Nov 2

Una grande donna e GAIA **

Una visione molto "artistica" della fusione di Enceladus all'interno della Via Lattea. Fonte: René van der Woude, Mixr.nl

Vent'anni di lavoro per la preparazione di GAIA, un'idea chiara in testa già con i pochi dati a disposizione prima della missione e, infine, la conferma, analizzando 1.7 miliardi di stelle osservate da GAIA. C'è da esserne fieri... grande Amina.

Giu 29

La Via Lattea necessita di una dieta più regolare? *

La struttura di una molecola di carbonio “grasso”, dove le sfere grigie sono gli atomi di carbonio e quelle bianchi gli atomi di idrogeno.. Fonte: D. Young. The Galactic Center. Flickr – CreativeCommonsUn

Una galassia come la nostra è molto ricca in polvere interstellare. Il suo studio è molto importante perché essa rappresenta il prodotto iniziale e finale della vita stellare. Dato che siamo figli delle stelle, sapere esattamente la sua composizione è un aiuto enorme per capire la probabilità di esistenza di altre forme di vita.

Gen 31

Una calamita galattica **

Fonte: Daniel Pomarède

Sembra proprio che la nostra galassia, e le sue amiche del gruppo locale, non siano solo attratte dal superammasso di Shapley, ma siano anche spinte da una zona a bassa densità. In qualche modo, è come se le galassie fossero particelle cariche che vanno da un polo all’altro.

Gen 12

Quante stelle abbiamo perso? *

galassia1

La nostra galassia ha una popolazione stellare non indifferente. Il numero è molto incerto ma si parla di almeno 100 miliardi di stelle (l'un per centro di esse le sta mappando il satellite GAIA). Esse, tuttavia, stanno al loro posto, rivolvendo attorno al centro della Via Lattea, dove regna sovrano il buco nero galattico. Una […]

Nov 10

I Racconti di Vin-Census: UNO SCONTRO TITANICO

cuore-universo

Mentre la NASA sta studiando come trasformare la fantascienza di Star Trek in realtà grazie alla tecnologia Warp Drive, che permetterebbe ad un'astronave di viaggiare a velocità superiore a quella della luce grazie al motore con propulsione a curvatura capace di creare una distorsione spazio-temporale, la fantasia di Vin-Census prende il volo e ipotizza motori neutronici in grado di... ???

Set 7

Uno straordinario arco sopra le Tre Cime di Lavaredo

Cari amici rieccomi tra di voi dopo parecchie settimane di assenza, mi scuserete ma ho avuto impegni lavorativi, imprevisti e cambi di vita piuttosto importanti. Enzo e Barbara giustamente mi hanno dato una bella tirata d'orecchie, quando ci siamo visti a Cortina d'Ampezzo per la conferenza di Enzo al planetario dell'Associazione Astronomica. Ho deciso quindi […]

Gen 29

La Via Lattea si diverte come i bambini… **

la nube di Smith

La nube di Smith è un enorme ammasso di gas che sta per entrare in collisione con la Via Lattea. Sicuramente darà luogo a una nascita stellare parossistica. Quando…? Tra non molto, circa 30 milioni di anni. Speriamo di esserci ancora… Nel frattempo, non sarebbe male cercare di capire che cosa è la nube di Smith. Un regalo spaziale o il risultato di un gioco di bambini, un po' cresciuti?

Nov 7

Le prime stelle della Via Lattea **

E’ sempre affascinante poter vedere, ancora in vita, i nostri più antichi progenitori. Sono magari molto invecchiati, ma ci riportano indietro di circa 12 miliardi di anni, quando la nostra galassia aveva creato le sue prime stelle. Una bellissima scoperta, non nuovissima, ma che ultimamente è stata rifinita. Peccato che un così bel lavoro abbia mostrato ancora una volta il pressapochismo di Media INAF e la ripetizione del deleterio sistema del copia e incolla, eseguito senza mai controllare l’articolo originale. Potremmo anche definirlo un piccolo falso che fa coppia con quanto successo, da poco, in merito all’articolo di Rampino sulla periodicità dei crateri terrestri d’impatto e delle estinzioni biologiche.

Lug 12

Il messaggio delle Stelle

Da qualunque punto io lo guardi, il cielo è sempre meraviglioso, stupefaciente e sa regalarmi sempre delle grandissime emozioni.... Mi rendo sempre di più conto che le stelle sono sì silenziose, ma hanno sempre parlato a tutti gli uomini ed ora, lo fanno anche con noi... Il fatto che "si mettano in mostra" ogni notte […]

Gen 7

I fossili nascono ancora *

giovane ammasso globulare

Si parla sovente degli ammassi globulari come veri e propri fossili delle prime fasi dell’Universo, quando gli scontri tra le galassie primigenie e la densità più alta producevano nascite abbondantissime di stelle in spazi molto ristretti. Questi gruppi sono rimasti uniti come piccoli universi isolati. Tuttavia, anche una galassia evoluta e tranquilla come la nostra può ancora creare giovani fossili.