La materia oscura e sua sorella l’energia oscura sembrano un po’ i fantasmi dei castelli inglesi. Devono esistere perché fanno tanto fine e stimolano il turismo e poi, qualsiasi cosa capiti, il colpevole è già assicurato.

Chi ci segue sa che non pubblico mai articoli sulle sempre più “eccezionali” scoperte riguardanti la materia e l’energia oscura, ma preferisco dare visibilità a lavori che, in qualche modo, riescono o cercano -almeno- di contestarla. Di questi si parla poco, perché non seguono la moda e perché sono meno “pesanti” per ottenere fondi e fare carriera. Un po’ come quelli che vanno contro il riscaldamento globale.

Non vi sono ancora prove osservative dell’esistenza della materia e dell’energia oscura. Vi sono solo problemi che non tornano nel nostro giocattolo che tenta di descrivere il Tutto. Superarli, creando qualcosa “ad hoc”, non mi sembra assolutamente un modo scientifico all’altezza dei grandi geni del passato. Forse non abbiamo ancora capito qualcosa, forse qualche conclusione è stata troppo frettolosa, forse qualche osservazione contiene imprecisioni difficilmente quantificabili, e tante altre possibilità ancora… No, non odio la materia e l’energia oscura, ma il modo in cui viene utilizzata e descritta.

Forse abbiamo sbagliato qualcosa nel costruire la parte teorica del giocattolo oppure, più facilmente, non abbiamo compreso bene come applicare certe conoscenze che non vogliamo più “toccare” (che noia ricominciare tutto da capo). Meglio, molto meglio, inventarsi una massa tutta speciale che non può vedersi per definizione, dato che non interagisce con la luce. Una massa fatta di particelle che non conosciamo e che quindi può fare tutto ciò che a noi serve.

Ecco così spiegata la mia “avversione” verso la materia e l’energia oscura. Loro potrebbero anche esistere e sarebbe una scoperta fantastica, alla stregua di quelle di Einstein, di Newton, e forse di più. Ma, prima, bisogna trovarle, avere conferme, metterle con le spalle al muro. Non è certo costruendo bellissime figure con aloni colorati e dicendo che essi rappresentano perfettamente la materia oscura osservata in un certo ammasso, che si segue il vero cammino della Scienza. Si cerca solo di impressionare coloro che ti devono dare i fondi e che devono aiutarti nella carriera. Meglio seguire il fiume... anche se oscuro, da qualche parte porterà sicuramente.

Non dimentichiamoci il messaggio di Feynman:

Feynman-regole2

 

Di seguito una selezione degli articoli più significativi scritti sull’argomento, QUI e QUI trovate anche gli altri.

 

MATERIA BARIONICA "INVISIBILE"

Anche l'energia oscura si sta schiarendo

Perché non parlo dei capelli della Terra

Anche le ipotesi più comode si scontrano con le osservazioni

Tutti in centro e la materia oscura si schiarisce sempre più

La fine della materia oscura: il re è nudo, ma chi avrà il coraggio di dirlo?

Cosa significa l'aggettivo oscuro? Il re è sempre più nudo

Sempre più oscura, anche ad alte energie

Accidenti ai nuovi super-ammassi

La materia oscura non serve più alle galassie

Quando l'informazione viene manipolata: una "mappa accurata" della materia oscura

La materia oscura è anche ritardata

Senza energia oscura niente cambierebbe

Etere e materia oscura: gioco uguale, giocatori forse diversi

Qualcuno si è accorto che il re è nudo: materia ed energia oscura potrebbero davvero sparire del tutto

Non credo ai fantasmi se non li tocco

La fine dei dinosauri? Colpa di maga Magò e mago Merlino!

Materia ed energia oscura? forse Einstein aveva già risolto il problema...

Finalmente "vista" la materia oscura! Beh... non proprio...

 

Di sicuro non finisce qui, rimanete sintonizzati!