lacomics.org
adultcoven.com
5/12/19

La fine di Giove & co. **

Cosa resterà del nostro Sistema Solare una volta che il Sole si sarà trasformato in nana bianca? Per la prima volta abbiamo una risposta "osservativa" a questa domanda.

Che intorno a nane bianche si trovassero detriti planetari, sotto forma di asteroidi e comete, già si era stabilito, ma questa volta si è assistito a un vero e proprio "dissanguamento" di un pianeta nettuniano. Non si è certamente visto un pianeta, dato che sarebbe troppo difficile rilevarlo, soprattutto adesso che la nana bianca è caldissima e circondata da un anello di gas e polvere. Tuttavia, qualcosa di strano si leggeva nella sua atmosfera, qualche cosa che una nana bianca non dovrebbe mostrare, ossigeno, zolfo e idrogeno in percentuali anomale.

Il VLT dell'ESO ha guardato meglio e ha notato un disco di gas e polvere che si estende fino a 15 raggi solari, ma ciò che è più interessante è che da questo disco sembra provenire una gigantesca coda cometaria. Due più due fa quattro ed ecco la soluzione più semplice e valida: un pianeta di tipo Nettuniano sta ancora orbitando attorno alla sua vecchia stella, le cui dimensioni sono ormai diventate pari a un quarto di quelle del pianeta. Tuttavia, la sua temperatura è ancora di 28 000 K,  per cui la radiazione che emette ha letteralmente fatto evaporare gli strati esterni dell'atmosfera planetaria e continua a "spogliarlo" al ritmo di 3000 tonnellate al secondo. La figura che segue, benché di fantasia, mostra molto bene ciò che sta capitando al povero eso-Nettuno.

 

Fonte: University of Warwick/Mark Garlick
Fonte: University of Warwick/Mark Garlick

Immaginiamo la sua storia passata... probabilmente esso è stato ingoiato letteralmente durante la fase di gigante rossa, quando il diametro della stella è aumentato di qualche centinaia di volte quello del nostro Sole. Oggi il pianeta si è decisamente avvicinato alla nana bianca, ma sicuramente per effetto delle perturbazioni di pianeti più lontani (un po' come dire: "Vai avanti tu che a me viene da ridere!").

Ora che è stato praticamente trovato il primo sarà più attraente cercare altri pianeti intorno a nane bianche, magari in una fase meno calda e meno distruttiva (e meno "polverosa"), anche col metodo dei transiti.

Lo spettacolo potrebbe apparire come quello che qualche alieno vedrà attorno al Sole ridotto a nana bianca, tra circa 4.5 miliardi di anni. Mercurio e Venere saranno inghiottiti in un solo boccone e forse anche la Terra. Marte potrebbe sopravvivere e i giganti diventerebbero delle enormi comete, come mostra la figura che segue.

Fonte: Mark Garlick
Fonte: Mark Garlick

Uno scenario fantastico... ma noi non ci saremo...

Consoliamoci con una ripresa della nostra quasi-gemella, ricordando che, comunque, il pianeta sta anche ingrassando la sua stella  e modificando in modo chiaro la sua atmosfera.

Articolo originale QUI

 

 

 

4 commenti

  1. Guido

    Non pensavo che un pianeta potesse sopravvivere alla fase espansiva di gigante rossa.

  2. Mari Fiori

    Qui ne abbiamo quattro di Pianeti che rimarranno nelle condizioni di cui al tuo articolo. Ma il povero Plutone e gli altri Transnettuniani ? Le Comete della Fascia di Kuiper come si comporteranno  ?

  3. caro Mario,

    dovrebbero rimanerne al di fuori  e godersi lo ... spettacolo!

Lascia un commento

*

:wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Who makes the best rolex replica watches? the best 2020 rolex website watches

shemale777.com vrpornx.net kinkydom.net