (Wide field Infrared Survey Explorer) della NASA.  Sono immagini della stessa zona di Cielo riprese in diversi anni e, se c'è qualche oggetto vicino a noi, in mezzo a quel turbinio di punti luminosi, ecco che si mette in evidenza  muovendosi tra le stelle lontane e immobili: un salto temporale che si traduce in un salto fisico. Se poi, ciò che si è mosso è una coppia molto debole è difficile non urlare di gioia. Improvvisamente ci si alza in volo e si cerca di capire e di comunicare.

L'analisi non è semplice e ci vuole occhio e cervello. I segnali di disturbo sono molteplici e bisogna riuscire a evidenziare quelli che potrebbero essere dovuti a effettive variazioni di luminosità o a movimenti reali, La figura che segue dà un'idea della difficoltà.
006331bf-731f-4622-8805-8af260618942 (1)

Ben lontani dalla "semplice" scoperta di Plutone

f1f82528-60e2-4626-a124-a5a904484953

Il caso più recente e importante si riferisce a una coppia di nane brune veramente eccezionale. Le due macchioline molto deboli si muovevano all'unisono anche se erano estremamente lontane tra loro, in termini assoluti. Non c'erano dubbi: altri due oggetti vicini a noi erano stati scoperti con tanta pazienza e tanto occhio allenato. Avvertiti subito i responsabili scientifici, la storia di quelle due stelline mancate ha coinvolto gli scopritori in una trafila scientifica emozionante e di primaria importanza.

Normalmente le nane brune possono anche essere molto lontane da una compagna di grande massa, ma quando vivono da sole, dovrebbero stare ben strette, dato che loro unione è altamente precaria durante il viaggio nella Via Lattea, piena di insidie gravitazionali (e non solo) capaci di separarle. Alla fine, quei due puntini che avevano fatto venire i brividi a "normali" cittadini, veri appassionati del firmamento, sono stati perfettamente descritti quantitativamente. La quasi-stella più debole ha una massa pari a 34 volte quella di Giove, mentre la più luminosa ha una massa pari a 72 volte quella di Giove. Ma ciò che veramente impressiona, ed è un caso unico fino ad ora, è la loro distanza relativa: 341 Unità Astronomiche! La loro età è stimata in parecchi miliardi di anni, eppure la gravità riesce ancora a legarle tra loro. Sì, una vera coppia indistruttibile che sta vivendo la sua lunga vita in comune a circa 78 anni luce da noi.

dwarf-cosmic-pairing-1200-1000_full_610
Rappresentazione artistica del sistema binario WISE2150-7520AB scoperto grazie al "Citizen Science Project"

Bene, nel lavoro pubblicato su Astrophysical Journal (e dico poco), i "dilettanti" sono tra gli autori e possono essere fieri di avere messo in movimento perfino il telescopio Magellan, altro che i costosissimi e inutili telescopi lussuosi dei "finti" amanti del Cosmo. Che quelli continuino a scorgere (ma sarà vero?) una galassia ben studiata e ripresa da cento altri strumenti scientifici, con la coda dell'occhio, alla faccia del loro "collega" che non è riuscita a vederla.

Articolo originale QUI

 

1 commento

  1. Mario Fiori

    Lavoro fantastico, duro e appassionante di chi svolge una attenta ricerca nel Cosmo senza essere pagato , questa è veramente la pura passione.

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.