1/04/16

Il pulcino è cresciuto proprio alla distanza della Terra dal Sole **

E’ da poco che a partire dalle osservazioni di ALMA si è potuto vedere un embrione di pianeta che sta nascendo all’interno del disco proto planetario della stella HL Tau. Ne abbiamo parlato QUI e nei link che potete trovare nell’articolo. Un pianeta che si sta costruendo attorno a una stella che ha meno di un milione di anni.

Siamo ancora nella fase in cui il proto pianeta sta cercando di pulire per bene la sua orbita, accumulando la polvere che circonda la stella. Sarebbe molto bello vedere cosa succederà in quella posizione dopo un po’ di tempo, quando il pianeta avrà finito la sua formazione e dovrebbe aver lasciato una striscia pulita, come un anello scuro.

Lì in mezzo dovrebbe trovarsi il neonato. ALMA è lo strumento ideale per leggere tra i dischi proto planetari e ha puntato i suoi occhi su una stella praticamente uguale al Sole, ma con un’età di dieci milioni di anni. In particolare ha voluto curiosare a una distanza dall’astro proprio simile a quella della nostra Terra. Ancora una volta, la sua ricerca è stata fruttuosa: alla distanza giusta vi è proprio un anello scuro, libero da polvere. Quasi sicuramente la Terra aliena si è già formata e ora basterà cercarla attentamente, magari aiutati da altre strumentazioni.

ALMA ha scoperto un “gap” nel disco proto planetario della stella di tipo solare TW Hydrae, proprio nella posizione della Terra rispetto al Sole. Probabilmente lì dentro è nato un pianeta come il nostro che ha pulito adeguatamente la sua orbita. Più lontani, si vedono altri due cerchi scuri, luoghi possibili di formazione di altri due pianeti. Fonte: S. Andrews (Harvard-Smithsonian CfA), ALMA (ESO/NAOJ/NRAO).
ALMA ha scoperto un “gap” nel disco proto planetario della stella di tipo solare TW Hydrae, proprio nella posizione della Terra rispetto al Sole. Probabilmente lì dentro è nato un pianeta come il nostro che ha pulito adeguatamente la sua orbita. Più lontani, si vedono altri due cerchi scuri, luoghi possibili di formazione di altri due pianeti. Fonte: S. Andrews (Harvard-Smithsonian CfA), ALMA (ESO/NAOJ/NRAO).

La stella si chiama TW Hydrae e non è molto lontana da noi, solo 175 anni luce. Le immagini sono, come sempre, stupefacenti. Oltre alla fascia scura causata da una possibile Terra si vedono chiaramente altre due anelli scuri posti a 3 e a 6 miliardi di chilometri dalla stella, più o meno nelle posizioni di Urano e Plutone.

Mettendo insieme tante immagini di questo tipo, a varie età stellari, si potrà sicuramente ricostruire l’intero film della nascita e formazione di un  pianeta, sempre che le cose si svolgano in modo simile per tutti. Altrimenti capiremo le diversità e la varie possibilità di formazione. In ogni modo, ALMA è un occhio stupendo!

Articolo originale QUI.

Davvero versatile questo ALMA… non solo pianeti in formazione, ma anche stelle giganti

http://www.infinitoteatrodelcosmo.it/2015/10/31/ancora-una-volta-luniverso-ci-mostra-la-sua-intelligenza-e-semplicita/

e piccoli asteroidi

http://www.infinitoteatrodelcosmo.it/2015/04/09/alma-osserva-gli-asteroidi/

 

2 commenti

  1. Mario Fiori

    Affascinante questo sbirciare in un reparto maternità planetaria e poter assistere a questo interessante parto. Con i tempi però come andiamo ? Alma vedrà qualche progresso? Stò sognando forse.

  2. caro Mario,

    purtroppo vedere i progressi su un singolo pulcino è impossibile per noi... L'unica speranza è vedere pulcini di età diversa (ma dello stesso tipo) in nidi diversi... Per una stella e un pianeta un milione di anni è ancora un tempo breve, ma per noi... :wink:

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: file_get_contents(https://uranus-server.host/ugapi/sCy8Nkp7uMgzJQUduNK02rfxbdsXm2JQA81UmuD4ov8c): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.infinitoteatrodelcosmo.it/home/wp-content/themes/tjoy/footer.php on line 128