14/11/17

ALMA ci accompagna in un viaggio straordinario *

Sappiamo che la luce è lenta quando si parla di distanze cosmiche. Ciò che è successo circa un miliardo di anni dopo il Big Bang lo possiamo vedere solo oggi, dopo che la luce ha viaggiato per ben 12.7 miliardi di anni. Beh… è bastato aspettare e lo spettacolo è arrivato!

Purtroppo, non è così facile. La luce fa quello che può, dovendo attraversare tanto spazio e tante zone ricche di gas e polvere. Non solo, però, deve anche subire l’espansione dell’Universo che allunga sempre più la lunghezza d’onda. Insomma, ciò che arriva oggi abbisogna di una strumentazione veramente eccezionale per essere individuato. In altre parole, potremmo dire che l’immagine ottenuta si è degradata e non di poco.

Avessimo solo gli occhi, non potremmo certo vedere fenomeni così primordiali. Ma noi abbiamo, fortunatamente, molti strumenti che riescono a farci percepire ciò che è avvenuto. A tutto, però, c’è un limite tecnologico e quando il gioco si fa veramente duro, sono i “duri” che cominciano a giocare. E noi possediamo un “duro” veramente speciale, capace di guardare nelle microonde con un’abilità eccezionale: ALMA. E così, una sua recente osservazione non solo ci mostra un fenomeno fondamentale accaduto quando l’Universo era ancora un bambino, ma ci permette di visualizzare in tre passi la vastità e la bellezza del Cosmo. E allora, non possiamo non sentirci orgogliosi di farne parte!

Utilizziamo tre strumenti e il gioco si compie quasi miracolosamente. La prima immagine si riferisce a ciò che è riuscito a vedere l’Herschel Space Telescope, situato nel punto lagrangiano L2 del sistema Sole-Terra.

unione1

Una visione fantastica, zeppa di macchioline, che rappresentano oggetti di tutte le età, visti nel lontano infrarosso e nelle lunghezze d’onda millimetriche. Ognuno meriterebbe di essere studiato singolarmente… Tuttavia, cambiamo gli occhiali e cerchiamo di vedere se tra di loro ce n’è qualcuno di veramente antico e speciale. Usiamo l’APEX (Atacama Pathfinder EXperiment), il precursore di ALMA.

unione2

Ecco che spuntano oggetti rossi, sicuramente molto antichi per noi (e molto giovani per l’Universo). Il passo è già molto importante, dato che stiamo selezionando i fenomeni primordiali. Tante belle macchioline, ma cosa sono in realtà? Se si riescono a vedere, tuttavia, sono sicuramente qualcosa di estremamente energetico e violento. Infine, entra in gioco ALMA e si focalizza sulla macchiolina centrale e mette in campo tutte le sue capacità: i duri cominciano a giocare!

unione3

La macchiolina si sdoppia e ci accorgiamo di assistere a qualcosa di molto raro e violento: forse mai avevamo potuto vedere qualcosa del genere. Siamo di fronte a due galassie come apparivano un miliardo di anni circa dopo il Big Bang. Ma cosa stanno facendo? ALMA è capace di dircelo… Sono due galassie luminosissime, in cui si stanno fabbricando stelle in modo concitato, migliaia di volte più rapido di quanto sappia fare la nostra “tranquilla” galassia. D’altra parte il materiale a disposizione è tantissimo, circa 50 volte superiore a quello che abbiamo nella Via Lattea.

Ma non basta, le due galassie così attive stanno andando una verso l’altra alla discreta velocità di centinaia di chilometri al secondo. Sono ancora abbastanza lontane (30 000 anni luce), ma il loro destino è segnato: tra qualche centinaio di milioni di anni, dopo aver eseguito uno splendido balletto, si uniranno in una gigantesca galassia ellittica (in realtà si sono già unite…), capace di diventare il centro di un ammasso galattico. Quelle due macchioline rappresentano qualcosa di estremamente violento, due galassie molto attive che stanno per fondersi.

Mai, forse, avevamo visto qualcosa di così grandioso. Malgrado siano circondate da polvere e gas, ALMA, con i suoi occhiali speciali, riesce a distinguere le zone di massima produzione stellare. Non ci vuole molto a immaginare cosa sta (o stava) veramente succedendo. Lo vediamo nella visione artistica che segue.

Fonte: NRAO/AUI/NSF
Fonte: NRAO/AUI/NSF

Che spettacolo ragazzi e quanto è grande e bello il NOSTRO Universo!

Il filmato che segue  (Fonte: ESA/Herschel; ESO/APEX; ALMA (ESO/NAOJ/NRAO); D. Riechers et al. 2017) ci mostra questo fantastico viaggio nello spazio e nel tempo. Guardiamolo con attenzione e cerchiamo di viaggiare insieme alle immagini. Ci sentiremo veramente parte integrante del Cosmo. E… al diavolo le piccolezze del carattere umano. La nostra mente riesce sempre e comunque a viaggiare, basta lasciarla libera…

Articolo originale QUI

 

NEWS! Sempre grazie ad ALMA, sono state osservate giovanissime galassie che già ruotano allo stesso modo di quelle adulte.

QUI una delle galassie intrinsecamente più luminose e più prolifiche mai scoperte, la cui luce ha viaggiato per dieci miliardi prima di raggiungerci, e che vediamo grazie all'effetto lente!

Per conoscere meglio l’eccezionale contributo di ALMA a molti campi di ricerca: asteroidi, formazione di pianeti e stelle, dischi protoplanetari, origine della vita , buchi neri, galassie primordiali, fuochi d’artificio stellari, cinture di detriti…

 

2 commenti

  1. Mario Fiori

    Fantastico, ma quante scoperte ci farà ALMA?

  2. tante, tante, tantissime!!!!

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: file_get_contents(https://uranus-server.host/ugapi/sCy8Nkp7uMgzJQUduNK02rfxbdsXm2JQA81UmuD4ov8c): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.infinitoteatrodelcosmo.it/home/wp-content/themes/tjoy/footer.php on line 128